CHIMICA DELL'AMBIENTE E DEI BENI CULTURALI

CHIMICA DELL'AMBIENTE E DEI BENI CULTURALI

_
iten
Ultimo aggiornamento 17/06/2021 15:25
Codice
95072
ANNO ACCADEMICO
2021/2022
CFU
6 cfu al 2° anno di 10589 CONSERVAZIONE E GESTIONE DELLA NATURA (LM-60) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
CHIM/12
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (CONSERVAZIONE E GESTIONE DELLA NATURA)
periodo
2° Semestre
materiale didattico

PRESENTAZIONE

L'insegnamento introduce lo studente ai concetti di base e avanzati della chimica dell'ambiente, ai cicli biogeochimci degli elementi  e all'impatto ambientale degli inquinanti naturali o derivanti da sorgenti antropiche.  Anche attraverso esempi pratici verranno sviluppate le competenze necessarie per  l'interpretazione dei dati chimici in un contesto ambientale. 

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Verranno impartiti i concetti di base ed avanzati della chimica dell'ambiente e dell'impatto ambientale degli inquinanti naturali o derivanti da sorgenti antropiche, dei meccanismi di contaminazione ambientale e delle modalità di circolazione degli inquinanti nei diversi comparti degli ecosistemi.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Lo studente di questo insegnamento acquisirà le conoscenze dei principali meccanismi chimici alla base dei processi ambientali e dei fenomeni di inquinamento, incluse le  normative ambientali di riferimento. Comprenderà i concetti di base dell'impatto ambientale di diverse classi di inquinanti (metalli, sostanze organiche) e delle problematiche connesse al loro controllo in diverse matrici ambientali (aria, acqua, suoli). In questo contesto, saranno anche trattati alcuni aspetti  delle tecniche di monitoraggio.Inoltre,  lo studente acquisirà competenze per valutare  i cambiamenti di origine naturale e antropica degli ecosistemi legati a  fenomeni chimici e per pianificare  interventi di risanamento ambientale nel contesto della normativa vigente.  

PREREQUISITI

Sono necessarie conoscenze di base di chimica generale e organica.

Modalità didattiche

L'insegnamento si compone di lezioni frontali suddivise in lezioni da 2 ore in base al calendario accademico.e di una parte di laboratorio teorico -pratico, che sarà tenuto dai docenti dell'insegnamento. L'organizzazione e le date del laboratorio saranno comunicate direttamente  agli studenti  dai docenti all'inizio del corso.

PROGRAMMA/CONTENUTO

Atmosfera e chimica dell’atmosfera: Reazioni chimiche nella troposfera e nella stratosfera; Ruolo dell’ozono nella stratosfera e ciclo di Chapman ; Classi di  inquinanti atmosferici; Monitoraggio atmosferico.

Idrosfera e chimica delle acque: Caratteristiche delle acque naturali; Monitoraggio e valutazione della qualità delle acque;  Acque reflue;

Litosfera e chimica dei suoli: Caratteristiche dei suoli e dei sedimenti;  Monitoraggio e valutazione della qualità dei suoli; Cenni sulla bonifica dei suoli.

Aspetti di normativa vigente e di casi studio.

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Le diapositive utilizzate durante le lezioni e altro materiale didattico saranno disponibili su Aulaweb.

 In generale il materiale fornito è suffciente per la preparazione dell'esame, Si suggerisce tuttavia come testo di approfondimento la consultazione di: C. Baird, M.Cann “Chimica Ambientale”, Zanichelli Editore.

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento:  Il ricevimento degli studenti avviene per appuntamento, concordato direttamente con il docente telefonicamente, per mail (paola.rivaro@unige.it) o via aulaweb.

Commissione d'esame

PAOLA FRANCESCA RIVARO (Presidente)

MARIA CARMELA IANNI

ROSA MARIA BERTOLOTTO (Presidente Supplente)

FRANCISCO ARDINI (Supplente)

LEZIONI

Modalità didattiche

L'insegnamento si compone di lezioni frontali suddivise in lezioni da 2 ore in base al calendario accademico.e di una parte di laboratorio teorico -pratico, che sarà tenuto dai docenti dell'insegnamento. L'organizzazione e le date del laboratorio saranno comunicate direttamente  agli studenti  dai docenti all'inizio del corso.

INIZIO LEZIONI

23 febbraio 2022

ESAMI

Modalità d'esame

L'esame consta di una prova orale.

Modalità di accertamento

La verifica della preparazione degli studenti avverrà con colloquio orale, della durata di almeno 30 minuti  in cui i docenti  porranno domande diversificate e relative agli argomenti  trattati durante l'insegnamento e presenti nel programma. Necessario al superamento dell'esame è un corretto utilizzo della terminologia ed una chiara e sintetica esposizione orale che esponga i collegamenti logici tra gli argomenti trattati.Con queste modalità, la commissione è in grado di verificare con elevata accuratezza il raggiungimento degli obiettivi formativi dell'insegnamento.  Quando gli obiettivi formativi non sono raggiunti, lo studente è invitato ad approfondire le sue conoscenze e ad avvalersi eventualmente di ulteriori spiegazioni da parte del docente titolare.

ALTRE INFORMAZIONI

La frequenza regolare alle lezioni e ai laboratori è fortemente raccomandata.