DALLE ANALISI DEL CAMPIONE ISTOLOGICO ALLE PUBBLICAZIONI SCIENTIFICHE

DALLE ANALISI DEL CAMPIONE ISTOLOGICO ALLE PUBBLICAZIONI SCIENTIFICHE

_
iten
Codice
105106
ANNO ACCADEMICO
2021/2022
CFU
4 cfu al 3° anno di 8756 BIOTECNOLOGIE (L-2) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
BIO/17
LINGUA
Italiano (Inglese a richiesta)
SEDE
GENOVA (BIOTECNOLOGIE )
periodo
2° Semestre
materiale didattico

PRESENTAZIONE

L’istologia studia tessuti di natura solida e tessuti liquidi.Tali tessuti richiedono diverse metodologie in grado di caratterizzare il  campione per l’espressione e la funzione di differenti molecole. Analisi statistiche appropriate consentono il confronto delle caratteristiche istologiche fra gruppi di campioni consentendo di derivare informazioni significative. Il corso si prefigge di descrivere il percorso metodologico  che conduce dal campione istologico alla pubblicazione scientifica.  

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

 

Lo scopo principale della parte teorica dell’insegnamento è quello di fornire agli studenti  criteri per una corretta selezione dei campioni istologici, conoscenze delle metodologie più utili all’analisi dei diversi campioni e dei test statistici più informativi. Le lezioni pratiche si prefiggono di far acquisire competenze per: i) l’isolamento e la preparazione di campioni istologici analizzabili tramite microscopia o citofluorimetria ii) l’acquisizione dei dati analitici ii) l’analisi dei dati e la valutazione del loro significato biologico iii) l’organizzazione e  la stesura preliminare di un articolo scientifico 

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

La frequenza e la partecipazione attiva alle attività formative proposte (lezioni frontali e lezioni pratiche) e lo studio individuale consentiranno allo studente di:

- conoscere le caratteristiche del metodo scientifico 

- conoscere i diversi approcci metodologici possibili per la raccolta del campione (solido, liquido) 

- saper valutare l’idoneità del campione tenendo conto delle sue caratteristiche istologiche  

-saper valutare l’idoneità della casistica  considerando l’obiettivo dello studio  

-conoscere nel dettaglio gli approcci metodologici per la processazione di campioni ex-vivo  derivati da tessuti solidi o liquidi 

-conoscere nel dettaglio le tecniche di isolamento di particolari tipi cellulari da campioni ex-vivo derivati da tessuti solidi o liquidi e saper valutare l’efficacia dei vari metodi di isolamento  

-conoscere nel dettaglio  i differenti metodi di preparazione ed analisi di campioni ex-vivo, derivati da tessuti solidi o liquidi, per analisi di microscopia (ottica, confocale, elettronica) e citofluorimetria; conoscere pregi e limiti delle diverse metodologie applicabili 

-conoscere altre metodologie (i.e imaging) utili allo studio fenotipico e funzionale di cellule derivate da campioni ex-vivo, derivati da tessuti solidi o liquidi  

-conoscere altri modelli di studio tissutale in vitro (3D) e in vivo (modelli animali) per il consolidamento del significato sperimentale, biologico e clinico. 

-saper organizzare e presentare i  risultati di una possibile ricerca ai fini della sua pubblicazione su riviste scientifiche 

PREREQUISITI

Per affrontare efficacemente i contenuti dell’insegnamento sono necessarie  conoscenze  di citologia ed istologia  

Modalità didattiche

L'insegnamento si compone di lezioni frontali e lezioni  pratiche 

PROGRAMMA/CONTENUTO

1) Introduzione al metodo scientifico (lezioni frontali)

2) Introduzione agli approcci metodologici per lo studio di materiale biologico di donatori sani e di pazienti. Idoneità del campione e della casistica (lezioni frontali e pratiche)

3) Preparazione e osservazione di campioni istologici tramite microscopia e citofluorimetria: tecniche a confronto (lezioni pratiche)

4) Approcci metodologici per la processazione del campione e l’isolamento di cellule tessutali da campioni ex-vivo. Valutazione dell’efficacia dei vari metodi di isolamento (lezioni pratiche)

5) Saggi sperimentali utili allo studio fenotipico e funzionale di cellule tessutali da campioni ex-vivo (lezioni pratiche)

6) Analisi dei campioni e raccolta dei dati (lezioni pratiche)

7) Validazione (lezioni frontali e pratiche) e interpretazione dei dati (lezioni frontali)

8) Significato, impatto scientifico e impatto clinico (lezioni frontali)

9) Organizzazione e presentazione dei risultati finalizzati alla stesura di una pubblicazione scientifica (lezioni frontali)

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Tutte le slides utilizzate durante le lezioni e altro materiale didattico saranno disponibili su aulaweb. In generale, gli appunti presi durante le lezioni e il materiale su aulaweb sono sufficienti per la preparazione dell'esame.

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Su appuntamento, contattare il Docente via mail: roberta.castriconi@unige.it

Ricevimento: Su appuntamento, contattare il Docente via e-mail: emanuela.marcenaro@unige.it

Ricevimento: Su appuntamento, contattare il Docente via e-mail: alessandra.dondero@unige.it

Ricevimento: Su appuntamento, contattare il Docente via e-mail: mariella.dellachiesa@unige.it   

Ricevimento: Su appuntamento, contattare il Docente via e-mail: silvia.pesce@unige.it

LEZIONI

Modalità didattiche

L'insegnamento si compone di lezioni frontali e lezioni  pratiche 

INIZIO LEZIONI

Secondo semestre

ORARI

L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile su EasyAcademy.

ESAMI

Modalità d'esame

L'esame si compone di una prova orale nella quale si discuterà un elaborato scritto svolto dagli studenti in autonomia su traccia del docente e volto alla stesura di parti di un possibile manoscritto scientifico. 

Modalità di accertamento

 

L’esame verificherà l’effettiva acquisizione da parte dello studente  della capacità di elaborare e discutere una presentazione in formato digitale. Tale presentazione dovrà  descrivere il percorso metodologico utilizzabile per l’analisi di uno specifico campione istologico in base alle conoscenze acquisite durante il corso. 

E’ possibile che situazioni emergenziali impediscano lo svolgimento dell’esame in presenza. In tal caso, le modalità di svolgimento dell’esame saranno le stesse ma si utilizzerà la piattaforma informatica Teams.