TIROCINIO I ANNO

TIROCINIO I ANNO

_
iten
Codice
87016
ANNO ACCADEMICO
2016/2017
CFU
21 cfu al 1° anno di 9293 TECNICHE DI LABORATORIO BIOMEDICO (L/SNT3) GENOVA
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (TECNICHE DI LABORATORIO BIOMEDICO)
propedeuticita
materiale didattico

PRESENTAZIONE

Il percorso di tirocinio del I anno di corso prevede 375 di attività dello studente presso Laboratori di Aziende Ospedaliere o ASL convenzionate con l'Università in settori di base della Medicina di Laboratorio al fine di acquisire la prime competenze ed avere un primo approccio con l'attività puramente pratica prevista dal profilo del Tecnico di Laboratorio Biomedico. Il percorso di tirocinio è suddiviso per settori specifici in periodi che prevedono da una a due settimane di permanenza.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Acquisire abilità pratiche inerenti un laboratorio di base: • gestione dei campioni biologici • trattamenti • conservazione • accettazione informatica • gestione dei sistemi di smistamento automatico e manuale • uso dei sistemi LIS • uso e gestione di analizzatori per emato-coagulazione, microscopia • gestione di emocomponenti.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO)

COAGULAZIONE

Ricevimento e smistamento dei campioni

Gestione informatizzata dei campioni

Funzionamento e corretto uso delle centrifughe

Utilizzo dei coagulometri: descrizione dei principi di funzionamento, preparazione dei reattivi, controllo di qualità

Gestione autonoma di una linea di lavoro (test di aggregazione piastrinica): ricostituzione dei reattivi, preparazione diluizioni, preparazione dei campioni con doppia centrifugazione, inserimento e refertazione degli stessi

Organizzazione del magazzino materiali e reattivi

EMATOLOGIA

Elementi sul funzionamento dei contaglobuli automatici e relative determinazioni emocromocitometriche con valutazione dei  controlli di qualità

Smistamento e identificazione dei campioni

Esame morfologico  del liquor

Tipizzazione linfocitaria

Preparazione di strisci di sangue periferico e colorazione di May-Grunwald-Giemsa allestimento in camera di Thoma e lettura al microscopio

VES

EMOCOMPONENTI

Scopo del colloquio di idoneità alla donazione (personale medico)

Registrazione a computer

Donazione/raccolta provette per esami obbligatori

Effettuazione emoglobina

Conteggio PLT da unità da aferesi o da pool

Trattamenti primari dell’unità da donazione (tipi di centrifugaz. e qualità emocomp. ottenuti)

Produzione emocomponenti di I e di II livello  (produzione pool di plt da B.C., ecc.)

Separazione emocomponenti

Congelamento del plasma

Preparazione colla di fibrina

Preparazione dei campioni da inviare a San Martino per TRI NAT

Effettuazione di esami sierologici  su donatore e successiva valutazione degli stessi (ALT, ANTI-HCV, ANTI-HIV, HbsAg, TPHA) con ricontrollo degli esami positivi o dubbi

Inserimento risultati al computer e avvio dei prodotti idonei alla distribuzione

Trattamenti delle unità in assegnazione e relative registrazioni

Gestione del plasma ed eventuale scarico all’industria

Archiviazione esiti TRI NAT

Autodonazioni

Controllo di qualità

Uso e manutenzione delle apparecchiature del settore

GESTIONE e SMISTAMENTO dei CAMPIONI BIOLOGICI

Ricevimento e smistamento dei campioni biologici (sistemi di smistamento automatico e manuale)

Accettazione informatica dei campioni

Valutazione della congruità del campione

Accettazione in urgenza

Avvio alle diverse linee di lavoro

Gestione delle non conformità

URINE

smistamento e identificazione dei campioni

Nozioni sul funzionamento degli apparecchi automatici per l’analisi dei campioni di urine e loro utilizzo

Nozioni sull’accettazione informatizzata e uso del PC gestionale

Centrifugazione dei campioni

Preparazione per l’esame microscopico del sedimento urinario

Notizie sull’esame del sedimento urinario e sull’uso del microscopio

Prove di comparazione tra lettura citofluorimetrica e lettura microscopica del sedimento su campioni random

Esame chimico fisico delle feci

Ricerca sangue occulto nelle feci

 

Modalità didattiche

Attività di apprendimento delle tecniche di Laboratorio di base con frequenza obbligatoria del 100% delle ore pianificate dei Laboratori e apprendimento diretto attraverso l'utilizzo di strumentazioni con la guida di professionisti appartenenti allo stesso Profilo Professionale. Non sono previste ore di studio individuale.

PROGRAMMA/CONTENUTO

Il programma è stato esplicato nella voce "OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO)

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Su appuntamento contattando il docente all'indirizzo: antonio.guerci@unige.it

Ricevimento: Prof. Guido F. Amoretti Martedì ore 14.00-15.00 presso Direzione Corpo A – Piano 2 Dal 28 febbraio 2017 al 16 maggio 2017: Martedì ore 16.00-17.00 presso Direzione Corpo A – Piano 2 Per qualunque problema inerente la didattica: guido.amoretti@unige.it

Ricevimento: Il ricevimento studenti avverrà nei locali del DISFOR, stanza 3A9. Nel primo semestre dopo le lezioni; terminate le lezioni (dal mese di dicembre 2016) il lunedì mattina e pomeriggio e il martedì mattina, previo appuntamento via mail palumbo@unige.it

Commissione d'esame

ALESSANDRA SIGNORETTI (Presidente)

MAURO PALUMBO

ANNA SIRI

ENRICA PAINELLI

ANTONIO GUERCI

GUIDO FRANCO AMORETTI

ELISABETTA GARBARINO

EZIO FULCHERI

LEZIONI

Modalità didattiche

Attività di apprendimento delle tecniche di Laboratorio di base con frequenza obbligatoria del 100% delle ore pianificate dei Laboratori e apprendimento diretto attraverso l'utilizzo di strumentazioni con la guida di professionisti appartenenti allo stesso Profilo Professionale. Non sono previste ore di studio individuale.

INIZIO LEZIONI

Il percorso di tirocinio pratico ha inizio dopo la fine delle Lezioni del II semestre dal mese di Maggio al mese di Settembre con una pausa nel mese di Agosto

ORARI

L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile su EasyAcademy.

Vedi anche:

TIROCINIO I ANNO

ESAMI

Modalità d'esame

Verifica delle capacità di esecuzione di test di Laboratorio con decrizione delle modalità di svolgimento e delle finalità del test per accertamenti di tipo clinico -diagnostico.

Modalità di accertamento

Verifica delle capacità di esecuzione di test di Laboratorio con decrizione delle modalità di svolgimento e delle finalità del test per accertamenti di tipo clinico -diagnostico.