DIRITTO AMMINISTRATIVO EUROPEO E COMPARATO

DIRITTO AMMINISTRATIVO EUROPEO E COMPARATO

_
iten
Codice
104952
ANNO ACCADEMICO
2021/2022
CFU
6 cfu al 3° anno di 8776 SCIENZE POLITICHE E DELL'AMMINISTRAZIONE (L-16) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
IUS/21
SEDE
GENOVA (SCIENZE POLITICHE E DELL'AMMINISTRAZIONE )
periodo
2° Semestre

PRESENTAZIONE

Il corso si propone di fornire un’adeguata conoscenza delle principali tematiche del diritto amministrativo in prospettiva comparatistica, in particolare: 1) i modelli amministrativi nella loro evoluzione storica; 2) il contesto costituzionale e le fonti; 3) il procedimento amministrativo; 4) i rimedi contro le decisioni amministrative; 5) la distribuzione territoriale del potere, lo sviluppo della multi-level governance e la formazione di un diritto amministrativo europeo.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

L’insegnamento si propone di fornire la conoscenza, in chiave comparatistica, delle fonti del diritto amministrativo, dell’organizzazione e dell’attività delle Amministrazioni pubbliche, nonché delle linee generali della giustizia amministrativa (ove esistente), nei principali modelli amministrativi dello Stato contemporaneo e nell’Unione europea, con particolare attenzione all’evoluzione di tali modelli nella prospettiva dello sviluppo della governance multi-livello. Il tutto nell’ottica di fornire agli studenti cognizioni su, e capacità di relazionarsi con, contesti amministrativi diversi da quello nazionale, ma con questo interagenti a più livelli.
 

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Obiettivi formativi (dettaglio):

Il corso mira a:

- Introdurre alla conoscenza dei principali modelli di diritto amministrativo e della loro evoiluzione, anche alla luce dei recenti mutamenti portati, da un lato, dai processi di devoluzione e, d'altro lato, da quelli di integrazione, specie europea; introdurre alla categoria del governo multi-livello;

- Approfondire la conoscenza dei principi costituzionali e legislativi e delle istituzioni fondamentali dell'amministrazione pubblica, specie nella forma di Stato liberal-democratica;

- Accostarsi alla conoscenza degli elementi politici e degli strumenti di controllo che, attraverso gli organi di vertice dei Poteri legislativo ed esecutivo, possono condizionare l'organizzazione e il funzionamento dell'amministrazione pubblica;

- Comprendere i meccanismi di controllo sulla pubblica amministrazione e di protezione dei diritti e degli interessi dei cittadini nei loro rapporti con la stessa, il loro funzionamento ed in particolare il ruolo svolto dagli organi giurisdizionali;

- Approfondire la comprensione dei meccanismi di riparto delle competenze amministrative nel quadro degli Stati federali e regionali e dello sviluppo dell'integrazione europea.

Risultati di apprendimento attesi: 

Al termine dell’insegnamento lo studente dovrà essere in grado di:

- conoscere ed utilizzare correttamente il linguaggio giuridico-amministrativo;

- integrare gli approcci giuridico e politologico nello studio dei temi dell’insegnamento, in modo da sviluppare buone capacità di analisi critica e multidimensionale;

- comprendere e ricostruire le ragioni storiche, socio-politiche e culturali che hanno guidato lo sviluppo dei diversi modelli di diritto amministrativo;

- identificare i diversi modelli di diritto amministrativo ed illustrarne il funzionamento, applicando dove necessario anche categorie scientifiche extra-giuridiche (politologiche, storiche, ecc.);

- applicare correttamente le metodologie comparatistiche nell’esame e nella valutazione critica di istituti giuridici e strutture di organizzazione delle pubbliche amministrazioni;

- ricostruire, motivare e valutare criticamente il concreto funzionamento di un ordinamento amministrativo, attraverso l’analisi critica di testi, documenti giuridici e prassi, nonché di ogni altro elemento storico e fattuale che acquisti rilievo in tale prospettiva;

- esporre compiutamente informazioni, idee, problemi e soluzioni, relativi ai contenuti della disciplina, a interlocutori specialisti e non;

- eventualmente formulare suggerimenti ragionati e motivati di riforma istituzionale, normativa e organizzativa, alla luce degli elementi informativi e delle metodologie comparatistiche acquisiti.

PREREQUISITI

Per affrontare efficacemente i contenuti dell’insegnamento appare necessaria la conoscenza dei concetti fondamentali del diritto pubblico (costituzionale ed amministrativo) nazionale ed europeo e della scienza dell'amministrazione.

Pur in mancanza di una propedeuticità formalizzata, quindi, si consiglia di aver già sostenuto o di preparare contestualmente gli esami di “Istituzioni di Diritto Pubblico”, "Diritto Amministrativo", "Diritto dell'Unione Europea" e “Scienza dell'Amministrazione”.

Modalità didattiche

L'insegnamento prevede 36 ore e garantisce 6 CFU.

