STORIA MODERNA

STORIA MODERNA

_
iten
Ultimo aggiornamento 31/05/2021 11:17
Codice
104953
ANNO ACCADEMICO
2021/2022
CFU
9 cfu al 2° anno di 11161 SCIENZE DELL'AMMINISTRAZIONE E DELLA POLITICA (L-16) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
M-STO/02
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (SCIENZE DELL'AMMINISTRAZIONE E DELLA POLITICA )
periodo
2° Semestre
materiale didattico

PRESENTAZIONE

Il corso fornisce una accurata conoscenza dei caratteri, degli avvenimenti e dei processi tipici dell’età moderna (XV-XVIII sec.), intesa come periodo cruciale dell’evoluzione storica dall’età antica alla contemporaneità.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Il corso si propone di fornire una adeguata conoscenza dei temi più caratteristici e significativi della storia del mondo moderno (secc. XV-XIX), intesa come un periodo cruciale dell'evoluzione storica dall'età antica alla contemporaneità.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Al termine del corso lo studente che ha frequentato attivamente le lezioni e/o che si è adeguatamente preparato sui testi consigliati:

a) conoscerà i principali avvenimenti dell'età moderna, con particolare riferimento agli aspetti e alle problematiche che accompagnano l’evoluzione delle politiche e delle relazioni internazionali all’interno e all’esterno del continente europeo e comprenderà i più importanti fattori che hanno causato tali mutamenti, possedendo quindi migliori strumenti critici di comprensione dell'odierno sistema sociale, politico, economico e culturale (knowledge and understanding).

b) saprà applicare le conoscenze acquisite e gli strumenti critici sviluppati nell'attività di prosecuzione della propria carriera universitaria, riuscendo a comprendere con maggiore sicurezza le cause e concause dei fenomeni sociali e politici (applying knowledge and understanding).

c) possiederà una soddisfacente autonomia di giudizio in merito ai processi che hanno caratterizzato il divenire storico nonché in merito alle cause plurifattoriali della contemporaneità. L'utilizzo della metodologia della ricerca storica e delle fonti secondarie rappresenta un'ottimo punto di partenza per l'acquisizione di tali abilità (making judgements).

d) sarà capace di comunicare efficacemente le proprie idee e le proprie opinioni, anche grazie a un auspicabile utilizzo del confronto in aula tra colleghi e con il docente sui temi di volta in volta proposti (communication skills).

e) acquisirà nozioni e metodo propedeutici a integrare il lavoro svolto per la preparazione dell’esame di Storia moderna con il corso di studi in Scienze dell'Amministrazione e della Politica, utili ad apprendere le nozioni e i concetti basilari delle discipline che lo informano (learning skills).

Tali obiettivi si realizzano mediante le lezioni frontali, i seminari e le esercitazioni programmati durante il semestre e la preparazione sui testi indicati allo scopo ultimo di sviluppare una comprensione critica di nessi e cesure, snodi e persistenze in un ambito cronologico-temporale che unisca imprescindibilmente passato e presente e, conseguentemente, passato, presente e futuro.

Modalità didattiche

Salvo diverse indicazioni dovute all'evoluzione della situazione sanitaria, il corso si svolgerà in modalità tradizionale cioè in presenza con lezioni frontali. Durante il corso verranno utilizzate alcune modalità di didattica innovativa (in particolare debate e attività basate su sistemi di game based learning).

PROGRAMMA/CONTENUTO

Introduzione al corso;

Che cos'è la Storia; Etimologia e significati

Storia e periodizzazione;

Cenni di metodologia della ricerca storica;

I caratteri della modernità;

Il Rinascimento;

La nascita e l'affermazione degli stati moderni;

Riforma protestante e Riforma cattolica;

La crisi del XVII secolo;

L'Inghilterra tra le due Rivoluzioni;

L'età dei Lumi;

La Rivoluzione Francese;

N.B. Durante il Corso verrà proposta agli studenti un'attività seminariale integrativa sul tema della Public history prevista per l'acquisizione di 1 o 2 CFU.

 

TESTI/BIBLIOGRAFIA

1. M. ROSA - M. VERGA, La storia moderna. 1450-1870, Bruno Mondadori ed., 2003.

2. R. REPETTI, La nuova spiritualità dell'età moderna, Genova, ECIG, 2021

Si consiglia anche la lettura del volume V. FRAJESE, Il processo a Galileo. Il falso e la sua prova, Ed. Morcelliana, 2021

N.B.: I contenuti esposti a lezione, per gli studenti frequentanti, servono ad integrazione, chiarimento e approfondimento dello studio dei testi.
Per gli studenti interessati ad approfondire singoli temi di studio verranno indicate letture specifiche durante il corso o gli incontri mediante il portale Aulaweb.

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Martedì dalle 14 alle 17 (V piano Torre centrale ex Albergo dei Poveri), prima o dopo le lezioni, su appuntamento o in modalità telematica su piattaforma Microsoft teams (cod. 6e2etdl)

LEZIONI

Modalità didattiche

Salvo diverse indicazioni dovute all'evoluzione della situazione sanitaria, il corso si svolgerà in modalità tradizionale cioè in presenza con lezioni frontali. Durante il corso verranno utilizzate alcune modalità di didattica innovativa (in particolare debate e attività basate su sistemi di game based learning).

INIZIO LEZIONI

14.2.2022

ORARI

L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile su EasyAcademy.

ESAMI

Modalità d'esame

L'esame si svolge in forma orale. E' costituito da un colloquio tra docente ed esaminando della durata di circa 20 minuti. Per gli studenti frequentanti la maggior parte del colloquio verterà sugli argomenti trattati a lezione e nei testi consigliati. Per gli studenti non frequentanti il colloquio verterà sugli argomenti presenti nei testi indicati in programma.

Modalità di accertamento

Durante l'esame finale il candidato è tenuto a dimostrare una discreta preparazione sui testi adottati e, se frequentante, sugli argomenti svolti a lezione. Tale preparazione è accertata mediante una discussione con l'esaminatore.

In linea di massima, la votazione terrà conto dei seguenti range:

valutazione degli aspetti nozionistici: fino a 10/30;
valutazione delle capacità di elaborazione: fino a 15/30;

valutazione delle capacità comunicative:  fino a 5/30