LABORATORIO DI URBANISTICA

iten
Codice
61024
ANNO ACCADEMICO
2021/2022
CFU
10 cfu al 3° anno di 8694 SCIENZE DELL'ARCHITETTURA (L-17) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
ICAR/21
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (SCIENZE DELL'ARCHITETTURA )
periodo
Annuale
frazionamenti
Questo insegnamento è diviso in 3 frazioni:
  • A
  • B
  • C
  • materiale didattico

    PRESENTAZIONE

    Il Laboratorio è finalizzato a fornire conoscenze e competenze in merito agli strumenti mediante i quali avvengono le trasformazioni della città, del territorio, dell’ambiente e del paesaggio, in relazione al mutare dei caratteri e delle esigenze della società e del quadro culturale e legislativo.

    OBIETTIVI E CONTENUTI

    OBIETTIVI FORMATIVI

    Il percorso formativo, da sviluppare attraverso una sperimentazione progettuale innovativa, di chiara vocazione concettuale e strategica, mira a promuovere la capacità di riconoscere e governare le problematiche della trasformazione della città e del territorio, per poter delineare un riassetto insediativo indirizzato alla rivalutazione della qualità architettonica e ambientale e alla sostenibilità ambientale e socioeconomica in processi temporali aperti e complessi. Sono obiettivi formativi qualificanti: l’acquisizione di tecniche di analisi e sintesi per la valutazione delle condizioni insediative e del contesto socioculturale e socioeconomico e la sua possibile risonanza con logiche di approccio olistiche; l’acquisizione di strumenti e metodologie di intervento per la definizione e la verifica del progetto; la capacità di collocare il progetto nel quadro della pianificazione e della normativa urbanistica e svilupparlo in relazione alle esigenze delle comunità insediate e d´una cultura trasversale accordata ai nuovi tempi e alla nuove tecnologie; la capacità di individuare gli opportuni riferimenti propositivi e progettuali, attraverso l’approfondimento di significative esperienze sviluppate in ambito nazionale e internazionale.

    OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

    Il corso è finalizzato a fornire conoscenze e competenze in merito:

    1) la lettura-progetto degli assetti insediativi dell'urbano contemporaneo, impiegando anche metodologie e strumenti provenienti da aree contigue a quello del progetto: geografia, storia, scienze ambientali, economia, sociologia;

    2) gli strumenti mediante i quali avvengono le trasformazioni della città e del territorio. 

    PREREQUISITI

    E' richiesta la preventiva frequenza del corso di Fondamenti di Urbanistica (o affine).

    MODALITA' DIDATTICHE

    Il corso si strutturerà in lezioni ed esercitazioni guidate.Il Laboratorio procederà in parallelo: una prima dimensione è  quella dedicata alla presentazione del quadro culturale e metodologico di riferimento,  mentre in una seconda componente saranno presentati gli strumenti e le tecniche di interpretazione dei caratteri fisici della realtà urbana contemporanea. La parte finale del corso è destinata all’illustrazione dei metodi per la costruzione del progetto che sarà sviluppato dagli studenti suddivisi in gruppi.

    PROGRAMMA/CONTENUTO

    Il Laboratorio è orientato alla formazione di un quadro di riferimenti progettuali e strumentali per la progettazione urbanistica alle diverse scale in due contesti progettuali: uno scelto nell'ambito dell’area urbana genovese in un contesto a forte densità di funzioni e d'uso (Val Polcevera), il secondo in un contesto ligure interno, inquadrabile nella dimensione delle aree interne. Nel primo caso l'attenzione verrà posta ai temi della rigenerazione urbana e del riammagliamento della struttura insediativa nello scenario della Green Logistic Valley; nel secondo caso l'attenzione verrà focalizzata sul tema del centro storico e degli strumenti per il recupero urbano. Temi generali del laboratorio sono quelli  della residenza (lettura e progetto), dell'infrastruttura fisica della città (reticolo infrastrutturale, logistica, destinazioni d'uso), della pianificazione ambientale (resilienza urbana, sostenibilità), fornendo sia un quadro teorico-interpretativo dei temi e delle problematiche inerenti questo insieme di pratiche e politiche; sia illustrando alcune esperienze di trasformazione urbana, italiane ed internazionali, evidenziandone le premesse teoriche e gli esiti raggiunti.

    Costiutiscono parte integrante del corso gli strumenti utili alla rappresentazione del progetto di territorio: GIS e BIM, cui saranno dedicate specifiche lezioni ed esercitazioni. 

