DIRITTO E LETTERATURA

DIRITTO E LETTERATURA

_
iten
Ultimo aggiornamento 08/06/2021 18:06
Codice
94956
ANNO ACCADEMICO
2021/2022
CFU
6 cfu al 3° anno di 7995 GIURISPRUDENZA (LMG/01) GENOVA

6 CFU al 5° anno di 7996 GIURISPRUDENZA (LMG/01) GENOVA

6 CFU al 3° anno di 10842 SERVIZI LEGALI ALL'IMPRESA E ALLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE (L-14) GENOVA

SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
IUS/01
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (GIURISPRUDENZA)
periodo
1° Semestre
materiale didattico

PRESENTAZIONE

L’insegnamento di “Diritto e letteratura” ha iniziato a diffondersi negli USA circa 50 anni fa ed è poi entrato  nei programmi universitari in vari Paesi europei e ora anche in Italia. Il Law and Literature Movement che si è sviluppato intorno a tali esperienze didattiche sembra assumere la precipua finalità di mantenere negli operatori del diritto, a sostegno e integrazione della indispensabile preparazione tecnica, la coscienza della natura culturale e storico-politica del fenomeno giuridico. 

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Diritto e letteratura come forme di produzione culturale correlate. Codificazione civile e nascita del romanzo moderno. Letteratura, cittadinanza, democrazia: prospettive storiche e filosofiche. Il “L&L Movement” negli Stati Uniti: J.B. White, M. Nussbaum, R. Weisberg. La recezione in Europa. Critical Legal Studies e “decostruzionismo”. “Law in Literature”, “as Literature”, “of Literature”.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Le attività formative proposte consentiranno allo studente:

- di conoscere le linee evolutive dei più generali o importanti istituti giuridici e dei sottesi conflitti politici nell’età moderna e contemporanea

- di comprendere i profili di affinità e di differenza dell'attività interpretativa di testi letterari e giuridici

- di implementare le proprie capacità di individuazione dei principali nuclei di significato e dei loro rapporti reciproci in testi complessi ;

- di creare a propria volta testi argomentativi sorvegliati su questioni politico-giuridiche, nel rispetto, in particolare, della distinzione tra discorsi de iure condito e condendo

PREREQUISITI

Si richiede un grado almeno elementare di conoscenza del lessico giuridico e, per gli studenti stranieri, una padronanza medio-alta della lingua italiana

Modalità didattiche

Le lezioni frontali, in presenza o in modalità telematica, saranno alternate a momenti di discussione e commento di testi. Letture e altri materiali integrativi (test o brevi esercitazioni di interpretazione e/o scrittura)  verranno resi disponibili, di settimana in settimana, in Aulaweb.

 

PROGRAMMA/CONTENUTO

“Età di mezzo” e “modernità” in letteratura e nel diritto.

La nascita del romanzo moderno (Cervantes, Defoe, ecc.) e i suoi riflessi politici e sociali. Illuminismo e “paradigma della legge”. La Rivoluzione francese e la sua diffusione in Europa. Realismo letterario e code civil.  Diritto, legge, lingua e letteratura nel Romanticismo tedesco.

Questioni politiche e problemi giuridici nel romanzo europeo dell’Ottocento (Dickens, Hugo, Zola, ecc.). Eguaglianza nei rapporti civili e diseguaglianza nei rapporti politici. Nazionalismo e umanitarismo. La questione sociale; la questione penale; la questione femminile.

La crisi del “secolo borghese” (Stevenson, Stoker, Wilde, ecc.). Mito e letteratura nell’ideologia nazionalsocialista e nelle esperienze dell’autoritarismo. Creazione artistica, capitalismo e totalitarismo.

Le avanguardie letterarie del primo Novecento (Proust, Joyce, ecc.) e le loro implicazioni politiche. Soggetto, testo e interpretazione. Letteratura e ripresa del diritto naturale dopo la Seconda guerra mondiale. La cultura americana e l’educazione alla democrazia. La contestazione giovanile e la "beat generstion". I "Critical Studies" e il “decostruzionismo”.

La nascita del L&L Movement negli Stati Uniti: temi, metodi e tendenze. Le critiche di Richard Posner. James Boyd White e la “comunità di lettura”. Martha Nussbaum e l’“intelligenza delle emozioni”.

La ricezione europea. L’implementazione degli studi di linguistica, di argomentazione e retorica giuridiche, di legal drafting.

 

TESTI/BIBLIOGRAFIA

L’esame potrà essere sostenuto direttamente sulla base degli appunti presi a lezione e dei materiali distribuiti, integrati dalla lettura di:

D. Carusi, L’ordine naturale delle cose, Giappichelli, 2011, limitatamente ai capitoli II, III, V, IX (per un totale di pp. 180 circa).

Si richiede inoltre la lettura di almeno uno dei seguenti romanzi:

- K. Abdolah, La casa della moschea, Iperborea;

- J. Barnes, Il rumore del tempo, Einaudi;

M. Batalha, La vita invisibile di Euridice Gusmao, Feltrinelli

J. Cabré, Io confesso, Beat

- R. Gary, Educazione europea, Neri Pozza;

- A. Ghosh, Il paese delle maree, Beat

- A. Lobo Antunes, Esortazione ai coccodrilli, Einaudi;

- A. Lobo Antunes, Lo splendore del Portogallo, Einaudi

- J. Saramago, Una terra chiamata Alentejo, Feltrinelli;

o di un altro concordato con il docente.

Gli studenti che non abbiano frequentato almeno l’80% delle lezioni dovranno integrare il programma con la lettura di:  

D. Carusi, Che farò quando tutto brucia? Una lettura politico-giuridica di A. Lobo Antunes, Pacini editore, 2019 o di altro testo concordato con il Docente.

 

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Nell'ora successiva a ciascuna lezione, oppure su appuntamento da richiedere con e-mail

Commissione d'esame

DONATO CARUSI (Presidente)

ROBERTA SERAFINA BONINI

LEZIONI

Modalità didattiche

Le lezioni frontali, in presenza o in modalità telematica, saranno alternate a momenti di discussione e commento di testi. Letture e altri materiali integrativi (test o brevi esercitazioni di interpretazione e/o scrittura)  verranno resi disponibili, di settimana in settimana, in Aulaweb.

 

INIZIO LEZIONI

Nella settimana del 13 settembre 2021, secondo l'orario

ORARI

L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile su EasyAcademy.

ESAMI

Modalità d'esame

L’esame consisterà in un colloquio orale. Non sono previste prove intermedie o preliminari. 

Modalità di accertamento

L'esame valuterà:

- le conoscenze storico-giuridiche acquisite in conformità agli obiettivi dell'insegnamento

- la capacità di riferire in sintesi circa testi narrativi letti e circa i loro risvolti o possibili implicazioni da un punto di vista politico-giuridico.   

Nella valutazione si terrà conto della qualità linguistica e logico-argomentativa dell'esposizione nonché della disposizione all'autonomia di giudizio e al ragionamento critico..

ALTRE INFORMAZIONI

Le lezioni si svolgeranno presumibilmente per via telematica (ogni pertinente informazione verrà fornita su aulaweb con almeno qualche giorno d'anticipo sulla data di inizio) e si concluderanno entro il 31 ottobre 2021. L'orario ufficiale indicato dal Dipartimento potrà essere adattato e modificato a seconda delle prevalenti esigenze degli studenti frequentanti.

Per ulteriori informazioni è possibile contattare il docente all'indirizzo: donato.carusi@unige.it  .