arrow-down Asset 6 1Asset 5 1close comment down-didattica down envelop facebook file instagram link-esterno marker menu minus Asset 7plus right search arrow-down twitter up-didattica up user youtube linkedin

Università degli Studi di Genova

Via Balbi, 5 - 16126 Genova
Tel. +39 01020991 - Fax +39 010 2099227

People - Azioni Marie Curie

Programma volto a supportare la mobilità e lo sviluppo della carriera dei ricercatori sia provenienti dall'Unione Europea che da Paesi terzi.

È implementato attraverso una serie di azioni dette "Marie Curie":

Link al sito della Commissione Europea CORDIS dedicato a People: http://cordis.europa.eu/fp7/people/home_en.html

SINTESI DELLE PRINCIPALI AZIONI

  • Formazione iniziale dei ricercatori
    Obiettivo: migliorare le prospettive di carriera dei giovani ricercatori sia nel settore pubblico sia nel settore privato ampliando le loro competenze.
  • RETI MARIE CURIE PER LA FORMAZIONE INIZIALE DEI RICERCATORI - Obiettivo della misura è migliorare le prospettive di carriera dei giovani ricercatori nei settori pubblico e privato tramite un meccanismo di rete transnazionale. L'azione sarà quindi implementata con la costituzione di reti di organizzazioni di differenti paesi impegnate nella formazione alla ricerca. Le reti saranno costituite sulla base di un programma di formazione alla ricerca congiunto. DESTINATARI: principalmente ricercatori degli Stati Membri e degli Stati Associati, potranno partecipare anche ricercatori dei paesi terzi. Una rete dovrà comprendere almeno tre organizzazioni (Università, Centri di ricerca, Imprese) di tre differenti paesi. La rete si baserà sullo svolgimento di un programma congiunto di formazione volto soprattutto a sviluppare ed ampliare le competenze di ricerca dei giovani ricercatori. La formazione potrà durare minimo 3 mesi e massimo 36 mesi. I candidati non devono avere risieduto nel paese dove ha sede l'organismo ospitante per più di 12 mesi negli ultimi tre anni. Un ricercatore con doppia nazionalità potrà svolgere un periodo di mobilità nel proprio paese di nazionalità se non vi ha risieduto negli ultimi 5 anni. CONTRIBUTO COMUNITARIO - Il contributo comunitario sarà relativo a: assunzione dei ricercatori che devono essere formati, assunzione di "visiting scientistis" con esperienza, costi di rete e organizzazione di brevi corsi di formazione (workshops, seminari, scuole estive e conferenze).

  • Formazione continua e sviluppo della carriera
    Obiettivo:
    sostenere ricercatori con esperienza nella ricerca ad acquisire nuove specializzazioni e competenze o migliorare una mobilità inter/multidisciplinare o intersettoriale, riprendendo una carriera nella ricerca a seguito di un'interruzione e reintegrare i ricercatori in Europa a seguito di un'esperienza di mobilità transnazionale.
  • BORSE MARIE CURIE INTRA-EUROPEE PER LO SVILUPPO DELLA CARRIERA (IEF) - L'azione sostiene ricercatori con esperienza che intendono acquisite nuove competenze multi/interdisciplinari o che intendono intraprendere un esperienze inter-settoriali. DESTINATARI: ricercatori degli Stati Membri e dei paesi associati che siano in possesso del dottorato o che in alternativa abbiano svolto attività di ricerca per almeno quattro anni dal momento in cui hanno conseguito la laurea. I candidati non devono avere risieduto nel paese dove ha sede l'organismo ospitante per più di 12 mesi negli ultimi tre anni. Un ricercatore con doppia nazionalità potrà svolgere un periodo di mobilità nel proprio paese di nazionalità se non vi ha risieduto negli ultimi 5 anni.

