STATISTICA APPLICATA

STATISTICA APPLICATA

_
iten
Codice
102300
ANNO ACCADEMICO
2021/2022
CFU
6 cfu al 3° anno di 8766 STATISTICA MATEM. E TRATTAM. INFORMATICO DEI DATI (L-35) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
SECS-S/01
SEDE
GENOVA (STATISTICA MATEM. E TRATTAM. INFORMATICO DEI DATI )
periodo
2° Semestre
materiale didattico

PRESENTAZIONE

Esperti introducono o approfondiscono tecniche statistiche che utilizzano nel loro lavoro illustrandone la applicazione tramite esempi concreti. 

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Fornire alcuni strumenti statistici legati a specifiche applicazioni anche tramite interventi di esperti.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Alla fine del corso lo studente saprà

  • riconoscere il grado di applicablità delle tecniche di analisi imparate
  • riconoscere i principali problemi di analisi dati nei contesti applicativi sotto elencati 
  • individuare i metodi di analisi più adatti 
  • svolgere le analisi con gli opportuni supporti informatici
  • interpretare i risultati delle analisi e valutarne la validità
  • sintetizzare i risultati in un report semi-professionale, interpretare i risultati ottenuti  

Modelli di misurazione in psicometria (3 cfu)
Fornire un'Introduzione alla teoria della psicometria per statistici e fornisce gli strumenti anche informatici (software R) per eseguire semplici le analisi psicometriche di base.

Demografia dell'Italia e del mondo: temi, dati e e misure (1 cfu)
Fornire un'introduzione alla demografia per saper comunicare dati demografici al cittadino medio. 

Statistica Ufficiale (1 cfu)
Il sistema della statistica pubblica.

Il problema della molteplicità dei test statistici in ricerca biomedicina (1 cfu)
Acquisire coscienza del problema e saperlo affrontare con atteggiamento critico.

A questi moduli si affiancheranno attività seminariali su altri aspetti applicati della statistica matematica, usualmente presentate da data scientists operanti in aziende, società di consumo, enti pubblici.

PREREQUISITI

Fondamenti di statistica inferenziale. Nozioni di Statistica matematica.

Modalità didattiche

Lezioni in aula e laboratorio

PROGRAMMA/CONTENUTO

Psicometria

  • La teoria classica dei test
  • Le variabili psicologiche o costrutti
  • Definizione del dominio di contenuto del costrutto e delle sue operazionalizzazioni
  • Modelli di misurazione in psicologia ad indicatori riflessivi e formativi
  • Analisi degli item e attendibilità
  • Analisi fattoriale esplorativa
  • Analisi fattoriale confermativa Modelli di equazioni strutturali
  • Modelli di risposta all'item

Verranno mostrati esempi di analisi con R (packages 'psych', 'lavaan', 'mirt')

Demografia Il corso si basa sull'attenta lettura ed analisi di un volume divulgativo fortemente basato sui dati. Raccolta, analisi e presentazione dei dati per aiutare la società a organizzarsi in modo da trasformare le opportunità in nuove realtà. Il testo di riferimento da analizzare è cambiato negli anni. 

Statistica Ufficiale 
Statistica pubblica, fonti statistiche, dato ufficiale, SISTAN, normativa sulla statistica, codici della statistica.

Il problema della molteplicità dei test statistici in ricerca biomedicina 
I test statistici d'ipotesi sono caratterizzati da una probabilità di falso positivo (livello di significatività) e da una probabilità di falso negativo (1-potenza del test). Quando più test sono effettuati, la probabilità che almeno una vera ipotesi sia rigettata aumenta rapidamente. In ricerca sperimentale, ciò accade per esempio quando più marcatori vengono testati, un test diagnostico è ripetuto più volte, più farmaci vengono comparati a uno standard, più criteri di valutazione vengono usati per valutare l'efficacia di un trattamento, ecc.

La significatività dei risultati osservati viene largamente sopravvalutata qualora i risultati dei test più significativi sono interpretati senza tenere conto della molteplicità dei test effettuati. Questo problema è ancor più cruciale nel caso in cui solo i risultati più significativi vengono riportati e divulgati.

