Bando Agenda Digitale - Nuovo finanziamento del MISE

Bando Agenda Digitale - Nuovo finanziamento del MISE

_

 

Si informa che il MiSE, con DR del 14 luglio 2016, ha messo a disposizione nuove risorse per il bando Agenda Digitale che sarà pertanto riaperto a partire dal 26 ottobre 2016.

Le risorse finanziarie disponibili sono rappresentate 100 milioni a valere sul FRI oltre a 20 milioni del Fondo per la crescita sostenibile.

La domanda di accesso alle agevolazioni potrà essere presentata redatta e presentata in via esclusivamente telematica sul sito del soggetto gestore https://fondocrescitasostenibile.mcc.it/mise-fcs/ dalle ore 10,00 alle ore 19,00 di tutti i giorni lavorativi, dal lunedì al venerdì, a partire dal 26 ottobre 2016.

Le attività per la predisposizione delle domande possono essere avviate dai soggetti proponenti a partire dalle ore 10,00 del 12 ottobre 2016.

Decreto completo e allegati sono reperibili alla pagina

http://www.sviluppoeconomico.gov.it/index.php/it/incentivi/impresa/bando-grandi-progetti-r-s-fri

 

-----------------------------------------

Intervento del Fondo per la crescita sostenibile in favore di grandi progetti di ricerca e sviluppo nel settore delle tecnologie dell’informazione e della comunicazione elettroniche e per l’attuazione dell’”Agenda digitale italiana”

Il decreto ministeriale del 15 ottobre 2014, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 282 del 4 dicembre 2014, disciplina l'intervento del Fondo per la crescita sostenibile in favore di grandi progetti di ricerca e sviluppo finalizzati a sfruttare al meglio il potenziale delle ICT per favorire l'innovazione, il risparmio, la crescita economica e occupazionale e la competitività, ottenendo vantaggi socio-economici sostenibili grazie a un mercato digitale unico basato su Internet veloce e superveloce e su applicazioni interoperabili. I progetti devono essere in grado di esercitare un significativo impatto sullo sviluppo del sistema produttivo e dell'economia del Paese, avvalendosi dell'impiego di specifiche tecnologie abilitanti fondamentali, come definite nell'ambito del programma Horizon 2020.

I finanziamenti sono destinati a progetti finalizzati alla realizzazione di nuovi prodotti, processi o servizi o al notevole miglioramento di prodotti, processi o servizi esistenti, tramite lo sviluppo delle tecnologie abilitanti fondamentali ICT (come declinate nell’allegato 1 del decreto stesso) e con adeguate e concrete ricadute sui settori applicativi.

I soggetti beneficiari sono le imprese che possono presentare i progetti anche congiuntamente mediante ricorso a contratto di rete o altre forme contrattuali di collaborazione (ad esempio consorzio, accordo di partenariato…).

 

NB: L’università può partecipare al progetto come soggetto esterno in misura non inferiore al 10% della spesa complessivamente ammissibile.


I progetti devono prevedere spese ammissibili comprese tra 5 e 40 milioni di euro, i finanziamenti coprono il 60% delle spese ammissibili per le piccole e medie imprese e il 50% per quelle di grandi dimensioni.

Il decreto è reperibile alla pagina del sito MiSE:

http://www.sviluppoeconomico.gov.it/index.php/it/normativa/decreti-ministeriali/2031905-decreto-ministeriale-del-15-ottobre-2014-intervento-del-fondo-per-la-crescita-sostenibile-ict