GEOLOGIA MARINA

GEOLOGIA MARINA

_
iten
Ultimo aggiornamento 14/06/2021 08:51
Codice
34967
ANNO ACCADEMICO
2021/2022
CFU
5 cfu al 1° anno di 10723 BIOLOGIA ED ECOLOGIA MARINA (LM-75) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
GEO/02
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (BIOLOGIA ED ECOLOGIA MARINA )
periodo
1° Semestre
materiale didattico

PRESENTAZIONE

La Geologia Marina fornisce le conoscenze sulla genesi ed evoluzione dei fondali marini, sulla evoluzione dei bacini oceanici, dei margini continentali e delle coste. La Geologia Marina riveste un ruolo fondamentale nello studio delle Scienze del Mare perché fornisce le conoscenze sulla natura e sulle dinamiche dei bacini marini, sulle principali metodologie di indagine degli ambienti marini e costieri attraverso la trattazione di casi studio applicativi su varie tematiche geo-ambientali, realizzate nei mari italiani e in particolare in Mar Ligure.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Consolidare le conoscenze di base sui principali processi geologici responsabili dell’evoluzione dei margini continentali e dei bacini oceanici approfondendo le conoscenze sull’assetto fisiografico e geologico dei bacini del Mediterraneo e dei Mari italiani.

Fornire le conoscenze sulle metodologie di indagine geologico/geofisiche e sull'uso di applocativi digitali per la visualizzazione ed analisi 3D del fondo e del sottofondo marino.

Ampliare le conoscenze sugli aspetti applicativi dei metodi di rilevamento (prospezioni sismiche, ecografiche e campionamenti) dedicati alla caratterizzazione ambientale dei fondali, all’individuazione di elementi di rischio geo-ambientale (erosione, frane, risalite di fluidi, infrastrutture, eventi estremi), all’habitat mapping di biocenosi specifiche (praterie di fanerogame), attraverso la discussione ed analisi di casi studio concreti realizzati nei mari italiani e in particolare in Mar Ligure.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

La frequenza e la partecipazione alle attività formative previste sono mirate alla acquisizione di conoscenze sui processi che governano la genesi ed evoluzione dei bacini marini che consentono allo studente di inquadrare l’assetto geologico delle aree marine italiane, con particolare riguardo all’evoluzione recente e ai processi geo-ambientali in atto.

Lo studente assimilerà conoscenze sugli aspetti applicativi della Geologia Marina attraverso la descrizione delle varie metodologie d’indagine (prospezioni sismiche superficiali e profonde, campionamenti, analisi ed elaborazione cartografica digitale) e del loro specifico utilizzo in vari campi di applicazione geo-ambientali (caratterizzazione ad alta risoluzione del fondo e sottofondo marino in-shore e off-shore, elementi di geo-hazard e rischi geo-ambientali connessi, geo-risorse marine etc.).

Lo studente sarà in grado di individuare e descrivere le tipologie di indagine specifiche nelle varie applicazioni geo-ambientali attraverso la discussione e analisi di casi studio specifici realizzati nell’ambito di progetti di monitoraggio, sviluppo e sostenibilità del territorio marino sia nazionali che regionali.

Nello specifico lo studente sarà in grado di:

  • conoscere e descrivere l'evoluzione geologica e le dinamiche sedimentarie dei bacini marini e delle aree costiere;
  • identificare e illustrare le dinamiche geologiche e sedimentarie responsabili dell'assetto dei fondali marini;
  • conoscere e descrivere le varie metodologie di indagine superficiali e profonde marine e proporre e identificare le tipologie più opportune in base alla specifica applicazione geo-ambientale.

PREREQUISITI

Conoscenze di base di Matematica, Fisica, Chimica, Geologia e Cartografia.

Modalità didattiche

L’insegnamento si compone di lezioni frontali e di esercitazioni in aula e sul terreno.

Le lezioni frontali in aula sono erogate mediante presentazioni multimediali.

Per il primo semestre, le lezioni saranno effettuate possibilmente in
presenza, garantendo comunque la fruizione delle lezioni anche a distanza,
mediante videoregistrazione, sincrona o asincrona. Le esercitazioni di
laboratorio saranno organizzate possibilmente in presenza, eventualmente con
più turni.
Tutte le attività in presenza saranno effettuate nel rispetto dei limiti di
capienza delle aule/laboratori e del distanziamento, previsti dalla
normativa vigente a seguito dell'emergenza COVID19.

PROGRAMMA/CONTENUTO

Evoluzione dei bacini marini: evoluzione dei margini continentali e dei bacini oceanici; fisiografia dei fondali marini; assetto fisiografico e geologico dei mari italiani con approfondimenti sull’evoluzione del Mar Ligure.

Metodi di studio dei fondali marini: prospezioni dei fondali marini; campionamento dei sedimenti; sismo-stratigrafia dei fondali marini; applicativi software per la visualizzazioni e interpretazioni 3D di dati geo-ambientali e per l’Habitat mapping digitale.

Aspetti applicativi della Geologia marina: sismo-stratigrafia delle piattaforme continentali e delle aree bacinali; dinamica della sedimentazione quaternaria ed attuale (piattaforma e bacino);. caratterizzazione geo-ambientale dei fondali, individuazione ed analisi di elementi di geo-hazard e di geo-risorse (erosione, frane, risalite di fluidi, infrastrutture, eventi estremi, cave marine di sedimenti); habitat mapping di biocenosi specifiche (praterie di fanerogame); discussione ed analisi di casi studio concreti realizzati nei mari italiani e in particolare in Mar Ligure.

Evoluzione della fascia costiera: rapporti tra evoluzione geologica e sistemi deposizionali costieri regionali; metodi di studio (rilievo e campionamento) ed evoluzione dei fondali: assetti costieri regionali (esempi tratti dalla cartografia geologica regionale e tematica, dall’Atlante delle spiagge italiane).

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Marine Geology, James Kennett, Prentice Hall, New Jersey, USA. Materiali didattici forniti nel corso delle lezioni.

Materiali didattici integrativi forniti dal docente.

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Il ricevimento degli studenti sarà concordato direttamente con il docente.

Ricevimento: Concordato direttamente con il docente

LEZIONI

Modalità didattiche

L’insegnamento si compone di lezioni frontali e di esercitazioni in aula e sul terreno.

Le lezioni frontali in aula sono erogate mediante presentazioni multimediali.

Per il primo semestre, le lezioni saranno effettuate possibilmente in
presenza, garantendo comunque la fruizione delle lezioni anche a distanza,
mediante videoregistrazione, sincrona o asincrona. Le esercitazioni di
laboratorio saranno organizzate possibilmente in presenza, eventualmente con
più turni.
Tutte le attività in presenza saranno effettuate nel rispetto dei limiti di
capienza delle aule/laboratori e del distanziamento, previsti dalla
normativa vigente a seguito dell'emergenza COVID19.

INIZIO LEZIONI

Per orario ed inizio lezioni consultare il seguente  link http://www.distav.unige.it/ccsbio/orario-lezioni-bem

ESAMI

Modalità d'esame

Orale

Modalità di accertamento

L’esame orale verterà sulla esposizione e discussione degli argomenti trattati durante le lezioni frontali nonché le esercitazioni in aula e sul terreno. Sarà valutata la capacità di esporre gli argomenti in modo chiaro e con una terminologia corretta e di applicazione delle conoscenze e abilità acquisite in casi concreti.

I dettagli sulle modalità di preparazione per l’esame e sul grado di approfondimento richiesto per ogni argomento saranno forniti nel corso delle lezioni.