FONTI E METODI PER LA STORIA ATLANTICA (LM)

iten
Codice
72200
ANNO ACCADEMICO
2021/2022
CFU
6 cfu al 1° anno di 9917 SCIENZE STORICHE (LM-84) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
SPS/05
SEDE
GENOVA (SCIENZE STORICHE )
periodo
2° Semestre
materiale didattico

PRESENTAZIONE

Il corso ha carattere seminariale e ha lo scopo di introdurre gli studenti alla ricerca storica sul mondo atlantico, affrontando ogni anno una specifica questione storiografica. Una parte del corso è dedicata all’analisi e interpretazione di fonti primarie e secondarie, preceduta da un’introduzione storica e storiografica e da un panorama dei fondi documentali inerenti al tema trattato. Si proporrà un inquadramento metodologico e disciplinare della storia atlantica, ponendo l’accento sullo spazio di contatto, connessione e conflitto che unisce Europa, le Americhe ed il continente africano. 

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Il corso esamina alcune fonti primarie sulle quali si è basata la storiografia per ricostruire la storia dell'area atlantica, inclusi gli indiani d'America e gli schiavi di origine africana. Il corso è organizzato su alcune letture frontali tenute dal docente, ma soprattutto su presentazioni orali degli studenti, ai quali vengono assegnate letture da discutere in classe. Obiettivo del corso è fornire agli studenti una conoscenza generale delle principali fonti primarie e del dibattito storiografico relativo.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Il corso si propone due obbiettivi: a) fornire agli studenti le competenze di base per orientarsi nell’ambito della ricerca della Storia Atlantica, affrontando ogni anno questioni storiografiche diverse; b) fornire agli studenti le competenze necessarie per l’elaborazione di un progetto di ricerca che rispetti gli standard di valutazione internazionali. In modo specifico, gli studenti frequentanti saranno in grado di contestualizzare storicamete e analizzare una delle fonti presentate durante il corso; esporre criticamente i contenuti dei saggi di approfondimento, distribuiti durante le lezioni; impadronirsi delle nozioni di base necessarie per l’elaborazione di un progetto di ricerca.

PREREQUISITI

Nessuno

MODALITA' DIDATTICHE

Il corso prevede più laboratori di analisi delle fonti e uno dedicato agli aspetti pratici e teorici relativi all’elaborazione di un progetto di ricerca attinente al tema trattato durante il corso. Questi laboratori non sono soggetti a una valutazione specifica e sono destinati agli studenti frequentanti.

Le lezioni si terranno auspicabilmente in presenza, con la possibilità per gli studenti di seguire anche a distanza tramite videoconferenza sulla piattaforma Teams  (codice 7ugbqtb)

PROGRAMMA/CONTENUTO

Il corso si articolerà in tre parti: 

1. Introduzione alla Storia Atlantica 

2. Commercio di uomini tra le due sponde dell'Atlantico: la schiavitù  come chiave di lettura per la Storia Atlantica.

3. Fonti per la navigazione atlantica tra età moderna e contemporanea 

TESTI/BIBLIOGRAFIA

PER GLI STUDENTI FREQUENTANTI:

Federica Morelli, Il Mondo Atlantico. Una storia senza confini, XV-XIX secolo, Carocci, 2013.

Paolo Frascani, "Tra la bussola e il negozio: uomini, rotte e traffici nei giornali di bordo delle navi a vela dell'Ottocento", in Società e Storia, n. 100-101, 2003, pp. 487-510.

Un libro a scelta tra:

  1. Ida Altman, David Wheat, The Spanish Caribbean & the Atlantic World in the long Sixteenth Century, University of Nebraska Press, 2019.
  2. Francisco Bethencourt, Razzismi, Dalle crociate al XX secolo, Il Mulino, 2017.
  3. Arlindo Manuel Caldeira, Schiavi e trafficanti attraverso l'Atlantico. I negrieri portoghesi dal XV al XIX secolo, Nimesis, 2020.
  4. Herbert S. Klein, Il commercio atlantico degli schiavi, Carocci, 2014.
  5. Lisa A. Lindsay, Il commercio degli schiavi, Il Mulino, 2011.
  6. Daniel B. Rood, The Reinvention of Atlantic Slavery: technology, labor, race and capitalism in the Great Caribbean, Oxford University Press, 2017.