    BORSE MARIE CURIE DI REINSERIMENTO INTRAEUROPEE (ERG) - Sostegno ai ricercatori con esperienza per la loro reintegrazione nella carriera di ricercatore dopo aver svolto un'esperienza di mobilità transnazionale con una borsa Marie Curie. Il progetto consiste nello svolgimento di attività di ricerca nell'istituto di reinserimento la domanda deve essere presentata dal ricercatore in collaborazione con l'istituto ospitante. DESTINATARI: ricercatori degli Stati Membri e dei paesi associati per attività di ricerca dai 12 ai 24 mesi a tempo pieno in possesso del dottorato o che in alternativa abbiano svolto attività di ricerca per almeno quattro anni dal momento in cui hanno conseguito la laurea. I candidati non devono avere risieduto nel paese dove ha sede l'organismo ospitante per più di 12 mesi negli ultimi tre anni. Un ricercatore con doppia nazionalità potrà svolgere un periodo di mobilità nel proprio paese di nazionalità se non vi ha risieduto negli ultimi 5 anni. CONTRIBUTO COMUNITARIO: finanziamento fino a tre anni dello stipendio del ricercatore e/o dei costi delle attività di ricerca (stipendio di tecnici o assistenti), viaggi, materiali di consumo, brevetti, pubblicazione.

    PARTENARIATI E PERCORSI INDUSTRIA -UNIVERSITÀ (IAPP)- Obiettivo: stimolare la mobilità intersettoriale e aumentare la conoscenza condividendo in partenariato congiunto nell'ambito di programmi di cooperazione di lungo termine fra Università e industrie. I progetti sono svolti in collaborazione fra una o più università/centri di ricerca da un lato e una o più imprese dall'altro sulla base di un programma congiunto di cooperazione. I partecipanti devono essere di differenti Stati Membri della UE. I proponenti assumono e/o ospitano ricercatori eligibili e contribuiscono direttamente all'implementazione di programmi di cooperazione di lungo termine. Il progetto può essere coordinato indifferentemente dal partner industriale o da quello accademico. DESTINATARI: alla misura possono partecipare sia cd. giovani ricercatori sia ricercatori con esperienza. Per poter partecipare agli scambi i ricercatori devono aver svolto attività di ricerca presso l'istituto di provenienza per almeno un anno. I periodi di mobilità potranno essere di minimo 2 mesi e massimo due anni. L'organizzazione di provenienza dovrà garantire al ricercatore in mobilità un contratto della durata di almeno un anno al termine del periodo di mobilità per consentire di sviluppare ulteriormente la conoscenza acquisita. In caso di personale nuovo assunto sul progetto deve trattarsi di ricercatori con esperienza di uno Stato Membro, Associato o di paesi terzi con diversa nazionalità rispetto al paese presso la cui struttura svolgeranno attività di ricerca. Questi ricercatori dovranno essere assunti per uno o due anni. I candidati non devono avere risieduto nel paese dove ha sede l'organismo ospitante per più di 12 mesi negli ultimi tre anni. - CONTRIBUTO COMUNITARIO: costi relativi al distacco imprese-università, costi relativi all'ospitalità temporanea dei ricercatori con esperienza assunti al di fuori del partenariato, costi di rete e organizzazione di workshops e conferenze volti a migliorare l'esperienza intersettoriale e lo scambio di esperienze fra i membri dello staff di entrambi i settori. Per le Piccole e Medie Imprese coinvolte nel progetto viene attribuito un contributo per piccole attrezzature collegato alla loro partecipazione al progetto. L'attrezzatura deve essere necessaria per l'esecuzione del progetto congiunto e il contributo comunitario a tale costo non potrà comunque superare il 10% del totale del contributo comunitario al progetto.

