DESIGN DEL PRODOTTO 2

DESIGN DEL PRODOTTO 2

_
iten
Codice
84647
ANNO ACCADEMICO
2021/2022
CFU
6 cfu al 2° anno di 9007 DESIGN DEL PRODOTTO E DELL'EVENTO (LM-12) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
ICAR/13
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (DESIGN DEL PRODOTTO E DELL'EVENTO)
periodo
1° Semestre
moduli
Questo insegnamento è un modulo di:
materiale didattico

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Il corso si propone di sviluppare un’attitudine all’innovazione che consenta allo studente di collegare il progetto ai cambiamenti sociali e allo sviluppo tecnologico; far acquisire gli strumenti per la gestione del processo progettuale, inteso nella più ampia accezione del termine e la trasformazione dei comportamenti, del contesto, degli ambienti sociali e culturali; far acquisire l’esperienza del progetto come integrazione fra competenze; sperimentare il processo progettuale e gestionale; approfondire tecniche e materiali.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Design di un veicolo. Individuazione del settore di mercato. Individuazione di 4 prodotti competitori del caso studio. 

Analisi di almeno 4 punti di forza e due punti di debolezza per ciascun modello esaminato. Complilazione della lista dei requisiti di progetto da soddisfare, del tipo di utilizzo e delle infrastruture. 

  • Brain storming. Visione progettuale.
  • Concept design. Indirizzi propositivi.
  • Design avanzato. Definizione dei volumi, delle tecnologie, dei materiali, del ciclo di vita.
  • Rendering e presentazione del progetto.

Modalità didattiche

Il modulo si articolerà in lezioni frontali, e verrà accompagnato da attività esercitative da eseguirsi in aula e individualmente. Le lezioni frontali e le esercitazioni sono volte a consentire allo studente di padroneggiare il caso studio di progetto che verrà elaborato in corso di semestre.

Il progetto monografico verrà affrontato in gruppi di lavoro, discusso e validato settimanalmente attraverso presentazioni pubbliche dello stato di avanzamento. 

A seguire, in aula, si svolgeranno sessioni di laboratorio in gruppi di lavoro con l'assistenza del corpo docente.

PROGRAMMA/CONTENUTO

Lezioni frontali, esercitazioni, formazione dei gruppi di lavoro, revisioni dei lavori proposti, avanzamento progetto, presentazioni pubbliche degli stai di avanzamento.

TESTI/BIBLIOGRAFIA

FAVILLA M., AGNELLI A.; Fare l'automobile, con interviste a grandi car designer; Marsilio editore; Venezia 2013

INZERILLO B.; Car design, progetto per un abito in movimento; 40due Edizioni, Palermo 2018

MACEY S., WARDLE G.; H-Point: The Fundamentals of Car Design & Packaging; Art Center College of Design

RUFFILLI M., GIRALDI L.; Scooter design. Verso un car-tender per la mobilità urbana. Automobile Club d'Italia, Roma 2018

TOSI F., PATTI I., BRISCHETTO A.; Design Open Air; Franco Angeli Editore, Milano, 2018

TOSI F.; Ergonomia e design - design per l'ergonomia; Franco Angeli Editore, Milano, 2018

TUNINETTO M.; Automobile, Glossario dello stile; Giorgio Nada Editore, Vimodrone (MI), 2000

 

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: due ore settimanali su appuntamento concordato via email.

LEZIONI

Modalità didattiche

Il modulo si articolerà in lezioni frontali, e verrà accompagnato da attività esercitative da eseguirsi in aula e individualmente. Le lezioni frontali e le esercitazioni sono volte a consentire allo studente di padroneggiare il caso studio di progetto che verrà elaborato in corso di semestre.

Il progetto monografico verrà affrontato in gruppi di lavoro, discusso e validato settimanalmente attraverso presentazioni pubbliche dello stato di avanzamento. 

A seguire, in aula, si svolgeranno sessioni di laboratorio in gruppi di lavoro con l'assistenza del corpo docente.

ESAMI

Modalità d'esame

Presentazione orale degli elaborati progettuali.

Modalità di accertamento

L’esame finale attraverso la presentazione degli elaborati eseguiti durante il corso dell’anno è volto a considerare l’acquisita capacità dello studente di controllare e descrivere il progetto di massima di un prodotto industriale. Verranno valutati la consapevolezza funzionale, tecnologica, ergonomica e, non ultima, la capacità espressiva e descrittiva.