LABORATORIO DI CHIMICA INDUSTRIALE (2° MODULO)

LABORATORIO DI CHIMICA INDUSTRIALE (2° MODULO)

_
iten
Ultimo aggiornamento 21/06/2021 10:11
Codice
66448
ANNO ACCADEMICO
2021/2022
CFU
5 cfu al 2° anno di 9020 CHIMICA INDUSTRIALE (LM-71) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
CHIM/04
SEDE
GENOVA (CHIMICA INDUSTRIALE )
periodo
1° Semestre
moduli
Questo insegnamento è un modulo di:
materiale didattico

PRESENTAZIONE

L’insegnamento fornisce gli strumenti pratici per sviluppare conoscenze su metodi di laboratorio per la sintesi e la caratterizzazione di materiali polimerici di rilevante interesse industriale.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Fornire conoscenze su metodi di laboratorio per la polimerizzazione e la caratterizzazione di materiali polimerici.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

La frequenza e la partecipazione attiva alle attività formative proposte e lo studio individuale consentiranno allo studente di: 

- conoscere in modo approfondito le principali tecniche di polimerizzazione ed essere in grado di condurre sperimentalmente alcune sintesi;

- identificare e saper utilizzare i principali tipi di tecniche di caratterizzazione dei polimeri;

- comprendere le potenzialità e i limiti dei metodi di caratterizzazione strumentale;

- acquisire una terminologia scientifica corretta per lo studio della chimica macromolecolare. 

Modalità didattiche

Lezioni in preparazione del laboratorio e frequenza del laboratorio. Copia delle slide, presentate a lezione, saranno disponibili su AulaWeb e utilizzabili come base per lo studio. Le slide possono essere solo un riferimento per lo studio degli argomenti trattati, da affiancare alla frequenza delle lezioni o allo studio su testi. Tali slide aiuteranno alla stesura delle relazioni da presentare che saranno collegate all’attività di laboratorio. La frequenza, sia alle esercitazioni laboratoriali che alle lezioni preparatorie per tali attività, è obbligatoria.

 

PROGRAMMA/CONTENUTO

Verranno realizzate sintesi di polimeri in massa ed emulsione, dopo aver purificato monomero e iniziatore con diversi metodi. Verranno correlati i parametri di sintesi, quali la concentrazione del monomero, dell’iniziatore, del tensioattivo con le rese e le masse molecolari dei polimeri ottenuti.

I risultati verranno discussi dagli studenti, confrontando i dati ottenuti da ciascun gruppo che avrà operato in diverse condizioni di sintesi. Tale esperienza permetterà agli studenti di applicare alcuni concetti fondamentali analizzati in corsi teorici di chimica macromolecolare.

I polimeri saranno frazionati e caratterizzati attraverso misure viscosimetriche con viscosimetro Ubbelohde, così da ottenerne i pesi molecolari viscosimetrici, mediante analisi termiche (calorimetria differenziale a scansione), così da ottenerne le temperature di transizioni vetrose, e spettroscopiche (spettroscopia infrarossa in trasformata di Fourier), con diversi metodi di campionamento e analisi (Trasmissione, ATR, DRIFT).

Saranno poi preparate miscele di polimeri, di cui sarà studiata la miscibilità mediante analisi termica e mediante l’uso di equazioni semi-empiriche previsionali. Saranno condotte misure di proprietà superficiali di polimeri, mediante determinazione dell’angolo di contatto.

Le esperienze effettuate in laboratorio termineranno con una discussione sui risultati ottenuti e con l’impostazione delle relazioni finali da consegnare come parte integrante dell’esame.

TESTI/BIBLIOGRAFIA

S.R. Sandler, W. Karo, J.A. Bonesteel, E.M. Pearce. Polymer Synthesis and Characterization, Academic Press, New york

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Tutti i giorni su appuntamento, anche attraverso piattaforma Teams.

LEZIONI

Modalità didattiche

Lezioni in preparazione del laboratorio e frequenza del laboratorio. Copia delle slide, presentate a lezione, saranno disponibili su AulaWeb e utilizzabili come base per lo studio. Le slide possono essere solo un riferimento per lo studio degli argomenti trattati, da affiancare alla frequenza delle lezioni o allo studio su testi. Tali slide aiuteranno alla stesura delle relazioni da presentare che saranno collegate all’attività di laboratorio. La frequenza, sia alle esercitazioni laboratoriali che alle lezioni preparatorie per tali attività, è obbligatoria.

 

INIZIO LEZIONI

L’insegnamento si svolge nel corso del primo semestre dell’anno accademico. Indicativamente si inizierà a metà novembre 2021, al termine del primo modulo.

ORARI

L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile su EasyAcademy.

ESAMI

Modalità d'esame

La verifica dell'apprendimento è effettuata mediante un esame orale finale, condotto da due docenti, avente una durata di circa 60 minuti, che accerta le conoscenze acquisite dallo studente e la capacità di affrontare i problemi pratici riguardanti le esperienze di laboratorio. Gli studenti saranno tenuti a consegnare le relazioni delle esperienze di laboratorio al termine del corso. Le relazioni saranno valutate in base al loro contenuto e alla loro forma.

La valutazione si baserà sull’esame orale (30 %), sulle relazioni di laboratorio (40 %) e sullo svolgimento (precisione, comportamento, puntualità, ordine) delle attività pratiche (30 %).

Quando gli obiettivi formativi dell'insegnamento non sono raggiunti, lo studente è invitato ad approfondire lo studio e ad avvalersi di ulteriori spiegazioni da parte del docente. Per garantire la corrispondenza tra gli argomenti dell'esame e quelli svolti durante il corso, viene inserita nella pagina di AulaWeb sia il programma dettagliato che il registro delle lezioni dell’insegnamento, in modo che gli studenti stessi possano verificarne l'aderenza.

In casi di emergenza e solo in seguito a specifiche disposizioni emanate espressamente dall’Ateneo di Genova, la modalità di svolgimento degli esami di profitto potranno essere modificate fino a prevedere la possibilità di sostenere la prova on line.

Modalità di accertamento

I dettagli sulle modalità di preparazione per l’esame e sul grado di approfondimento di ogni argomento verranno dati nel corso delle lezioni.

Sia mediante le relazioni delle esperienze di laboratorio sia mediante l'esame orale verrà valutata la capacità dello studente, di ragionare criticamente sugli argomenti esposti, di aver elaborato e fatto propri i concetti presentati a lezione e di aver integrato le informazioni provenienti dai vari argomenti mediante lo studio personale. Verrà valutata la capacità di illustrare in dettaglio le principali tecniche di sintesi dei polimeri e di applicare le tecniche di caratterizzazione, mostando le loro potenzialità e limiti e dimostrando di saper interpretare, confrontare e discutere i risultati ottenuti in modo chiaro e con una terminologia scientifica corretta; sarà considerata la qualità dell'esposizione.