Nel caso di test molteplici, diverse misure di errore sono disponibili, in particolare la probabilità di incorrere in almeno un falso positivo (FWER, familywise error rate) e il tasso di false scoperte (FDR, false discovery rate). Ciascuna di esse ha un significato diverso ed è più o meno appropriata a seconda che il fine della ricerca sia più esplorativo o confermativo.

Diversi metodi di correzione per test multipli sono disponibili nella letteratura statistica. Ciascun metodo di correzione ha come obiettivo il controllo del FWER o del FDR e ciascuno ha proprietà diverse. Nel contesto della valutazione di diversi criteri di efficacia nei trial clinici, l'FDA (US Food and Drug Administration) ha messo a disposizione delle linee guida preliminari.

Esempi pratici con software R: inflazione del livello di più test combinati, correzione del livello di test multipli.

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Psicometria
Chiorri, C. (2011). Teoria e tecnica psicometrica. Milano: McGraw-Hill (capitoli 1, 2, 4 e 5).
Ulteriore materiale (slides, codici di R) verrà condiviso online dal docente.

Demografia (il testo sarà precisato in seguito)
Gianpiero Dalla Zuanna e Guglielmo Weber (2012). Cose da non credere. Il senso comune alla prova dei numeri. Laterza. 
Gianpiero Dalla Zuanna e Stefano Allievi (2015). Tutto quello che non vi hanno mai detto sull'immigrazione, Laterza.
Maria Castiglioni e Gianpiero Dalla Zuanna  (2018). La famiglia è in crisi. Falso! Laterza. 

Statistica Ufficiale 
Slide fornite dal docente e siti web degli istituti statistici pubblici.

Il problema della molteplicità dei test statistici in ricerca biomedicina 
Dmitrienko, D’Agostino, 2013, Traditional multiplicity adjustment methods in clinical trials. Stat Med 32
Goeman J, Solari A, 2014, Multiple Hypothesis Testing in Genomics. Stat Med 33
FDA, 2017, Multiple Endpoints in Clinical Trials. Draft Guidance for Industry. UCM536750

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Orari e luogo di ricevimento Gli studenti che hanno necessità di un colloquio possono richiederlo via e-mail al docente, in modo da concordare giorno, orario, luogo e/o piattaforma (possibili Microsoft Teams, Google Meet, Skype, Zoom, e altre) Contatti del docente E-mail: email unige oppure email gmail

LEZIONI

Modalità didattiche

Lezioni in aula e laboratorio

INIZIO LEZIONI

In accordo con il calendario accademico approvato dal Consiglio di Corsi di Studi.

ORARI

L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile su EasyAcademy.

ESAMI

Modalità d'esame

Psicometria
Scritto e discussione orale

Demografia
Questionario con risposta a crocette

Statistica Ufficiale
Questionario con risposta a crocette e discussione orale 

Il problema della molteplicità dei test statistici in ricerca biomedicina
Questionario con risposta a crocette e discussione orale 

In voto finale è la media pesata dei voti delle varie parti. I pesi sono le ore di docenza frontale.

Modalità di accertamento

Psicometria: Allo studente verrà fornito un dataset sul quale eseguire alcune delle analisi presentate durante il corso. Sulla base di quanto appreso e dal materiale di studio, nella prova scritta viene chiesto di realizzare, interpretare e commentare i risultati ed evidenziare eventuali criticità. Nella discussione orale verranno commentati gli eventuali errori della prova scritta e indagata la preparazione dello studente sulla teoria psicometrica.

Demografia: la capacità dello studente di ritrovare in un complesso testo divulgativo precise informazioni e dati, oltre all’individuazione della metodologia statistica utilizzata per le analisi riportate nel testo.

Statistica Ufficiale:  la capacità dello studente di riconoscere il dato ufficiale e i suoi usi. 

Il problema della molteplicità dei test statistici in ricerca biomedicina: l'abilità di applicare in un contesto teorico le tecniche matematico/statistiche apprese, interpretare i risultati, riconoscerne la valenza e affidabilita'.

ALTRE INFORMAZIONI

Pagine web dell'insegnamento: gli esperti aziendali potranno fornire materiale didattico ulteriore. 

L’attività formativa, avendo un carattere prevalentemente seminariale e prevedendo anche docenti esterni, è rivolta a quegli studenti che possono frequentare regolarmente le lezioni.