PROVA FINALE

PROVA FINALE

_
iten
Ultimo aggiornamento 15/06/2021 13:50
Codice
61899
ANNO ACCADEMICO
2021/2022
CFU
38 cfu al 2° anno di 9020 CHIMICA INDUSTRIALE (LM-71) GENOVA
SEDE
GENOVA (CHIMICA INDUSTRIALE )
materiale didattico

PRESENTAZIONE

La prova finale consente allo studente l’acquisizione dei CFU correlati allo svolgimento di una tesi sperimentale su un argomento originale da effettuarsi presso un laboratorio di ricerca sotto la guida di un relatore nominato dal CCS del corso di laurea.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

La prova finale richiede lo svolgimento di una tesi sperimentale su un argomento originale che può essere condotta presso i laboratori di ricerca del Dipartimento di Chimica e Chimica Industriale dell’Università di Genova o, a richiesta, presso strutture esterne, nazionali o estere (Università, laboratori o enti di ricerca pubblici o privati, industrie pubbliche o private), sotto la guida di un Relatore. I risultati dell’attività saranno esposti in una dissertazione scritta elaborata in modo originale dallo studente sotto la guida di un Relatore e discussa oralmente di fronte a una Commissione comprendente docenti del corso di Laurea Magistrale e/o esperti del settore. Nel corso della tesi lo studente acquisirà le competenze e le metodologie necessarie per affrontare in modo sistematico problematiche di ricerca (di base e/o applicata) nonchè analizzare e riportare in modo rigoroso e chiaro i risultati ottenuti.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Scopo della prova finale è verificare che lo studente abbia acquisito le competenze e le capacità adeguate a sviluppare un programma di ricerca sperimentale su un argomento originale, seppur sotto la guida di un Relatore.

Nel corso dell’attività sperimentale, della durata non inferiore a 7 mesi, lo studente dovrà dimostrare di essere in grado di:

  • svolgere in modo sistematico e autonomo i compiti affidatagli;
  • organizzare e gestire l’attività sperimentale;
  • utilizzare in modo appropriato la strumentazione messa a disposizione;
  • lavorare in gruppo;
  • consultare la letteratura pertinente all’attività sperimentale;
  • analizzare e valutare criticamente i dati acquisiti;
  • riportare in modo rigoroso e chiaro i risultati ottenuti in una dissertazione scritta, elaborata in forma originale con lessico e terminologia appropriati.

In sede di seminario pre-laurea e di sessione di laurea lo studente dovrà dimostrare di essere in grado di:

  • esporre oralmente la tematica affrontata e i dati ottenuti in modo chiaro, conciso e rigoroso;
  • discutere i risultati conseguiti;
  • rispondere alle domande della commissione di laurea sul lavoro svolto.

Modalità didattiche

Il CCS predispone un Regolamento dettagliato specifico per l'attività di tesi e per la prova finale consultabile agli indirizzi:

https://corsi.unige.it/9020/p/laureandi-tesi-progetti

https://chimica.unige.it/sites/dcci.unige.it/files/pagine/REGOLAMENTO_PROVA-FINALE_LM-CI_Aprile2021_FINALE.pdf

 

Lo studente, in accordo con il Relatore, sceglie un primo Correlatore a cui il CCS affiancherà un secondo Correlatore tra i docenti della Scuola di Scienze MFN. I Correlatori avranno il compito di seguire criticamente lo svolgimento della ricerca e dovranno essere informati periodicamente dal laureando sugli sviluppi dell’attività sperimentale.

Almeno 11 giorni prima dell’esame di laurea, il candidato dovrà far pervenire una copia della tesi, in formato elettronico, a tutti i membri della Commissione che presiede al seminario pre-laurea.

