LETTERATURA ITALIANA

iten
Codice
64901
ANNO ACCADEMICO
2021/2022
CFU
9 cfu al 1° anno di 8457 LETTERE (L-10) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
L-FIL-LET/10
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (LETTERE )
periodo
1° Semestre
materiale didattico

PRESENTAZIONE

L'insegnamento (che rientra tra le attività formative di base del corso di studio di Lettere e consta di 60 ore di lezioni frontali, equivalenti a 9 CFU) introduce lo studente allo studio degli autori principali, delle opere più significative, delle poetiche e dei movimenti culturali della storia della letteratura italiana.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Obiettivo generale è quello di rinforzare la preparazione di base degli studenti e la capacità di scrivere correttamente; l’apprendimento delle linee storiografiche della letteratura italiana; la conoscenza degli elementi filologico-testuali introduttivi allo studio dei testi; la comprensione e l’analisi-commento dei testi letterari, con particolare riferimento ai generi. Uno spazio specifico sarà dedicato alla didattica della disciplina.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

L'insegnamento mira a far acquisire le seguenti conoscenze, abilità e competenze:

- conoscere la letteratura italiana nella sua evoluzione, nei suoi autori e nelle sue opere fondamentali, con particolare attenzione ai rapporti con la storia e con la cultura nazionale e internazionale;

- acquisire un metodo di lettura e di interpretazione critico-scientifica dei testi della letteratura italiana, sapendo utilizzare i fondamentali strumenti bibliografici e i più comuni supporti on-line;

- saper riconoscere in modo anche personale il valore di un testo di letteratura italiana nell’ambito della poetica del suo autore e all’interno di un contesto storico, artistico e culturale;

- saper esporre con chiarezza e proprietà di linguaggio critico i contenuti appresi e le analisi testuali.

PREREQUISITI

Conoscenze di base, a livello di scuola superiore, della storia e degli autori della letteratura italiana.

MODALITA' DIDATTICHE

Le lezioni si terranno in modalità mista, con una parte degli studenti in presenza (tramite prenotazione del posto in aula) e una parte a distanza in sincrono. Per seguire le lezioni a distanza ci si deve collegare alla piattaforma Teams utilizzando il codice di access 3nky6j2. Le lezioni verranno registrate.

Il docente metterà a disposizione degli studenti, in un’apposita sezione del portale e-learning dell’Università (AulaWeb, al quale si raccomanda di iscriversi all'inizio del corso), vari materiali didattici (indicazioni bibliografiche specifiche, testi integrativi, file di saggi critici, supporti vari allo studio).

Per consentire agli studenti del corso una migliore organizzazione del lavoro e un’adeguata preparazione del programma, saranno organizzati colloqui pre-esame facoltativi prima di ogni sessione. Tali colloqui verteranno in ogni caso sulla sola “PARTE GENERALE” del corso e saranno valutati con un giudizio di cui si terrà conto nell’esame permettendo di non dover sostenere più la prima metà della parte istituzionale all’esame finale.

PROGRAMMA/CONTENUTO

PARTE MONOGRAFICA (comune a tutti i curricula, per i frequentanti)

Prima parte

Il tema della “beffa” nella letteratura italiana tra Tre e Cinquecento.

Filo conduttore delle lezioni sarà il tema della "beffa" tra Tre e Cinquecento, con particolare (ma non esclusiva) attenzione alla sua codificazione letteraria nel genere breve della novella. Sono previste letture da:

Dante Alighieri, Inferno (canti XXI-XXIII)

Giovanni Boccaccio, Decameron (in specie le giornate VII e VIII)

La novella del Grasso Legnaiuolo

Niccolò Machiavelli, La mandragola

Ludovico Ariosto, Orlando Furioso

Anton Francesco Grazzini (Il Lasca), Le cene (I Cena, novella VIII)

 

Seconda parte

Le favole del Giorno di Giuseppe Parini

 

------

PARTE GENERALE (frequentanti e non frequentanti)

Storia e testi della letteratura italiana distinti per curricula (questa parte verrà trattata a lezione per linee di sintesi e interpretative e sarà approfondita dallo studente).

----

Curriculum moderno e Curriculum Classico

Per lo studio riguardante la parte generale degli studenti del primo anno è richiesta una buona conoscenza della letteratura italiana dalle origini alla fine del Seicento (si può usare un buon manuale di scuola superiore) e la lettura integrale dell’Inferno di Dante.

Lo studente approfondirà i seguenti argomenti storico-critici: la poesia religiosa del Duecento, la scuola siciliana, i rimatori siculo-toscani, il Dolce Stil Novo, la poesia comico-realistica toscana, Umanesimo latino e volgare, le corti quattrocentesche (Firenze, Napoli, Ferrara), la questione della lingua nel Cinquecento, il petrarchismo cinquecentesco, i generi del Cinquecento (epica, tragedia, commedia, pastorale, novella), le corti del Cinquecento (Ferrara, Mantova, Urbino, Roma), Manierismo e Barocco, i generi nuovi del Seicento (eroicomico, tragicommedia, melodramma, romanzo), scienza e letteratura nel Seicento.

