LABORATORIO DI URBANISTICA

LABORATORIO DI URBANISTICA

_
iten
Codice
61024
ANNO ACCADEMICO
2021/2022
CFU
10 cfu al 3° anno di 8694 SCIENZE DELL'ARCHITETTURA (L-17) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
ICAR/21
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (SCIENZE DELL'ARCHITETTURA )
periodo
Annuale
frazionamenti
Questo insegnamento è diviso in 3 frazioni: A, B, C. Questa pagina si riferisce alla frazione C

PRESENTAZIONE

Il laboratorio prefigura l’elaborazione di progetti integrati di urbanistica e paesaggio a partire dall’interpretazione dei fenomeni di costruzione dello spazio urbano contemporaneo, tra cicli di abbandono, riuso e trasformazione. La natura di questi paesaggi, luoghi di coabitazione o separazione di un mix di popolazioni e attività spinge ad interrogarci sulla forma e la natura della città, su quali siano gli obiettivi del progetto, le realtà economiche, i fenomeni sociali, le pratiche d’uso e le sfide del cambiamento.

Parlare di ‘paesaggio’ in senso esteso offre l’opportunità di muoversi in una scala più vasta e, al contempo, verso un insieme di concetti in via di evoluzione. Movendo dai riferimenti teorici e metodologici del Landscape Urbanism, il laboratorio mira ad acquisire una consapevolezza sulla relazione tra infrastrutture, architettura e disegno dello spazio pubblico da un punto di vista semantico, ambientale e prestazionale.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Il percorso formativo, da sviluppare attraverso una sperimentazione progettuale innovativa, di chiara vocazione concettuale e strategica, mira a promuovere la capacità di riconoscere e governare le problematiche della trasformazione della città e del territorio, per poter delineare un riassetto insediativo indirizzato alla rivalutazione della qualità architettonica e ambientale e alla sostenibilità ambientale e socioeconomica in processi temporali aperti e complessi. Sono obiettivi formativi qualificanti: l’acquisizione di tecniche di analisi e sintesi per la valutazione delle condizioni insediative e del contesto socioculturale e socioeconomico e la sua possibile risonanza con logiche di approccio olistiche; l’acquisizione di strumenti e metodologie di intervento per la definizione e la verifica del progetto; la capacità di collocare il progetto nel quadro della pianificazione e della normativa urbanistica e svilupparlo in relazione alle esigenze delle comunità insediate e d´una cultura trasversale accordata ai nuovi tempi e alla nuove tecnologie; la capacità di individuare gli opportuni riferimenti propositivi e progettuali, attraverso l’approfondimento di significative esperienze sviluppate in ambito nazionale e internazionale.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Il laboratorio è finalizzato all’apprendimento e alla sperimentazione delle metodologie di analisi e delle tecniche di progettazione urbanistica e del paesaggio, al fine di elaborare strategie di trasformazione dello spazio urbano. L’insegnamento mira a formare gli studenti attraverso la lettura critica e l’interpretazione degli elementi di contesto in relazione ai temi dell’intervento urbanistico, al sistema delle reti e delle infrastrutture, nonché al disegno di progettualità che contribuiscano alla transizione ecologica del territorio.

Attraverso la sperimentazione progettuale, si vogliono acquisire gli strumenti per interpretare la morfologia dello spazio urbano e degli spazi aperti in una dimensione multi-scalare (macro-urbana > zoom progettuale) in relazione a progetti urbani, di paesaggio e dello spazio pubblico. Gli obiettivi formativi che si intendono raggiungere nel percorso dell’insegnamento sono:

  1. Descrizione interpretativa: acquisire la capacità di lettura critica degli elementi di contesto (senso dei luoghi), analizzando le trasformazioni insediative e dei paesaggi contemporanei, mendiate l’uso di tecniche grafiche analogiche e digitali e mappatura delle componenti spaziali su cui fondare la proposta progettuale.
  2. Metodologia di progetto: definire il progetto urbanistico quale disciplina di ricerca ed elaborazione traendo spunto da buone pratiche internazionali (research by design) e controllando la compatibilità degli interventi rispetto alla pianificazione vigente e la coerenza rispetto alle condizioni di contesto (potenzialità e vincoli) in ottica multi scalare.
  3. Concept della proposta: impostare e comunicare correttamente caratteri funzionali e dimensionali degli interventi, definendo programmi spaziali coerenti che diano forma alla struttura essenziale della proposta (concept)
  4. Processo di sviluppo: definire un processo progettuale che rappresenti la qualità del cambiamento proposto (visioning) applicando configurazioni spaziali alternative, che tengano conto della sostenibilità della proposta e introducano anche la sperimentazione di pratiche di co-design (performance urbane, azioni artistiche, partecipazione sociale).

PREREQUISITI

E' richiesta la preventiva frequenza del corso di Fondamenti di Urbanistica (o affine) e del corso di Fondamenti di Progettazione Informatizzata e pratiche di info-grafica per il progetto.

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Venerdi Mattina e/o Giovedi pomeriggio

Ricevimento: Il prof. Giampiero Lombardini riceve gli studenti il lunedì pomeriggio ore 14.30-18.30, previa prenotazione via email. Incontri in altri gionri potranno essere richiesti anch'essi tramite email: giampiero.lombardini@unige.it 

Ricevimento: Il ricevimento studenti è previsto il mercoledì mattina dalle ore 10.00-13.00, previo appuntamento via mail. Incontri in altri giorni potranno essere richiesti anch'essi tramite email: emanuele.sommariva@unige.it

ORARI

L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile su EasyAcademy.

ESAMI

Modalità d'esame

Orale, Esame su appuntamento