PER GLI STUDENTI NON FREQUENTANTI:

Federica Morelli, Il Mondo Atlantico. Una storia senza confini, XV-XIX secolo, Carocci, 2013.

Due libri a scelta tra:

  1. Ida Altman, David Wheat, The Spanish Caribbean & the Atlantic World in the long Sixteenth Century, University of Nebraska Press, 2019.
  2. Francisco Bethencourt, Razzismi, Dalle crociate al XX secolo, Il Mulino, 2017.
  3. Arlindo Manuel Caldeira, Schiavi e trafficanti attraverso l'Atlantico. I negrieri portoghesi dal XV al XIX secolo, Nimesis, 2020.
  4. Herbert S. Klein, Il commercio atlantico degli schiavi, Carocci, 2014.
  5. Lisa A. Lindsay, Il commercio degli schiavi, Il Mulino, 2011.
  6. Daniel B. Rood, The Reinvention of Atlantic Slavery: technology, labor, race and capitalism in the Great Caribbean, Oxford University Press, 2017.

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Il ricevimento studenti si terrà previo appuntamento da fissare inviando una mail a fulvia.zega@unige.it. 

Commissione d'esame

FULVIA ZEGA (Presidente)

CARLA PAMPALONI

CHIARA VANGELISTA (Supplente)

LEZIONI

MODALITA' DIDATTICHE

Il corso prevede più laboratori di analisi delle fonti e uno dedicato agli aspetti pratici e teorici relativi all’elaborazione di un progetto di ricerca attinente al tema trattato durante il corso. Questi laboratori non sono soggetti a una valutazione specifica e sono destinati agli studenti frequentanti.

Le lezioni si terranno auspicabilmente in presenza, con la possibilità per gli studenti di seguire anche a distanza tramite videoconferenza sulla piattaforma Teams  (codice 7ugbqtb)

INIZIO LEZIONI

Febbraio 2022. 

Le lezioni si terranno auspicabilmente in presenza, con la possibilità per gli studenti di seguire anche a distanza tramite videoconferenza sulla piattaforma Teams (codice 7ugbqtb)

Orari delle lezioni

L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile su EasyAcademy.

ESAMI

MODALITA' D'ESAME

Orale

MODALITA' DI ACCERTAMENTO

Valutazione degli studenti frequentanti. Esame orale: conoscenza della periodizzazione e delle questioni fondamentali della storia Atlantica; padronanza del lessico disciplinare; presentazione dello schema di un progetto di ricerca (non è una “tesina”, ma uno degli schemi elaborati durante la parte finale del corso); capacità di individuare i percorsi metodologici sottesi ai testi di esame.

Valutazione degli studenti non frequentanti. Esame orale: conoscenza della periodizzazione e delle questioni fondamentali di storia Atlantica; padronanza del lessico disciplinare. Lo studente deve mostrare di essere consapevole delle fonti utilizzate e delle metodologie adottate dagli autori dei testi di esame e di essere in grado di contestualizzare nella sua complessiva esperienza di studio e di ricerca gli argomenti e le questioni cui è chiamato a rispondere. Per tutti gli studenti, frequantanti e non frequentanti, la prova orale ha la durata di circa 30 minuti, indipendentemente dal livello di preparazione dello studente. La valutazione, in trentesimi, sarà ripartita in questo modo: aspetti nozionistici, massimo 13/30; capacità di elaborazione e di inquadramento delle questioni trattate, 14/30; capacità comunicative, massimo 3/30.