Particolare attenzione andrà inoltre rivolta ai seguenti autori, dei quali occorre conoscere il profilo biografico-letterario e aver letto un'adeguata antologia di testi (vedi elenco delle letture):

Francesco d’Assisi, Jacopone da Todi, Guido Guinizzelli, Guido Cavalcanti, Dante Alighieri, Francesco Petrarca, Giovanni Boccaccio, Angelo Poliziano, Luigi Pulci, Matteo Maria Boiardo, Jacopo Sannazaro, Niccolò Machiavelli, Francesco Guicciardini, Ludovico Ariosto, Baldassarre Castiglione, Pietro Bembo, Giovanni della Casa, Folengo, Torquato Tasso, Giordano Bruno, Giovan Battista Marino, Alessandro Tassoni, Galileo Galilei, Gabriello Chiabrera.

 

ELENCO DELLE LETTURE

N.B. Di ognuna delle opere di seguito elencate si richiede, oltre allo studio dei brani indicati, la conoscenza della trama generale e delle tematiche principali.

 

- Francesco d’Assisi, Cantico delle creature (o Cantico di frate sole).

- Jacopone da Todi, Donna de paradiso.

- Guido Guinizzelli, Al cor gentil rempaira sempre amore.

- Guido Cavalcanti, una poesia a scelta.

- Dante Alighieri, Vita nova: capitoli 1 ed. Gorni [I ed. Barbi], 10 [XVIII-XIX] con lettura della canzone Donne ch’avete intelletto d’amore; 17 [XXVI] con lettura del sonetto Tanto gentile e tanto onesta pare; 30-31 [XLI-XLII] con lettura del sonetto Oltre la spera che più larga gira); Rime: Guido, i’ vorrei che tu Lapo ed io; Tre donne intorno al cor mi son venute; Divina Commedia, Inferno: lettura integrale.

- Francesco Petrarca, Rerum vulgarium fragmenta (Canzoniere). Lettura di: Voi ch’ascoltate in rime sparse il suono (I), Era il giorno ch’al sol si scoloraro (III), Solo et pensoso i più deserti campi (XXXV), Chiare, fresche e dolci acque (CXXVI), Italia mia, benché ’l parlar sia indarno (CXXVIII), L'avara Babilonia à colmo il sacco (CXXXVI), La vita fugge, et non s’arresta una hora (CCLXXII), Gli occhi di ch’io parlai (CCXCII); Zephiro torna, e ’l bel tempo rimena (CCCX), Vergine bella, che di sol vestita (CCCLXVI).

- Giovanni Boccaccio, Decameron: il proemio e l’introduzione alla I giornata, giornata I (novella 3), giornata II (novella 5), l’introduzione alla IV giornata, giornata VI (novella 1), giornata VIII (novella 3).

- Luigi Pulci, Morgante: un passo a scelta.

- Angelo Poliziano, Stanze: un passo a scelta.

- Matteo Maria Boiardo, Orlando innamorato: un passo a scelta.

- Jacopo Sannazaro, Arcadia: un passo a scelta.

- Niccolò Machiavelli, Principe: dedica, capitoli I-III, VII, XV, XVIII, XXV-XXVI; Mandragola: un passo a scelta; Lettere: lettera a Francesco Vettori del 10 dicembre 1513.

- Francesco Guicciardini, Ricordi: un brano a scelta; Storia d’Italia, un brano a scelta

- Ludovico Ariosto, Orlando Furioso: proemio e fuga di Angelica (canto I), Orlando all’isola di Ebuda (XI 22-55), il palazzo di Atlante (XII 4-22), la pazzia di Orlando (XXIII 100-136; XXIV 1-13), Astolfo sulla Luna (XXXIV e XXXV 1-30), il finale del poema (XLVI).

- Pietro Bembo, Prose della volgar lingua: un brano a scelta; Rime: un sonetto a scelta.

- Baldassarre Castiglione, Il Cortegiano: un brano a scelta.

- Giovanni Della Casa, Rime: due poesie a scelta; Galateo: un brano a scelta.

- Teofilo Folengo, Baldus: un passo a scelta.

- Torquato Tasso, Rime: la canzone al Metauro (O del grand’Appennino); Aminta: coro dell’atto I (O bella età de l’oro); Gerusalemme liberata: proemio (I 1-5), il concilio dei demoni e il discorso di Plutone (IV 1-2, 6-10, 13-17), la fuga di Erminia (VI 62-114), Erminia tra i pastori (VII 1-22), il combattimento di Tancredi e Clorinda (XII 48-99), il giardino di Armida (XVI 9-35, 2), l’epilogo del poema (XX).

- Giordano Bruno: un brano a scelta.

- Giovan Battista Marino, Adone: un passo a scelta.

- Alessandro Tassoni, La secchia rapita: un passo a scelta.

- Galileo Galilei, Dialogo sopra i due massimi sistemi del mondo: un brano a scelta.

