CONCEPT DESIGN

iten
Codice
27344
ANNO ACCADEMICO
2021/2022
CFU
8 cfu al 1° anno di 9274 DESIGN DEL PRODOTTO E DELLA NAUTICA (L-4) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
ICAR/13
LINGUA
Italiano (Inglese a richiesta)
SEDE
GENOVA (DESIGN DEL PRODOTTO E DELLA NAUTICA)
periodo
2° Semestre
materiale didattico

PRESENTAZIONE

Concept Design è lo strumento del Designer per comunicare l’importanza delle prime fasi progettuali, dall’ideazione di un prodotto di Design alla sua immediata divulgazione, fino alle fasi preliminari del progetto esecutivo. L’impatto emotivo delle idee è il presupposto secondo il quale un progetto risulterà efficace: il corso dunque consiste in un approccio sia emozionale che tecnico, illustrando sia i principi della progettazione del prodotto e della nautica, sia la loro esecuzione.

Quando cominciamo la lettura di un libro, non possiamo partire dall’ultima pagina. E’ fondamentale prima saper leggere, poi procedere gradualmente nello sviluppo della trama, con passione e pazienza. Solo alla fine potremo goderci il finale, senza che l’esito della storia abbia in alcun modo influenzato la nostra immaginazione.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Gli obiettivi formativi del corso sono quelli di definire il prodotto nautico attraverso esempi significativi per le varie tipologie di imbarcazioni a motore e a vela.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

L’insegnamento di Concept Design si avvale sia di nozioni teoriche sulla progettazione, quali icone del design del prodotto e della nautica, sia di confronti diretti con specialisti e professionisti del settore.

In particolare, le prime fasi del corso si concentrano sulla conoscenza delle fasi di progettazione, nonché degli strumenti tecnici di disegno per il loro sviluppo. Coerentemente con quanto appreso vengono dunque sviluppate le diverse tecniche di rappresentazione e messe in pratica attraverso la produzione di tavole ed elaborati. I temi specifici riguardano la conoscenza di caratteristici prodotti di design e la loro comprensione, con esercizi di osservazione finalizzati al miglioramento della propensione analitica e critica da parte del progettista.

Anche la progettazione nautica viene introdotta attraverso schede teoriche, video, osservazione attiva dei progetti più significativi; successivamente, compito dello studente è quello di fare un passo indietro nella progettazione, ideare e raccontare graficamente un progetto di massima coerentemente con quanto appreso.

Vari settori del Design si trovano spesso ad essere affiancati e uniti, allenando la mente ad un approccio trasversale e mai univoco, soprattutto nelle fasi di ideazione del progetto.

PREREQUISITI

Per lo svolgimento dell’insegnamento è necessaria una conoscenza di base dei principi del design, ma anche un approccio favorevole nei confronti del disegno a mano libera ed una discreta propensione alla creatività

MODALITA' DIDATTICHE

L'insegnamento è organizzato attraverso la divulgazione di contenuti specifici relativi al programma, ma anche di informazioni trasversali tramite  contenuti digitali e la diffusione di materiale sulla pagina instagram del corso.

Le lezioni teoriche non saranno mai unicamente frontali, ma prevederanno sempre una parte di dibattito e confronto. I momenti di sviluppo pratico degli elaborati si svolgeranno in classe e saranno terminati a casa, individualmente. In classe avverrà di volta in volta l’osservazione critica degli elaborati svolti e il confronto tra gli studenti.

Sono previsti alcuni interventi di professionisti del settore e incontri esterni alle ore di attività didattica presso il porto della Spezia finalizzati all’osservazione attiva delle imbarcazioni.

Oltre il materiale didattico su cui studiare e approfondire le lezioni, verranno messi a disposizione dei box tecnici contenenti video tutorial sulle tecniche di resa grafica, da replicare e consegnare la settimana successiva:

  • ‘’usiamo la… matita; tipi di mina, tratti, diversità di utilizzo’’
  • ‘’usiamo la… penna; campiture in punta di penna’’
  • ‘’usiamo i… pantoni; campiture e chiaroscuro’’
  • ‘’i materiali principali: renderizzare legno, marmo e cristallo’’
  • ‘’costruzione di due solidi intersecati, in legno e marmo’’
  • ‘’costruzione di tre solidi intersecati in legno, marmo e cristallo’’

PROGRAMMA/CONTENUTO

Gli argomenti su cui verteranno le lezioni e le esercitazioni sono distribuiti su 10 lezioni e saranno sviluppati in una parte teorica di lezione, dibattito e confronto, seguita da una parte pratica di sviluppo di elaborati e successivo confronto tra gli studenti.

