Intervento del Fondo per la crescita sostenibile in favore di grandi progetti di ricerca e sviluppo nell’ambito di specifiche tematiche rilevanti per l’“industria sostenibile”

Intervento del Fondo per la crescita sostenibile in favore di grandi progetti di ricerca e sviluppo nell’ambito di specifiche tematiche rilevanti per l’“industria sostenibile”

_

Termini e modalità di presentazione: da definire

Il decreto ministeriale del 15 ottobre 2014, nella Gazzetta Ufficiale n. 282 del 4 dicembre 2014, disciplina l'intervento del Fondo per la crescita sostenibile in favore di grandi progetti di ricerca e sviluppo nell’ambito di specifiche tematiche rilevanti per l’ “industria sostenibile.”

I finanziamenti sono destinati a progetti finalizzati a perseguire un obiettivo di crescita sostenibile che prevedano l'utilizzo delle tecnologie abilitanti fondamentali, come definite nel programma Horizon 2020 (micro-nanoelettronica, nanotecnologia, fotonica, materiali avanzati, sistemi avanzati, biotecnologia industriale) ed abbiano un rapido impatto sulla competitività e immediate applicazioni industriali.

NB Sebbene i beneficiari siano le imprese, l’università può partecipare al progetto come soggetto esterno in misura non inferiore al 10% della spesa complessivamente ammissibile.


Le spese ammissibili devono essere comprese tra 5 e 40 milioni di euro, i finanziamenti coprono il 60% delle spese ammissibili per le piccole e medie imprese e il 50% per quelle di grandi dimensioni.

In aggiunta al finanziamento è concessa un'agevolazione nella forma del contributo diretto alla spesa, fino al 15% delle spese ammissibili per le imprese di piccola e media dimensione e fino al 10% per quelle di grande dimensione.

Il decreto è reperibile alla pagina del sito MiSE:

http://www.sviluppoeconomico.gov.it/index.php/it/normativa/decreti-ministeriali/2031906-decreto-ministeriale-15-ottobre-2014-intervento-del-fondo-per-la-crescita-sostenibile-industria-sostenibile

I termini di presentazione delle domande e le modalità di applicazione dei criteri di valutazione saranno stabiliti con successivi provvedimenti che saranno pubblicati sul sito del Ministero dello Sviluppo Economico.