  • Dimensione Internazionale
    Obiettivo
    : contribuire all'apprendimento continuo e allo sviluppo della carriera dei ricercatori europei, attrarre in Europa ricercatori di altri paesi
  • BORSE MARIE CURIE INTERNAZIONALI IN USCITA PER LO SVILUPPO DELLA CARRIERA (OIF) - Sostegno finanziario a progetti di mobilità presentati da ricercatori con esperienza in collaborazione con l'organismo ospitante di un paese terzo un periodo totale di tre anni. Il progetto dovrà obbligatoriamente contenere un programma di ricerca coerente per l'intera durata del contratto così strutturato: una fase iniziale di uscita di uno o due anni e una seconda fase, obbligatoria, di reinserimento di un anno (ritorno presso l'istituto di provenienza) in uno Stato Membro o Associato. DESTINATARI: ricercatori degli Stati Membri o Associati della UE laureati in possesso di dottorato di ricerca o in alternativa che hanno svolto attività di ricerca a tempo pieno per almeno quattro anni dal conseguimento della laurea. I candidati non devono avere risieduto nel paese dove ha sede l'organismo ospitante per più di 12 mesi negli ultimi tre anni. Un ricercatore con doppia nazionalità potrà svolgere un periodo di mobilità nel proprio paese di nazionalità se non vi ha risieduto negli ultimi 5 anni.

    BORSE MARIE CURIE INTERNAZIONALI IN ENTRATA (IIF) - La misura è volta a promuovere l'eccellenza scientifica degli Stati Membri e dei Paesi Associati condividendo la conoscenza con ricercatori di livello mondiale che dai paesi terzi vengono a svolgere ricerca in Europa. Nel caso di ricercatori che provengono da paesi terzi della cooperazione internazionale è prevista l'assistenza per il rientro nel paese di origine. La borsa ha una durata totale di uno o due anni. DESTINATARI: ricercatori dei paesi terzi che non devono aver trascorso in Europa più di tre anni negli ultimi quattro anni. Al momento della domanda il ricercatore deve: essere in possesso del dottorato di ricerca o aver svolto attività di ricerca a tempo pieno per quattro anni dal conseguimento della laurea.

    CONTRIBUTI PER IL REINSERIMENTO INTERNAZIONALE (IRG) - La misura ha l'obiettivo di far rientrare in Europa ricercatori che hanno svolto attività di ricerca all'estero per almeno tre anni. Il ricercatore riceverà un sostegno finanziario da due a quattro anni per realizzare in progetto di reintegrazione internazionale presso un istituto ospitante della Unione Europea o Paesi Associati. Il progetto potrà riguardare attività di ricerca, formazione, insegnamento, trasferimento di conoscenza, sfruttamento commerciale, diffusione, sviluppo di collaborazioni con il settore scientifico e/o industriale del paese terzo dal quale il ricercatore rientra. DESTINATARI: ricercatori con esperienza degli Stati Membri o associati che al momento della domanda sono stati a svolgere attività di ricerca in un paese terzo per almeno tre anni. Al momento della domanda il ricercatore non deve aver trascorso più di 12 mesi un uno Stato Membro o Associato nei tre anni precedenti. CONTRIBUTO COMUNITARIO: il finanziamento comunitario sarà conferito per un periodo compreso fra i due e i quattro anni e coprirà i costi dello stipendio del ricercatore e/o i costi relativi alla reintegrazione come ad esempio spese di personale sul progetto, costi di viaggio, materiale di consumo, brevettazione, pubblicazioni.

  • Azioni Specifiche
    Obiettivo
    : rimozione degli ostacoli alla mobilità e migliorare le prospettive di carriera dei ricercatori in Europa.
  • La notte dei ricercatori - Attività: evento - Obiettivo: avvicinare i ricercatori al pubblico ed evidenziare l'importanza del loro ruolo per la società. Il progetto dovrà avere la massima copertura geografica negli Stati Membri e nei Paesi Associati. La proposta può essere presentata da qualunque persona giuridica pubblica/privata degli Stati Membri della UE e dei Paesi Associati.
    Premi Marie Curie - L'azione ha lo scopo di esprimere un riconoscimento pubblico dell'eccellenza scientifica raggiunta da ricercatori che hanno beneficiato di contributi Marie Curie per almeno 12 mesi nell'ambito del Sesto Programma Quadro. Saranno conferiti 5 premi per anno a singoli individui. Gli interessati possono fare domanda direttamente o possono essere nominati da altri. Ogni premio sarà di euro 50 000,00.

    A cura di: Servizio Supporto alla Ricerca | Last Update: 10/03/2009