In dettaglio:

 

1 – TEORIA: Conosciamoci - Cosa è il Concept Design, qual è la sua funzione; importanza della gestualità, della trasmissione impulsiva delle idee, della gestione del tratto e delle informazioni. Esempi pratici.

PRATICA: scegliere un oggetto di Design tra quelli osservati a lezioni e studiarlo graficamente in una tavola riassuntiva.

2 – TEORIA: Tecniche di rappresentazione - Strumenti del disegno a mano libera, prospettiva e teoria delle ombre.

PRATICA: disegno a mano libera di un componente di design del prodotto o della nautica, con relative ombre proprie e portate. Sviluppo cronografico dell’oggetto.

3 – TEORIA: Leggere il design - Osservazione dettagliata e critica delle tipologie di imbarcazioni, deduzione delle funzioni attraverso lo stile e riconoscibilità del segno.

PRATICA: Surprise Task: con solo 2 strumenti da disegno a disposizione (un supporto e uno strumento di scrittura) delineare e raccontare graficamente un elemento di design.

4 – TEORIA: Le barche a motore – Dal gommone al superyacht, esempi dei progettisti e cantieri che hanno segnato la storia della nautica.

PRATICA: Creattività: scegliere uno dei designer citati a lezione, studiarne lo stile e delineare il progetto di massima di un’imbarcazione a motore che richiami il suo linguaggio.

5 – TEORIA: Le barche a vela – Tipologie di imbarcazioni a vela, distinzione d’uso ed esempi di progettisti e cantieri che hanno segnato la storia della nautica.

PRATICA: Creattività: scegliere uno dei designer citati a lezione, studiarne lo stile e delineare il progetto di massima di un’imbarcazione a vela che richiami il suo linguaggio.

6 – TEORIA: Gli interni nautici – Gli spazi, l’incidenza del design sul benessere di bordo, principi di ergonomia e antropometria.

PRATICA: Prova tecnica: progettazione attraverso piante e sezioni di una cabina, resa prospettica, scelta ponderata dei materiali e rendering a mano libera.

7 – TEORIA: Yacht Iconici  – Osservazione delle linee, lettura dei volumi, analisi delle forme e degli elementi caratterizzanti, contaminazione di arte, architettura, design del prodotto, automotive.

PRATICA: Creattività: scegliere un designer esterno al mondo della nautica e derivare le linee di un’imbarcazione a vela a motore come se fosse progettata dal designer di riferimento, del quale si dovranno riconoscere gli stilemi

8 – TEORIA: La forma e la funzione  – Studio della funzione specifica di alcune aree delle imbarcazioni, sia a vela che a motore. Come la funzione influenza la forma e viceversa.

PRATICA: Prova tecnica: progetto di un’area specifica della barca con attenzione alla sua destinazione di utilizzo, spazi minimi e fondamentali, strumenti, ingombri (es. zone di ormeggio, passaggi, stivaggi)

9 – TEORIA: Il ruolo della committenza  – Influenza delle richieste dell’armatore nonché delle sue caratteristiche personali e culturali sulla definizione del progetto nautico.

PRATICA: Surprise task: 10 profili di ipotetici armatori con richieste particolari verranno assegnati casualmente in classe. L’obiettivo sarà delineare l’idea di massima che dovrà convincere il cliente, immaginando di essere al tavolo di un ristorante.

10 – TEORIA: L’ausilio degli strumenti tecnologici  – Solo dopo aver familiarizzato con le tecniche canoniche di rappresentazione, approcciare con maturità e consapevolezza a strumenti più avanzati di rappresentazione può diventare un valido aiuto alla trasmissione efficace delle idee. Come?

PRATICA: Prova tecnica: utilizzando lo strumento preferito e scegliendo tra barca a vela o motore, delineare e rappresentare a mano libera un progetto che contenga tutte le nozioni apprese dalla lezione 1 alla 10, i un numero non superiore alle 3 tavole. Solo alla tav. n.3 sarà possibile avvalersi di tavolette grafiche o programmi di fotoritocco.

TESTI/BIBLIOGRAFIA

La complessità degli argomenti affrontati richiede più dettagliati e puntuali riferimenti bibliografici che saranno forniti durante lo svolgimento delle attività didattiche.

Si ritiene in ogni caso indispensabile la conoscenza dei seguenti testi:

Testi/bibliografia

La complessità degli argomenti affrontati richiede più dettagliati e puntuali riferimenti bibliografici che saranno forniti durante lo svolgimento delle attività didattiche.

Si ritiene in ogni caso indispensabile la conoscenza dei seguenti testi:

Da cosa nasce cosa, autore Bruno Munari

La caffettiera del masochista. Il design degli oggetti quotidiani. autore Donald Norman, 2014.

