DIDATTICA DELLA CHIMICA

DIDATTICA DELLA CHIMICA

_
iten
Ultimo aggiornamento 11/06/2021 13:04
Codice
67672
ANNO ACCADEMICO
2021/2022
CFU
4 cfu al 3° anno di 9322 SCIENZE DELLA FORMAZIONE PRIMARIA (LM-85 bis) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
CHIM/03
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (SCIENZE DELLA FORMAZIONE PRIMARIA )
periodo
2° Semestre
moduli
Questo insegnamento è un modulo di:
materiale didattico

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

L'insegnamento non ha lo scopo di far apprendere ai futuri maestri la Chimica nella sua struttura concettuale, ma, dopo aver rivisto alcuni concetti di fondo, far sperimentare una via praticabile per contribuire, insieme alle altre aree disciplinari, al raggiungimento degli obiettivi proposti dalle Indicazioni nazionali della scuola primaria e dell’infanzia. Tra questi, particolare attenzione si darà alla “padronanza di tecniche di indagine”, dalle pratiche di tipo osservativo a quelle che riguardano la manipolazione della materia, e all’integrazione costante tra il fare e il pensare. In particolare, l'insegnamento si pone i seguenti obiettivi: - Presentare e discutere i principali quadri teorici sviluppati in didattica della chimica, unitamente a metodologie e le tecniche di trasposizione didattica dei concetti della chimica affrontabili nel primo ciclo d'istruzione; - Discutere criticamente la relazione pedagogica esistente tra i concetti fondanti della chimica a livello macroscopico (sostanza semplice, sostanza composta, stato fisico, ecc.), microscopico (atomo, molecola, ecc.) e simbolico (formula chimica, formula di struttura, ecc.) e la loro trasposizione didattica; - Presentare e discutere esempi di didattica laboratoriale della chimica e di utilizzo di risorse e strumenti tecnologici multimediali specifici per la didattica della chimica; - Presentare e discutere metodi di autovalutazione e valutazione delle conoscenze e delle competenze maturate; - Fornire criteri e strumenti per la progettazione di attività didattiche relative alla chimica in funzione degli obiettivi formativi e del grado di istruzione nel quale si opera.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Al termine del corso, lo studente possiede le competenze necessarie per la progettazione di percorsi culturalmente significativi e didatticamente efficaci per l’insegnamento della Chimica a livello della scuola primaria. In particolare, lo studente è in grado di: comprendere i tre livelli di rappresentazione della materia che operano nella chimica; affrontare le principali difficoltà cognitive che gli allievi incontrano nell’apprendimento della chimica; utilizzare a fini didattici la pluralità di testi e materiale scolastico; elaborare brevi sequenze didattiche per l’apprendimento di argomenti chimici previsti nelle linee guida ministeriali; usare un approccio trans- e interdisciplinare nell'insegnamento della disciplina.

Modalità didattiche

Dal punto di vista metodologico si affiancherà la presentazione dei diversi concetti alla loro contestualizzazione storico-epistemologica, avendo cura di mettere in evidenza la natura sperimentale della chimica. Il lavoro in aula sarà condotto, per alcune parti, adottando una didattica attiva e collaborativa. Alcuni argomenti verranno completati o corroborati per mezzo di attività individuali o di gruppo.

Strumenti a supporto della didattica
Lavagna, personal computer, videoproiettore, presentazioni power-point, attrezzature didattiche di laboratorio

Nel caso non sia possibile, per motivi sanitari, svolgere le lezioni in presenza le stesse verranno erogate a distanza in modalità streaming

PROGRAMMA/CONTENUTO

Programma/Contenuti

I contenuti chimici nelle linee guida per la scuola primaria

La rappresentazione della materia in chimica: il triangolo di Johnstone (i tre livelli di rappresentazione della materia); la struttura logica della chimica e la sua implicazione nell’insegnamento/apprendimento della disciplina.

Il ruolo dei modelli e della modellizzazione nell’insegnamento della chimica: il modello particellare

Strategie per l’apprendimento della chimica, e, in generale, delle scienze, in un’ottica costruttivista: progettazione di attività didattiche (misure, materia, miscele, separazioni, trasformazioni)

Le potenzialità della didattica informale per l’apprendimento.

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Articoli, capitoli di libri e altri materiali dalla letteratura specialistica saranno forniti durante il corso dal docente e/o depositati sulla piattaforma Aulaweb.

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Su appuntamento. email: nadia.parodi@unige.it

Commissione d'esame

GIANANGELO BRACCO (Presidente)

CARLO SCHIAVI (Presidente Supplente)

MICHELE MAGNOZZI (Presidente Supplente)

NADIA PARODI (Presidente Supplente)

LEZIONI

Modalità didattiche

Dal punto di vista metodologico si affiancherà la presentazione dei diversi concetti alla loro contestualizzazione storico-epistemologica, avendo cura di mettere in evidenza la natura sperimentale della chimica. Il lavoro in aula sarà condotto, per alcune parti, adottando una didattica attiva e collaborativa. Alcuni argomenti verranno completati o corroborati per mezzo di attività individuali o di gruppo.

Strumenti a supporto della didattica
Lavagna, personal computer, videoproiettore, presentazioni power-point, attrezzature didattiche di laboratorio

Nel caso non sia possibile, per motivi sanitari, svolgere le lezioni in presenza le stesse verranno erogate a distanza in modalità streaming

INIZIO LEZIONI

Febbraio 2022

ESAMI

Modalità d'esame

Prendendo spunto dalle esperienze condotte in aula, viene richiesto di sviluppare un percorso didattico originale riguardante argomenti di chimica a scelta e di presentarlo in forma scritta.

Modalità di accertamento

La verifica dell’apprendimento avviene attraverso la valutazione e discussione di un elaborato finale nel quale sia esposta la progettazione di un intervento didattico su una serie di argomenti scelti dallo studente fra una rosa proposta dal docente a inizio corso.