Programma “Safer Internet”

Programma “Safer Internet”

_

Il Programma “Safer internet”, gestito dalla DG Società dell’Informazione  della Commissione Europea, è finalizzato alla promozione di un uso più sicuro di Internet e delle altre tecnologie di comunicazione,  al fine di adottare adeguate misure di protezione che tutelino l’integrità fisica, mentale e morale dei bambini.

Il Programma sostiene azioni volte a sensibilizzare il pubblico, soprattutto bambini, genitori, assistenti, insegnanti ed educatori, mettendo in luce le opportunità ed i rischi che possono derivare dall’utilizzo delle tecnologie.

Safer Internet si propone di promuovere un ambiente in linea più sicuro, agendo contri i contenuti illegali ed i comportamenti dannosi in linea, come ad esempio  l’adescamento dei minori ed il bullismo, creando punti di contatto e linee di assistenza telefonica diretta, incoraggiando i contenuti positivi ed effettuando studi sugli effetti derivanti dall’uso delle tecnologie telematiche da parte dei bambini.

Il Programma inoltre è finalizzato alla creazione di un’adeguata  base di conoscenze, tramite la promozione di studi, lo scambio di buone pratiche, l’applicazione di soluzioni tecniche, la cooperazione transfrontaliera, garantendo la compatibilità tra l’approccio nell’Unione Europea e quello internazionale.

Lo stanziamento di bilancio del programma relativo al periodo  2009-2013 è pari ad euro 55 milioni.

Safer Internet è articolato in quattro linee di azione generali e relativi sotto temi nell’ambito dei quali sarà possibile implementare i progetti:

Sensibilizzazione del pubblico (risorse destinate:  48% del budget totale)

  • Sensibilizzare il pubblico e diffondere le informazioni sull’uso più sicuro delle tecnologie in linea
  • Creare punti di contatto ai quali i genitori e i bambini potranno rivolgersi per avere una risposta su come navigare in linea in sicurezza, comprese consulenze su come contrastare il grooming e il bullismo in linea
  • Incoraggiare il miglioramento di metodi e strumenti di sensibilizzazione efficaci ed efficienti
  • Garantire lo scambio di migliori prassi e la cooperazione transfrontaliera nell’Ue
  • Garantire lo scambio di migliori prassi e la cooperazione a livello internazionale

Lotta contro i contenuti illeciti e i comportamenti dannosi in linea (risorse destinate:  34% del budget totale)

  • Creare punti di contatto e linee di assistenza telefonica diretta cui il pubblico può segnalare i contenuti illeciti e i comportamenti dannosi in linea, e promuovere l’esistenza di tali servizi
  • Contrastare i comportamenti dannosi in linea, in particolare il grooming e il bullismo
  • Stimolare l’applicazione di soluzioni tecniche per lottare adeguatamente contro i contenuti illeciti e i comportament dannosi in linea e informare l’utente finale delle possibili modalità di applicazione di questa tecnologia
  • Promuovere la collaborazione e lo scambio di informazioni, di esperienze e di migliori prassi tra soggetti interessati a livello nazionale e dell’Unione Europea
  • Rafforzare la collaborazione, lo scambio di informazioni e di esperienze nella lotta contro i contenuti illeciti e i comportamenti dannosi in linea a livello internazionale
  • Ricorrere ai registri dei nomi di dominio qualora non siano ancora registrati e rafforzare la cooperazione esistente

Promozione di un ambiente in linea più sicuro (risorse destinate:  10% del budget totale)

  • Rafforzare la collaborazione, lo scambio di informazioni, di esperienze e di migliori prassi tra soggetti interessati
  • Incoraggiare i soggetti interessati a sviluppare e attuare sistemi di autoregolamentazione e coregolamentazione adeguati
  • Incoraggiare e assistere i fornitori per lo sviluppo di un marchio
  • Stimolare il coinvolgimento dei bambini nella creazione di un ambiente più sicuro
  • Disporre di maggiori informazioni sugli strumenti adeguati di lotta contro i contenuti dannosi in linea
  • Garantire la compatibilità tra l’approccio nell’Unione europea e quello internazionale

Creazione di una base di conoscenze (risorse destinate:  8% del budget totale)

  • Incoraggiare un approccio di indagine coordinato nei settori pertinenti
  • Fornire informazioni aggiornate sull’uso delle tecnologie in linea da parte dei bambini
  • Analizzare le statistiche e le tendenze provenienti dai diversi Stati membri
  • Promuovere gli studi sulla vittimizzazione dei bambini in linea
  • Promuovere lo studio di modi efficaci per rendere più sicuro l’uso delle tecnologie in linea
  • Migliorare la conoscenza degli effetti sui bambini dell’uso di tecnologie esistenti ed emergenti