Le modalità di tenuta del corso dipendono dall'andamento della crisi sanitaria in corso: se possibile, il corso si terrà in presenza o, in subordine, in modalità mista, cioè in presenza, ma con contestuale diffusione della lezione tramite la piattaforma TEAMS. In caso di aggravamento della situazione sanitaria, le lezioni potrebbero però essere svolte soltanto a distanza, sempre tramite la piattaforma TEAMS. In ogni caso, a sostegno del corso verrà sistematicamente utilizzata la piattaforma Aulaweb.

Le lezioni in presenza si svolgeranno presso il polo didattico dell'Albergo dei Poveri (piazzale Emanuele Brignole 2a cancello, 16125 Genova), negli orari che verranno indicati più avanti. Le lezioni in streaming (sia che costituiscano l'unica modalità di erogazione delle lezioni stesse, sia che si inseriscano nella didattica mista) si svolgeranno sulla piattaforma TEAMS, sul team "Prof Aristide Canepa 2021/22" (codice di accesso qmp6b5p ), canale Diritto Amministrativo Europeo e Comparato. La registrazione o meno delle lezioni ad opera del docente dipenderà dalle modalità di svolgimento del corso. Sarà in ogni caso cura del docente caricare le eventuali registrazioni e i materiali didattici sulla piattaforma AulaWeb, nel canale specificamente dedicato al corso, in modo da consentire la massima fruibilità sia a chi può seguire le lezioni in presenza o in streaming, sia a chi non può farlo.

Il corso si svolgerà attraverso lezioni frontali, eventualmente integrate da slide e/o da altri supporti didattici, ma potrà comprendere anche attività seminariali e di ricerca guidata da parte degli studenti, con successiva esposizione pubblica.

In alcuni casi, il docente potrebbe provvedere a distribuire o segnalare in anticipo, tramite Aulaweb, letture ed approfondimenti (anche in lingue straniere) che possano risultare utili agli studenti per prepararsi alle lezioni successive.

Potranno inoltre far parte integrante del corso anche lezioni, conferenze e convegni in materia, che verranno in tal caso segnalati dal docente a lezione e tramite AulaWeb.

Gli studenti sono quindi caldamente invitati ad iscriversi alla pagina AulaWeb del corso, che costituisce il canale di comunicazione ufficiale tra il docente e gli studenti ed attraverso cui verranno fornite tutte le indicazioni necessarie alla didattica (ivi comprese le eventuali variazioni nelle modalità di erogazione del corso).

PROGRAMMA/CONTENUTO

Il corso tratta le principali tematiche del diritto amministrativo in prospettiva comparatistica, in particolare:

1) i modelli amministrativi nella loro evoluzione storica;

2) l'influenza della forma di Stato, del tipo di Stato e della forma di governo sui modelli di diritto amministrativo;

3) il contesto costituzionale e le fonti in materia;

4) il procedimento amministrativo;

5) i sistemi di controllo parlamentare sull'amministrazione pubblica

6) i sistemi di controllo e i rimedi interni contro le decisioni amministrative;

7) i sistemi di controllo e i rimedi giurisdizionali contro le decisioni amministrative;

8) la distribuzione territoriale del potere, lo sviluppo della multi-level governance e la formazione di un diritto amministrativo europeo.

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Oltre agli appunti delle lezioni ed al materiale messo a disposizione dal docente su AulaWeb, si suggerisce l'utilizzo dei seguenti volumi:

- D'ALBERTI Marco, Diritto amministrativo comparato, Il Mulino, Bologna, 2019; e

- GALETTA Diana-Urania (a cura di), Diritto amministrativo nell'Unione europea, Giappichelli, Torino, 2020.

I volumi sopra indicati sono suggeriti come testi d’appoggio, ma gli studenti possono comunque utilizzare anche altri testi di Diritto amministrativo comparato e/o europeo di livello universitario, purché tali testi garantiscano la copertura dell’intero programma indicato e siano stati pubblicati negli ultimi 5 anni.

Nel corso dell’anno, potranno essere segnalati volumi alternativi per gli studenti stranieri e testi di approfondimento, per chi sia particolarmente interessato al Corso.

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Sino alla fine del mese di luglio 2021, il ricevimento del prof. Canepa si svolgerà il martedì dalle 16 alle 18 sulla piattaforma Teams, sul team "Prof Aristide Canepa 2020/21" (codice d'accesso jtokuk3 ), canale Ricevimento Studenti prof Canepa. Eventuali modifiche temporanee dell'orario di ricevimento verranno tempestivamente segnalate sulla chat dello stesso canale. A partire dall'ultima settimana di agosto 2021 e per tutto l'anno accademico 2021/22, il ricevimento del prof. Canepa si svolgerà secondo due modalità: 1) on-line, il martedì pomeriggio, dalle hh. 16 alle 18, sul team "Prof Aristide Canepa 2021/22" (codice di accesso qmp6b5p ), canale Ricevimento Studenti 2) in presenza, il mercoledì mattina, dalle 10 alle 12, presso il proprio ufficio nel Dipartimento di Scienze Politiche (DISPO), P.le E. Brignole 3a canc., stanza 3/77, torre centrale, 16125 Genova, nonché su appuntamento. Eventuali modifiche temporanee dell'orario di ricevimento (sia on-line che in presenza) verranno tempestivamente segnalate sulla chat del succitato canale Teams. Inoltre, il docente può essere contattato a margine delle lezioni o in qualsiasi momento tramite posta elettronica ( aristide.canepa@unige.it ).  