Di norma, 7 giorni prima dell'esame di laurea il laureando dovrà esporre il contenuto della sua tesi in un seminario pubblico, a cui assisteranno, oltre ai Relatori ed ai Correlatori, tutti i componenti della sudetta Commissione di Laurea. Nel corso del seminario pre-laurea, il laureando avrà a disposizione 30-40 minuti per l’esposizione della tesi e 20-30 minuti per la discussione dei risultati. E’ consentito l’utilizzo di supporti elettronici.

I Relatori e i Correlatori impossibilitati a partecipare al seminario pre-laurea dovranno far prevenire al Presidente della suddetta Commissione un giudizio scritto sulla tesi almeno tre giorni prima della data del seminario.

La composizione della Commissione che presiede al seminario pre-laurea deve, a meno di giustificate cause di forza maggiore, essere identica a quella della Commissione di laurea.

PROGRAMMA/CONTENUTO

La prova finale consiste in una tesi sperimentale della durata di non meno di sette mesi corrispondenti a 38 CFU. I risultati dell’attività sperimentale saranno esposti in una dissertazione scritta elaborata in modo originale dallo studente sotto la guida di un Relatore e discussa oralmente di fronte a una Commissione comprendente docenti del corso di Laurea Magistrale e/o esperti del settore.

Di norma, lo studente dovrà aver acquisito almeno 50 CFU prima di iniziare il lavoro di tesi. Motivate eccezioni a questa regola potranno essere prese in considerazione per studenti che abbiano già acquisito 44 CFU ad insindacabile giudizio della Commissione per i Requisiti Curriculari.

Lo studente sceglie liberamente un Relatore e, di concerto con quest’ultimo, il tema della tesi di laurea, che deve essere in accordo con gli obiettivi formativi della Laurea Magistrale.

Il Relatore del lavoro di tesi deve essere un docente ufficiale del corso di Laurea Magistrale in Chimica Industriale, oppure un altro docente della Scuola di Scienze MFN dell’Università di Genova. Qualora si tratti di tesi da svolgere in una struttura diversa dal Dipartimento di afferenza del primo Relatore, tale scelta dovrà essere approvata dal CCS, che dovrà sottoporre a valutazione anche gli elementi di idoneità riscontrabili nella sede proposta.

Dettagliate informazioni sulla prova finale del corso di laurea in Chimica Industriale possono essere reperite all’indirizzo:

https://chimica.unige.it/node/408

Una panoramica degli argomenti disponibili per la tesi di laurea – frequentemente aggiornati per tener conto dell’evoluzione dell’attività di ricerca svolta dai docenti - è disponibile all’indirizzo:

https://chimica.unige.it/sites/dcci.unige.it/files/pagine/Tesi_disponibili-Available_Internships_all_0.pdf

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Testi e bibliografia non possono essere definiti a priori, in quanto strettamente correlati alla tematica scelta per la tesi sperimentale.

LEZIONI

Modalità didattiche

Il CCS predispone un Regolamento dettagliato specifico per l'attività di tesi e per la prova finale consultabile agli indirizzi:

https://corsi.unige.it/9020/p/laureandi-tesi-progetti

https://chimica.unige.it/sites/dcci.unige.it/files/pagine/REGOLAMENTO_PROVA-FINALE_LM-CI_Aprile2021_FINALE.pdf

 

Lo studente, in accordo con il Relatore, sceglie un primo Correlatore a cui il CCS affiancherà un secondo Correlatore tra i docenti della Scuola di Scienze MFN. I Correlatori avranno il compito di seguire criticamente lo svolgimento della ricerca e dovranno essere informati periodicamente dal laureando sugli sviluppi dell’attività sperimentale.

Almeno 11 giorni prima dell’esame di laurea, il candidato dovrà far pervenire una copia della tesi, in formato elettronico, a tutti i membri della Commissione che presiede al seminario pre-laurea.

