TEORIE GENERALI DEL DIRITTO INTERNAZIONALE PRIVATO E PROCESSUALE

TEORIE GENERALI DEL DIRITTO INTERNAZIONALE PRIVATO E PROCESSUALE

_
iten
Ultimo aggiornamento 08/06/2021 12:34
Codice
55644
ANNO ACCADEMICO
2021/2022
CFU
3 cfu al 3° anno di 7996 GIURISPRUDENZA (LMG/01) IMPERIA

3 CFU al 3° anno di 10842 SERVIZI LEGALI ALL'IMPRESA E ALLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE (L-14) IMPERIA

SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
IUS/13
LINGUA
Italiano
SEDE
IMPERIA (GIURISPRUDENZA)
periodo
2° Semestre
moduli
Questo insegnamento è un modulo di:
materiale didattico

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

mod. 1 Regole comunitarie e garanzie sovranazionali del processo civile Approfondimenti sul regolamento 44/2001; le nuove regole comuni di diritto processuale civile internazionale (regolamenti su fallimento, titolo esecutivo europeo, ingiunzione di pagamento e controversie di modesta entità); i principi sovranazionali che regolano il processo civile (diritto e giurisprudenza CEDU e comunitaria).

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Il corso si propone di analizzare criticamente ed in modo approfondito la disciplina di diritto internazionale privato e processuale, con particolare attenzione nei confronti delle molteplici fonti in vigore nell’ordinamento giuridico italiano in materia di diritto processuale civile internazionale e di diritto internazionale privato (sia quelle di origine interna, che quelle contenute nelle convenzioni internazionali e nei regolamenti dell’Unione europea), alla luce degli orientamenti della dottrina nonché dei casi giurisprudenziali. A completamento di quanto appreso nell’ambito dell’insegnamento di base di Diritto internazionale, si mira perfezionare le conoscenze dello studente in tali materie, sviluppandone la capacità di sistemazione del complesso quadro di fonti normative nonché di ragionamento e di soluzione delle principali problematiche. Si intende fornire agli studenti la conoscenza relativa a (a) i principi e principali nozioni di base del diritto internazionale privato; (b) la disciplina contenuta nella legge n. 218/1995; (c) le modalità attraverso cui operano le norme di conflitto, ed il funzionamento dei criteri di collegamento al fine dell'individuazione della legge applicabile.

Lo studio individuale, la frequenza e la partecipazione alle attività formative proposte consentiranno allo studente di:

- Conoscere e riportare nei loro contenuti i principi ispiratori della disciplina italiana di diritto internazionale privato e processuale;

- Analizzare ed applicare i principali istituti giuridici relativi alla teoria generale del diritto internazionale privato;

- Applicare le norme rilevanti, distinguendo le fattispecie e creando collegamenti con le categorie studiate, per la soluzione di problemi giuridici concreti e specifici;

- Effettuare ricerche riguardanti le fonti del diritto internazionale privato e processuale nonché la giurisprudenza italiana, della Corte di giustizia dell’Unione europea, della Corte europea dei diritti dell’uomo;

- Esprimersi con linguaggio tecnico adeguato, sia in forma orale sia in forma scritta, sulle questioni di diritto internazionale privato e processuale.

Modalità didattiche

Lezioni frontali, integrate dall'analisi di materiale normativo e giurisprudenziale messo a disposizione su AulaWeb. Alle lezioni frontali potranno aggiungersi seminari monografici tenuti da docenti esterni assieme alla docente titolare dell'insegnamento, nonché attività di approfondimento da predisporsi ad opera degli studenti frequentanti.

 

PROGRAMMA/CONTENUTO

Nella prima parte, il corso tratta i seguenti temi: (i) Teoria generale del diritto internazionale privato; (ii) La legge italiana di riforma del diritto internazionale privato n. 218/1995: ambito applicativo (residuale); (iii) L'ambito della giurisdizione italiana, l'individuazione della legge regolatrice ed il riconoscimento delle decisioni straniere nella legge 218/1995.

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Per gli studenti frequentanti

Gli studenti frequentanti possono preparare l'esame sugli appunti presi a lezione e sul materiale messo a dispozione su AulaWeb. In ogni caso, quale testo di riferimento si segnala:

F. Mosconi, C. Campiglio, Diritto internazionale privato e processuale, Vol. II, Statuto personale e diritti reali, Torino, Giappichelli, 2019 (limitatamente alle parti che saranno indicate a lezione).

Per gli studenti non frequentanti

F. Mosconi, C. Campiglio, Diritto internazionale privato e processuale, Vol. II, Statuto personale e diritti reali, Torino, Giappichelli, 2019 da p. 1 a p. 139; da p. 199 a p. 251.

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Il ricevimento studenti potrà svolgersi in presenza o sulla piattaforma Teams, prima o dopo la lezione o su appuntamento.     

Commissione d'esame

FRANCESCA MAOLI (Presidente)

ILARIA QUEIROLO

PIETRO SANNA (Supplente)

MATTEO SOMMELLA (Supplente)

FRANCESCO PESCE (Supplente)

STEFANO DOMINELLI (Supplente)

LAURA CARPANETO (Supplente)

MARIA ELENA DE MAESTRI (Supplente)

LEZIONI

Modalità didattiche

Lezioni frontali, integrate dall'analisi di materiale normativo e giurisprudenziale messo a disposizione su AulaWeb. Alle lezioni frontali potranno aggiungersi seminari monografici tenuti da docenti esterni assieme alla docente titolare dell'insegnamento, nonché attività di approfondimento da predisporsi ad opera degli studenti frequentanti.

 

INIZIO LEZIONI

Si veda il calendario didattico.