COOPERAZIONE TRANSFRONTALIERA: ITALIA-FRANCIA MARITTIMO

TERRITORIO ELEGGIBILE

•ITALIA: Liguria (tutto il territorio); Sardegna (tutto il territorio); Toscana (Massa-Carrara, Lucca, Pisa, Livorno e Grosseto)

•FRANCIA: Corsica; Alpi Marittime e Var (Regione PACA)

PARTENARIATO

2 - 8 partner (appartenenti ai due Stati per i progetti semplici)

2-16 partner per i progetti strategici

SOGGETTI AMMISSIBILI

Organismi pubblici e GECT; Organismi privati purché dotati di personalità giuridica; Organismi internazionali localizzati nei territori dei due Stati membri del Programma

ASSI PRIORITARI

•ASSE 1: Promozione della competitività delle imprese nelle filiere transfrontaliere •(tra cui energie rinnovabili blu e verdi)

•ASSE 2: Protezione e valorizzazione delle risorse naturali e culturali e gestione dei rischi

•ASSE 3: Miglioramento della connessione dei territori e sostenibilità delle attività portuali

•ASSE 4: Rafforzamento della coesione sociale e dell’inserimento attraverso l’attività economica

BUDGET PROGRAMMA

Circa 170 MEuro (FESR) per il periodo 2014-2020

COFINANZIAMENTO UE: 85% (quota FESR)

TIPOLOGIA DI PROGETTI

PROGETTI SEMPLICI

Azioni bilaterali e/o plurilaterali di dimensioni limitate, promosse dai soggetti dell’area di cooperazione, finalizzate ad introdurre metodi e strumenti innovativi e a favorire la sperimentazione e la partecipazione nei temi della cooperazione. Possono caratterizzarsi in Progetti semplici mono-azione o progetti semplici pluri-azione.

•PROGETTI STRATEGICI INTEGRATI “TEMATICI”

Complesso di azioni, di natura e dimensioni rilevanti, identificate all’interno degli ambiti tematici prioritari del Programma, strettamente coerenti ed integrate fra loro, che convergono verso un obiettivo specifico comune di sviluppo dell’area di cooperazione, tramite un approccio attuativo unitario e transfrontaliero.

•PROGETTI STRATEGICI INTEGRATI “TERRITORIALI”

Ccomplesso di azioni, di natura e dimensioni rilevanti, strettamente coerenti ed integrate fra loro, aventi una dimensione territoriale mirata, chiaramente identificata tramite un approccio misto, di co-progettazione fra territori e Programma, intorno ad azioni chiave definite dai territori stessi (approccio bottom-up).