Di norma, 7 giorni prima dell'esame di laurea il laureando dovrà esporre il contenuto della sua tesi in un seminario pubblico, a cui assisteranno, oltre ai Relatori ed ai Correlatori, tutti i componenti della sudetta Commissione di Laurea. Nel corso del seminario pre-laurea, il laureando avrà a disposizione 30-40 minuti per l’esposizione della tesi e 20-30 minuti per la discussione dei risultati. E’ consentito l’utilizzo di supporti elettronici.

I Relatori e i Correlatori impossibilitati a partecipare al seminario pre-laurea dovranno far prevenire al Presidente della suddetta Commissione un giudizio scritto sulla tesi almeno tre giorni prima della data del seminario.

La composizione della Commissione che presiede al seminario pre-laurea deve, a meno di giustificate cause di forza maggiore, essere identica a quella della Commissione di laurea.

INIZIO LEZIONI

Il calendario delle sessioni di laurea è reperibile all'indirizzo:

https://corsi.unige.it/9020/p/laureandi-calendario-commissioni

ORARI

L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile su EasyAcademy.

ESAMI

Modalità d'esame

Nel corso dell’anno accademico sono fissate di norma 8 sessioni di laurea, presiedute da una Commissione di laurea costituita da almeno cinque elementi.

Il CCS predispone un Regolamento dettagliato specifico per lo svolgimento dell’esame di laurea consultabile all’indirizzo:

https://chimica.unige.it/sites/dcci.unige.it/files/pagine/REGOLAMENTO_PROVA-FINALE_LM-CI_Aprile2021_FINALE.pdf

 

Il candidato non potrà sottoporsi all’esame finale prima di 7 mesi dall’inizio della tesi.

Il tempo a disposizione per ciascun candidato per esporre la tesi con l’ausilio di un supporto elettronico e per rispondere alle domande della Commissione è di 10—15 minuti.

In casi di emergenza e solo in seguito a specifiche disposizioni emanate espressamente dall’Ateneo di Genova, la modalità di svolgimento dell’esame finale potranno essere modificate fino a prevedere la possibilità di sostenere la prova on line.

Al termine dell’esposizione, la Commissione si riunisce per la definizione del voto di laurea che sarà espresso in centodecimi sommando i seguenti contributi:

  1. media pesata sui crediti acquisiti per gli insegnamenti del corso di laurea comprensivi degli insegnamenti sovrannumerari;
  2. valutazione dell’attività seminariale, espressa con un punteggio da 0 a 1 anche in termini frazionari;
  3. valutazione del curriculum scolastico (sarà aggiunto 1 punto al candidato che si laurea in corso);
  4. valutazione del lavoro di tesi, espressa collegialmente dalla Commissione di laurea con punteggio fino a 6 punti.

Ai candidati che si laureano in corso e hanno acquisito almeno 12 CFU all’estero sarà riconosciuto 1 punto addizionale come premio.

Ai candidati che raggiungono un punteggio complessivo di 112/110 la Commissione potrà attribuire la lode per delibera all’unanimità.

Modalità di accertamento

Intento principale dell’esame finale è verificare l’acquisita capacità dello studente di argomentare le tematiche sviluppate nel corso della tesi sperimentale e discutere criticamente i risultati ottenuti.

I criteri seguiti dalla Commissione di laurea sono elencati di seguito.

Per la dissertazione scritta: chiarezza dei contenuti e capacità di sintesi, utilizzo di lessico e terminologia adeguati, cura nel format del testo, cura nella selezione dei riferimenti bibliografici.

Per l’esposizione orale: padronanza nell’argomentazione dei contenuti, efficacia nell’espressione sia verbale sia grafica, capacità di valutare criticamente i risultati ottenuti, capacità di rispondere adeguatamente alle domande della Commissione di laurea e partecipare attivamente alla discussione.

ALTRE INFORMAZIONI

Per ulteriori informazioni rivolgersi ai Proff. Davide Comoretto e Marina Alloisio. Entrambi i docenti ricevono tutti i giorni su appuntamento.