URBANISTICA E PATRIMONIO CULTURALE

URBANISTICA E PATRIMONIO CULTURALE

_
iten
Ultimo aggiornamento 23/07/2021 15:45
Codice
81114
ANNO ACCADEMICO
2021/2022
CFU
3 cfu al 1° anno di 8470 BENI ARCHITETTONICI E DEL PAESAGGIO (SSPC-2) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
ICAR/21
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (BENI ARCHITETTONICI E DEL PAESAGGIO)
periodo
Annuale
moduli
Questo insegnamento è un modulo di:
materiale didattico

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Per essere efficace, la gestione del patrimonio deve non solo intervenire in modo corretto e opportuno sul singolo bene architettonico o paesaggistico ma collocarlo adeguatamente in un sistema di relazioni multiscalare. Pertanto chi affronta lo studio e il recupero di un elemento del patrimonio dovrà interrogarsi sulle sue relazioni storiche con il contesto e sulle prospettive del suo reinserimento nel processo di trasformazione e sviluppo della città e del territorio.

Questo insegnamento si occupa degli aspetti del progetto di conoscenza e di restauro/gestione che riguardano le relazioni tra il bene e il contesto.

Alla conclusione dell'insegnamento, lo specilizzando avrà acquisito capacità di:

  • impostare e svolgere un programma di ricerca volto a indagare e comprendere i rapporti del bene oggetto di studio (edificio o complesso di edifici) con il contesto urbano e territoriale,
  • definire e rappresentare fasi storiche e funzionali di questi rapporti,
  • individuare motivazioni e definire linee guida per il recupero del bene in relazione al contesto urbano e territoriale,
  • organizzare ed esporre la ricerca svolta.

 

Modalità didattiche

L’insegnamento consiste di:

•           lezioni ex cathedra, in cui verranno trattate questioni generali e di inquadramento dell’edificio scelto come caso studio dell’anno di corso;

•           attività di atelier in cui il docente e gli specializzandi definiranno insieme un programma di ricerca sul caso studio e ne discuteranno gli sviluppi;

•           sopralluoghi dedicati all’osservazione critica del contesto urbano del caso studio e alla visita di ambienti urbani, per considerare gli esiti di piani e interventi di recupero e svolgere esercizi collettivi di lettura di edifici e tessuto urbano.

 

PROGRAMMA/CONTENUTO

LEZIONI

Urbanistica e patrimonio urbano. Origine e sviluppi di una teoria per la gestione della città antica. Il contributo di alcune figure chiave della cultura urbanistica europea ed italiana. Metodi di indagine ed esperienze di pianificazione.

Urbanistica e paesaggio. Modi d’intendere il paesaggio. Pianificazione e tutela del paesaggio.

Elementi di storia urbanistica genovese (con riferimento al tema dell’anno). Morfologia urbana, forme e strutture del paesaggio. Precedenti e risultati di piani e interventi di recupero.

ESERCITAZIONE

Il caso studio. La collocazione del bene nella città e nel paesaggio. Guida all’analisi del contesto. Spunti per nuovi usi e nuovi significati del bene in una prospettiva di riqualificazione urbana e del paesaggio

 

TESTI/BIBLIOGRAFIA

  • Calabi, D., Storia dell’urbanistica europea, Paravia - Bruno Mondatori, Milano, 2004
  • Finotto, F., La città aperta. Storia delle teorie urbanistiche moderne, Marsilio, Venezia, 2001
  • Gaeta L., Janin Rivolin U., Mazza L., Governo del territorio e pianificazione spaziale, Città studi, Milano, 2013
  • Poleggi, E., Cevini, P., Le città nella storia d’Italia. Genova, Laterza, Roma-Bari,1981

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Avverrà, previo appuntamento via email, in presenza presso lo studio del docente o su piattaforma Teams. Mercoledì ore 10:00 – 12:30 Dipartimento Architettura Design (dAD) - Stradone di Sant'Agostino 37, Genova e-mail: roberto.bobbio@unige.it

LEZIONI

Modalità didattiche

L’insegnamento consiste di:

•           lezioni ex cathedra, in cui verranno trattate questioni generali e di inquadramento dell’edificio scelto come caso studio dell’anno di corso;

•           attività di atelier in cui il docente e gli specializzandi definiranno insieme un programma di ricerca sul caso studio e ne discuteranno gli sviluppi;

•           sopralluoghi dedicati all’osservazione critica del contesto urbano del caso studio e alla visita di ambienti urbani, per considerare gli esiti di piani e interventi di recupero e svolgere esercizi collettivi di lettura di edifici e tessuto urbano.

 

ORARI

L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile su EasyAcademy.

ESAMI

Modalità d'esame

L’esame dell’insegnamento è orale ed è parte dell’esame del primo anno di corso che riguarda tutte le materie. Gli specializzandi illustreranno al corpo docente della Scuola gli esiti del lavoro svolto nell’atelier con una presentazione PPoint che sarà la base per approfondimenti e discussione. La valutazione del lavoro e della presentazione contribuiranno a definire il giudizio complessivo del profitto dell’anno di corso

Modalità di accertamento

La valutazione riguarda la capacità di:

  • impostare e svolgere autonomamente una ricerca sui rapporti tra un bene ed il contesto urbano e territoriale nel quale è collocato,
  • produrre risultati utili in termini di conoscenza del bene e del contesto,
  • proporre criteri ed obbiettivi per un intervento di recupero che tenga conto delle condizioni del contesto e possibilmente vi apporti migliorie, 
  • esporre la ricerca svolta e le proposte di intervento con rigore metodologico e chiarezza espositiva.