DIRITTO DELL'ECONOMIA EUROPEO – MOD. A

DIRITTO DELL'ECONOMIA EUROPEO – MOD. A

_
iten
Codice
94852
ANNO ACCADEMICO
2021/2022
CFU
6 cfu al 2° anno di 8772 AMMINISTRAZIONE E POLITICHE PUBBLICHE (LM-63) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
IUS/14
SEDE
GENOVA (AMMINISTRAZIONE E POLITICHE PUBBLICHE )
periodo
2° Semestre
moduli
Questo insegnamento è un modulo di:
materiale didattico

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Al termine dell’insegnamento, gli studenti acquisiranno gli strumenti metodologici e le competenze avanzate del diritto materiale di derivazione europea e dei processi decisionali orizzontali e verticali in materia di mercato interno ed economia, saranno in grado di comprendere ed analizzare questioni giuridiche attuali del diritto europeo dell’economia, nonché di sviluppare autonomamente possibili soluzioni a questioni aperte.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

La frequenza e l'attiva partecipazione consentiranno allo studente di:
(i) riprendere i tratti essenziali dell'ordinamento giuridico dell'Unione europea (istituzioni, competenze, fonti, rapporti con il diritto interno);
(ii) individuare le fonti normative europee capaci di incidere sulla regolamentazione dei rapporti economici;
(iii) individuare i principi fondanti la Costituzione economica europea;
(iv) comprendere in quale modo la disciplina "multilivello" di tali rapporti si riverberi sul diritto dell'economia, identificando il rapporto tra le norme tese ad incidere su di una medesima materia ed il corretto approccio alle eventuali antinomie;
(v) imparare ad analizzare criticamente il materiale normativo e giurisprudenziale dell'Unione.

Modalità didattiche

Lezioni frontali integrate dall'analisi di materiale normativo e giurisprudenziale,  con l’ausilio della documentazione messa a disposizione su AulaWeb.

PROGRAMMA/CONTENUTO

1 - La Costituzione economica europea
2 - La libera circolazione delle persone e dei servizi
3 - La libera circolazione dei capitali
4 - La politica commerciale comune
5 - La concorrenza
6 - Gli appalti pubblici
7 - L'Unione economica e monetaria
Con riguardo a ciascuno dei temi menzionati, una particolare attenzione sarà dedicata ai rapporti tra UE e Regno Unito a valle della cd. Brexit.

TESTI/BIBLIOGRAFIA

STUDENTI FREQUENTANTI

L'esame per gli studenti frequentanti verterà sul contenuto delle lezioni, da integrarsi con il materiale didattico (articoli di dottrina, strumenti normativi e giurisprudenza nazionale ed UE) messo a disposizione sul portale AulaWeb.
Il manuale di riferimento è in ogni caso G. Contaldi, Diritto europeo dell'economia, Torino, Giappichelli, 2019 (limitatamente agli argomenti trattati a lezione).

STUDENTI NON FREQUENTANTI

G. Contaldi, Diritto europeo dell'economia, Torino, Giappichelli, 2019, per intero (pari a 340 pp. circa).

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Il ricevimento studenti si svolge attraverso la piattaforma Teams, previo appuntamento da concordare via email.

Commissione d'esame

EDMONDO MOSTACCI (Presidente)

LUIGI TESTA

LEZIONI

Modalità didattiche

Lezioni frontali integrate dall'analisi di materiale normativo e giurisprudenziale,  con l’ausilio della documentazione messa a disposizione su AulaWeb.

INIZIO LEZIONI

Le lezioni si terranno nel II semestre ed avranno indicativamente inizio nella settimana del 14 febbraio 2022.

ORARI

L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile su EasyAcademy.

ESAMI

Modalità d'esame

L’esame viene svolto in forma orale e consta, in linea di massima e fatta salva la necessità di eventuali ulteriori approfondimenti, di tre domande su differenti parti del programma.
È altresì data la possibilità di sostituire l’esame orale con una verifica intermedia, svolte al termine del modulo con le modalità che verranno chiarite nel corso delle lezioni, in base alle vigenti regole sanitarie.

Modalità di accertamento

Il colloquio d'esame mira a verificare l'acquisizione, da parte del candidato, delle nozioni avanzate relative all'ordinamento giuridico dell'Unione europea, nonché di conoscenze approfondite in tema di politiche economiche dell'Unione. Viene altresì verificata la padronanza della terminologia tecnica.