    TESTI/BIBLIOGRAFIA

    Testi di base sull’urbanistica contemporanea:

    Blecic I., Cecchini A., 2016, Verso una pianificazione antifragile. Come pensare al futuro senza prevederlo, Milano: FrancoAngeli.

    Gabellini P., 2012, Tecniche urbanistiche, Roma: Carocci. 

    Gabellini P., 2018, Le mutazioni dell'urbanistica. Principi, tecniche, competenze, Roma: Carocci.

    Indovina F. 2017, Ordine e disordine nella città contemporanea, Milano: FrancoAngeli.

    Lanzani A., 2017, Città territorio urbanistica tra crisi e contrazione, Milano: FrancoAngeli.

    Pasqui G., 2017, Urbanistica oggi. Piccolo lessico critico, Roma: Donzelli.

    Urban@it, 2015, Rapporto sulle città. Metropoli attraverso la crisi, Bologna: Il Mulino.

     

    Testi su progetto e rigenerazione urbana:

    D'Onofrio, R., Talia, M., 2015. La rigenerazione urbana alla prova, Milano: FrancoAngeli.

    Di Giulio, R., Boeri, A., 2013, Paesaggi periferici strategie di rigenerazione urbana, Macerata: Quodlibet.

    Galuzzi P., Vitillo P., 2008, Rigenerare le città. La perequazione urbanistica come progetto, Santarcangelo di Romagna (RN): Maggioli Editori.

    Garsia, L., Neri, G., 2015, Abitare la rigenerazione urbana la misura della città e della casa nel 21. Secolo, Roma: Gangemi.

    Gasparrini C., 2016, DrossCity, Trento: List.

    Montedoro L., 2018, Lo spazio pubblico come palinsesto, Santarcangelo di Romagna (RN): Maggioli Editori.

    Musco, F., 2009, Rigenerazione urbana e sostenibilità, Milano: Angeli.

    Rubeo F., 2012, Trasformazioni urbane. La valutazione economica, Santarcangelo di Romagna (RN): Maggioli Editori.

    Tamini L., 2017, Dismissioni commerciali e resilienza. Nuove politiche di rigenerazione urbana, Milano: Egea.

    Ulteriori riferimenti verranno forniti durante il corso.

    DOCENTI E COMMISSIONI

    Ricevimento: Il prof. Giampiero Lombardini riceve gli studenti il lunedì pomeriggio ore 14.30-18.30, previa prenotazione via email. Incontri in altri gionri potranno essere richiesti anch'essi tramite email. 

    Ricevimento: Venerdi Mattina e/o Giovedi pomeriggio

    Commissione d'esame

    GIAMPIERO LOMBARDINI (Presidente)

    MANUEL GAUSA NAVARRO

    DIEGO ZOPPI

    LEZIONI

    MODALITA' DIDATTICHE

    Il corso si strutturerà in lezioni ed esercitazioni guidate.Il Laboratorio procederà in parallelo: una prima dimensione è  quella dedicata alla presentazione del quadro culturale e metodologico di riferimento,  mentre in una seconda componente saranno presentati gli strumenti e le tecniche di interpretazione dei caratteri fisici della realtà urbana contemporanea. La parte finale del corso è destinata all’illustrazione dei metodi per la costruzione del progetto che sarà sviluppato dagli studenti suddivisi in gruppi.

    INIZIO LEZIONI

    Settembre 2021

    Orari delle lezioni

    L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile su EasyAcademy.

    ESAMI

    MODALITA' D'ESAME

    Discussione degli elaborati prodotti durante il corso che saranno:

    1. Progetto di rigenerazione urbana di una ambito della Val Polcevera (3 tavole A1)

    2. Progetto di recupero di un centro storico della Liguria interna (3 tavole A1)

    3. Booklet su analisi e progetto del territorio (schede elaborate con disegno a mano e con strumenti BIM-CAD)

    MODALITA' DI ACCERTAMENTO

    Attraverso la produzione e la discussione dei tre elaborati, gli studenti dovranno dimostrare:

    La conoscenza delle tecniche di analisi e di progetto per la rigenerazione urbana e degli strumenti operativi (piani, progetti) utilizzabili 

    La conoscenza delle tecniche di analisi e di progetto per il recupero dei centri storici e degli ambiti rurali;

    La conoscenza delle tecniche di analisi del territorio e del progetto di scala urbana