ANALISI E CONSERVAZIONE DELLA BIODIVERSITA' MARINA

ANALISI E CONSERVAZIONE DELLA BIODIVERSITA' MARINA

_
iten
Codice
87089
ANNO ACCADEMICO
2019/2020
CFU
6 cfu al 1° anno di 10589 CONSERVAZIONE E GESTIONE DELLA NATURA (LM-60) GENOVA

6 CFU al 1° anno di 10723 BIOLOGIA ED ECOLOGIA MARINA (LM-75) GENOVA

6 CFU al 1° anno di 10723 BIOLOGIA ED ECOLOGIA MARINA (LM-6) GENOVA

SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
BIO/05
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (CONSERVAZIONE E GESTIONE DELLA NATURA)
periodo
1° Semestre
moduli
Questo insegnamento è un modulo di:

PRESENTAZIONE

Il corso fornisce gli elementi per l’analisi della biodiversità in ambienti marini e terrestri. Grande rilievo è dato alle metodologie di studio applicabili in campo per misurare e monitorare la biodiversità ed alle relative analisi statistiche possibili

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

L'insegnamento fornisce gli elementi per la definizione e l'analisi della biodiversità. Nello specifico il corso illustra: i) le metodologie di studio e gli strumenti utilizzati in campo per misurare la biodiversità, le tecniche statistiche da applicare nell'analisi dei dati e le strategie per la conservazione della biodiversità.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

La frequenza e la partecipazione alle lezioni frontali previste consentiranno allo studente di acquisire le conoscenze necessarie ad analizzare problematiche inerenti la biodiversità e la conservazione in ambito marino.

Nello specifico lo studente sarà in grado di:

  • Applicare le conoscenze di base acquisite nell’ambito del corso per progettare un piano di monitoraggio della biodiversità marina adottando le metodologie di campionamento ed i test statistici più adatti 
  • Comprendere le problematiche relative alla conservazione in ambiente marino
  • Identificare le priorità di azione nell’ambito di programmi di conservazione in ambiente marino
  • Comprendere le problematiche relative all’identificazione delle specie attraverso metodi morfologici classici
  • Conoscere le principali tecniche molecolari basate sullo studio del DNA per il riconoscimento delle specie

Modalità didattiche

L’insegnamento si articola in 48 ore di lezioni frontali, erogate mediante presentazioni multimediali. La frequenza alle lezioni non è obbligatoria ma è fortemente consigliata. Non sono previste uscite sul campo.

PROGRAMMA/CONTENUTO

Biodiversità e Conservazione

  • Definizioni ed esempi

Specie, comunità e habitat 

  • Definizioni 
e casi di studio
  • ruolo delle specie strutturanti e dei parassiti nel mantenimento della biodiversità
  • networks di interazione ecologica e reti trofiche
  • filogenesi e community assembly

Misurare la biodiversità

  • Definizioni
  • Tecniche ed indici utilizzati nell’analisi della biodiversità
  • diversità α, β e γ
  • problematiche relative a specie rare o elusive
  • tecniche per stimare ricchezza specifica, abbondanza e densità in ambienti marini e terrestri 
  • tecniche specifiche di campionamento e casi di studio (e.g. adaptive sampling, tagging, etc.)
  • sampling bias e possibili correzioni; gap analysis
  • full census species catchability
  • cattura e ricattura
  • analisi multivariata, tecniche parametriche e non parametriche, software dedicati

Conservazione delle specie marine e terrestri

  • definizioni e unità di conservazione (diversità genetica, di specie, di popolazioni)
  • diversità tassonomica e funzionale
  • storia delle popolazioni marine
  • valutazione globale della Biodiversità marina -Census of Marine Life

Diversità genetica 

  • Introduzione alle tecniche molecolari;
  • barcoding e metabarcoding: tecniche e finalità
  • filogeografia

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Non vi sono libri di testo specifici. Tutto il materiale necessario all'apprendimento è contenuto nei power point che sono dati agli studenti a fine corso. E' possibile avere, previa richiesta al docente, tutti i pdf dei lavori scientifici citati nelle slide.

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Concordato direttamente con il docente.

LEZIONI

Modalità didattiche

L’insegnamento si articola in 48 ore di lezioni frontali, erogate mediante presentazioni multimediali. La frequenza alle lezioni non è obbligatoria ma è fortemente consigliata. Non sono previste uscite sul campo.

INIZIO LEZIONI

Le lezioni del primo semestre avranno inizio a partire dal 30 Settembre 2019 ed avranno termine entro il 17 Gennaio 2020, le lezioni del secondo semestre avranno inizio a partire dal 17 Febbraio 2020 e avranno termine entro il 12 Giugno 2020.

Consultare orario dettagliato al seguente link: https://easyacademy.unige.it/portalestudenti/

ESAMI

Modalità d'esame

L’esame consiste in una prova orale, finalizzata a valutare le conoscenze degli elementi fondamentali della materia e la capacità di collegamenti tra i vari argomenti. E’ richiesta la preparazione di un piano di monitoraggio a scelta, riguardante organismi ed ambienti marini, che dovrà essere preparato in forma scritta e consegnato al docente prima dell’esame. Il piano di monitoraggio sarà discusso con il docente durante l’esame e sarà oggetto di valutazione ai fini del voto relativo al modulo. Il voto finale è dato dalla media aritmetica tra i voti dei tre moduli di CONOSCENZA E GESTIONE DELLA BIODIVERSITA' MARINA. La prova può essere sostenuta in maniera indipendente dagli altri due moduli.

Modalità di accertamento

I dettagli sulle modalità di preparazione per l’esame e sul grado di approfondimento richiesto per ogni argomento saranno forniti nel corso delle lezioni, argomento per argomento. L’esame verterà principalmente sugli argomenti trattati durante le lezioni frontali e avrà lo scopo di valutare il livello di conoscenze raggiunto e la capacità di gestire problematiche relative all’analisi ed alla conservazione della biodiversità in ambiente marino. Sarà inoltre valutata la capacità di esporre gli argomenti in modo chiaro e con una terminologia corretta.