LEZIONI

Modalità didattiche

L'insegnamento prevede 36 ore e garantisce 6 CFU.

Le modalità di tenuta del corso dipendono dall'andamento della crisi sanitaria in corso: se possibile, il corso si terrà in presenza o, in subordine, in modalità mista, cioè in presenza, ma con contestuale diffusione della lezione tramite la piattaforma TEAMS. In caso di aggravamento della situazione sanitaria, le lezioni potrebbero però essere svolte soltanto a distanza, sempre tramite la piattaforma TEAMS. In ogni caso, a sostegno del corso verrà sistematicamente utilizzata la piattaforma Aulaweb.

Le lezioni in presenza si svolgeranno presso il polo didattico dell'Albergo dei Poveri (piazzale Emanuele Brignole 2a cancello, 16125 Genova), negli orari che verranno indicati più avanti. Le lezioni in streaming (sia che costituiscano l'unica modalità di erogazione delle lezioni stesse, sia che si inseriscano nella didattica mista) si svolgeranno sulla piattaforma TEAMS, sul team "Prof Aristide Canepa 2021/22" (codice di accesso qmp6b5p ), canale Diritto Amministrativo Europeo e Comparato. La registrazione o meno delle lezioni ad opera del docente dipenderà dalle modalità di svolgimento del corso. Sarà in ogni caso cura del docente caricare le eventuali registrazioni e i materiali didattici sulla piattaforma AulaWeb, nel canale specificamente dedicato al corso, in modo da consentire la massima fruibilità sia a chi può seguire le lezioni in presenza o in streaming, sia a chi non può farlo.

Il corso si svolgerà attraverso lezioni frontali, eventualmente integrate da slide e/o da altri supporti didattici, ma potrà comprendere anche attività seminariali e di ricerca guidata da parte degli studenti, con successiva esposizione pubblica.

In alcuni casi, il docente potrebbe provvedere a distribuire o segnalare in anticipo, tramite Aulaweb, letture ed approfondimenti (anche in lingue straniere) che possano risultare utili agli studenti per prepararsi alle lezioni successive.

Potranno inoltre far parte integrante del corso anche lezioni, conferenze e convegni in materia, che verranno in tal caso segnalati dal docente a lezione e tramite AulaWeb.

Gli studenti sono quindi caldamente invitati ad iscriversi alla pagina AulaWeb del corso, che costituisce il canale di comunicazione ufficiale tra il docente e gli studenti ed attraverso cui verranno fornite tutte le indicazioni necessarie alla didattica (ivi comprese le eventuali variazioni nelle modalità di erogazione del corso).

INIZIO LEZIONI

Le lezioni si svolgeranno nel secondo semestre, secondo le modalità indicate sopra.

Gli orari verranno indicati anche in questa sede appena possibile.

ORARI

L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile su EasyAcademy.

ESAMI

Modalità d'esame

L'esame si svolgerà in forma orale e in lingua italiana, salva la possibilità di esami scritti per situazioni particolari, su richiesta motivata dello studente.

Gli studenti provenienti dal programma Erasmus o da analoghi programmi che prevedono permanenze temporanee potranno, su richiesta, sostenere l’esame in una delle seguenti lingue: inglese, francese, spagnolo o portoghese.

Verranno discussi almeno tre temi inerenti il Corso, partendo dai concetti generali ed entrando progressivamente nel dettaglio. In caso di esame scritto, questo consisterà di tre domande aperte, su temi a differenti livelli di approfondimento.

La Commissione di esame è designata dal Consiglio di Dipartimento e, salvo impedimenti, presieduta dal docente titolare dell’insegnamento.

In base all'evoluzione della situazione sanitaria, verrà segnalato se gli esami si svolgeranno in presenza, oppure on-line.

Modalità di accertamento

L’esame si prefigge di accertare prima di tutto: la conoscenza degli argomenti trattati nel corso, il corretto utilizzo della lingua, l’adeguatezza dell’ordine espositivo, la padronanza del linguaggio tecnico giuridico, politologico e storico.

Costituiranno poi elemento di valutazione preferenziale: la capacità di rielaborare criticamente le conoscenze acquisite ed i temi trattati; la corretta applicazione del metodo comparatistico; la capacità di analisi critica di testi, documenti giuridici e prassi, nonché di ogni altro elemento storico e fattuale che acquisti rilievo nel concreto funzionamento di un ordinamento amministrativo; l’eventuale formulazione di riflessioni personali adeguatamente ragionate e motivate, alla luce degli elementi informativi e delle metodologie comparatistiche acquisiti.

ALTRE INFORMAZIONI

Canale lezioni online (se necessario): team "Prof Aristide Canepa 2021/22" (codice di accesso qmp6b5p ), canale Diritto Amministrativo Europeo e Comparato.