Architetture del mare, autore Canfailla.M, Lee.A., Perra P.,1994

Rendering with markers, autore Kemnitzer R.B., 1983

Yacht Design dal concept alla rappresentazione, autore Sale Musio.M., 2009

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Docente: Linda Inga - ricevimento su appuntamento indicativamente nella giornata di venerdì - Polo Universitario Marconi E-mail: linda.inga@edu.unige.it  

Commissione d'esame

LINDA INGA (Presidente)

MASSIMO SALE MUSIO

MARIO ZIGNEGO

LEZIONI

MODALITA' DIDATTICHE

L'insegnamento è organizzato attraverso la divulgazione di contenuti specifici relativi al programma, ma anche di informazioni trasversali tramite  contenuti digitali e la diffusione di materiale sulla pagina instagram del corso.

Le lezioni teoriche non saranno mai unicamente frontali, ma prevederanno sempre una parte di dibattito e confronto. I momenti di sviluppo pratico degli elaborati si svolgeranno in classe e saranno terminati a casa, individualmente. In classe avverrà di volta in volta l’osservazione critica degli elaborati svolti e il confronto tra gli studenti.

Sono previsti alcuni interventi di professionisti del settore e incontri esterni alle ore di attività didattica presso il porto della Spezia finalizzati all’osservazione attiva delle imbarcazioni.

Oltre il materiale didattico su cui studiare e approfondire le lezioni, verranno messi a disposizione dei box tecnici contenenti video tutorial sulle tecniche di resa grafica, da replicare e consegnare la settimana successiva:

  • ‘’usiamo la… matita; tipi di mina, tratti, diversità di utilizzo’’
  • ‘’usiamo la… penna; campiture in punta di penna’’
  • ‘’usiamo i… pantoni; campiture e chiaroscuro’’
  • ‘’i materiali principali: renderizzare legno, marmo e cristallo’’
  • ‘’costruzione di due solidi intersecati, in legno e marmo’’
  • ‘’costruzione di tre solidi intersecati in legno, marmo e cristallo’’

Orari delle lezioni

L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile su EasyAcademy.

ESAMI

MODALITA' D'ESAME

Ad ogni tavola verrà assegnato un massimo di 31 punti (30 + 1 ) suddivisi su tre duversi parametri:

completezza, cirrettezza e grafica.

Le consegne in ritardo avranno la decurtazione di 2 punti, il ritardo massimo perchè la consegna venga valutata sarà di 3 giorni rispetto alla data concordata.

Tutte le valutazioni raccolte durante l'anni verranno mediate e concorreranno alla valutazione finale, oltre ad una prova da svolgere in classe come esame finale.

Al termine del corso, dalla totalità delle tavole consegnate verrà eliminata la votazione peggiore mentre un bonus aggiuntivo di un punto sulla valutazione finale già mediata verrà attribuito a coloro i quali avranno consegnato la totalità delle tavole.

L'esame sarà così svolto:

- Prova grafica da svolgere la mattina della durata di 3 ore, con tema assegnato la mattina stessa dell'esame, strettamente correlata con le esercitazioni svolte durante il corso

- Prova orale che consisterà in una chiacchierata sui temi affrontati a lezione, i vostri punti di vista e la valutazione delle vostre capacità di espressione grafica.

Valutazione finale:

La valutazione finale sarà frutto

- della media delle tavole consegnate durante l'anno, tolta la tavola peggiore

-media alla quale verrà aggiunta e mediata la prova intermedia svolta in classe (es. numero 6)

-media alla quale verrà aggiunta e mediata la prova d'esame

Alla valutazione finale verrà aggiunto un punto bonus a coloro i quali durante l'anno avranno consegnato tutte le tavole.

MODALITA' DI ACCERTAMENTO

1_Capacità di ricerca dei riferimenti e osservazione della realtà.

2_Saper affrontare un dibattito in maniera critica, partecipare ed essere attivi ed aggiornati sugli argomenti proposti

3_Acquisizione strumenti di base, tra cui in particolare lo schizzo come strumento per ragionare e comunicare le idee.

4_Conoscenza dei fondamenti del design nautico e dei suoi attori principali

5_Valorizzazione delle proprie idee e capacità di esposizione

6_Capacità di utilizzo del pensiero laterale applicato ai fondamenti della progettazione

ALTRE INFORMAZIONI

L’esame può essere seguito in modalità FREQUENTANTI  e NON FREQUENTANTI. Per entrambi le modalità è necessario seguire le lezioni, che sono disponibili su Aulaweb, e consegnare le esercitazioni puntualmente.