- Gabriello Chiabrera, una poesia a scelta

 

------

Curriculum di musica e spettacolo

Lo studente approfondirà i seguenti argomenti storico-critici:

la scuola siciliana, i rimatori siculo-toscani, il Dolce Stil Novo, Umanesimo volgare, le corti quattrocentesche (Firenze, Napoli, Ferrara), la questione della lingua nel Cinquecento, il petrarchismo cinquecentesco, i generi del Cinquecento (epica, tragedia, commedia, pastorale, novella), le corti del Cinquecento (Ferrara, Mantova, Urbino, Roma), Manierismo e Barocco, i generi nuovi del Seicento (eroicomico, tragicommedia, melodramma, romanzo), scienza e letteratura nel Seicento, l’accademia d’Arcadia, l’Illuminismo, il Neoclassicismo, il primo Romanticismo, il romanzo storico, la lirica ottocentesca, la Scapigliatura, il Verismo, Decadentismo e Simbolismo.

Particolare attenzione andrà inoltre rivolta ai seguenti autori, dei quali occorre conoscere il profilo biografico-letterario e aver letto un'adeguata antologia di testi (vedi elenco delle letture):

Guido Guinizzelli, Guido Cavalcanti, Dante Alighieri, Francesco Petrarca, Giovanni Boccaccio, Matteo Maria Boiardo, Niccolò Machiavelli, Ludovico Ariosto, Baldassarre Castiglione, Pietro Bembo, Giovanni della Casa, Torquato Tasso, Giovan Battista Marino, Alessandro Tassoni, Galileo Galilei, Pietro Metastasio, Vittorio Alfieri, Giuseppe Parini, Vincenzo Monti, Ugo Foscolo, Alessandro Manzoni, Giacomo Leopardi, Ippolito Nievo, Giosuè Carducci, Giovanni Verga, Giovanni Pascoli, Gabriele D'Annunzio, Italo Svevo.

 

ELENCO DELLE LETTURE

N.B. Di ognuna delle opere di seguito elencate si richiede, oltre allo studio dei brani indicati, la conoscenza della trama generale e delle tematiche principali

 

- Guido Guinizzelli, Al cor gentil rempaira sempre amore

- Guido Cavalcanti, una poesia a scelta

- Dante Alighieri, Vita nova: capitoli 1 ed. Gorni [I ed. Barbi], 10 [XVIII-XIX] con lettura della canzone Donne ch’avete intelletto d’amore; 17 [XXVI] con lettura del sonetto Tanto gentile e tanto onesta pare; 30-31 [XLI-XLII] con lettura del sonetto Oltre la spera che più larga gira); Rime: Guido, i’ vorrei che tu Lapo ed io; Divina Commedia: Inferno (canti I, V-VI, X, XIII, XV, XIX, XXI-XXII, XXXIII), Purgatorio (I, III, V-VI, XVI, XXII, XXIV, XXVI), Paradiso (I, VI, XV, XVII, XXVII).

- Francesco Petrarca, Rerum vulgarium fragmenta (Canzoniere). Lettura di Voi ch’ascoltate in rime sparse il suono (I), Era il giorno ch’al sol si scoloraro (III), Solo et pensoso i più deserti campi (XXXV), Chiare, fresche e dolci acque (CXXVI), Italia mia, benché ’l parlar sia indarno (CXXVIII), La vita fugge, et non s’arresta una hora (CCLXXII), Gli occhi di ch’io parlai (CCXCII); Zephiro torna, e ’l bel tempo rimena (CCCX), Vergine bella, che di sol vestita (CCCLXVI).

- Giovanni Boccaccio, Decameron: il proemio e l’introduzione alla prima giornata; giornata I (novelle 1 e 3); introduzione alla IV giornata; giornata VI (novella 1).

- Matteo Maria Boiardo, Orlando innamorato: un passo a scelta.

- Angelo Poliziano, Stanze: un passo a scelta.

- Niccolò Machiavelli, Principe: dedica, capitoli I-III, XXV-XXVI.

- Ludovico Ariosto, Orlando Furioso: proemio e fuga di Angelica (canto I), la pazzia di Orlando (XXIII 100-136; XXIV 1-13), Astolfo sulla Luna (XXXIV e XXXV 1-30).

- Pietro Bembo, Prose della volgar lingua: un brano a scelta.

- Baldassarre Castiglione, Il Cortegiano: un brano a scelta.

- Giovanni Della Casa, Rime: una poesia a scelta.

- Torquato Tasso, Rime: la canzone al Metauro (O del grand’Appennino); Aminta: coro dell’atto I (O bella età de l’oro); Gerusalemme liberata: proemio (I 1-5), il combattimento di Tancredi e Clorinda (XII 48-99), il giardino di Armida (XVI 9-35, 2).

- Giovan Battista Marino, Adone: un passo a scelta.

- Alessandro Tassoni, La secchia rapita: un passo a scelta.

- Galileo Galilei, Dialogo sopra i due massimi sistemi del mondo: un brano a scelta.

- Pietro Metastasio, La Libertà. A Nice.

- Pietro Verri, programma de Il Caffè (Cos’è questo «Caffé»?).

- Vittorio Alfieri, Rime: Sublime specchio di veraci detti; Vita: un brano a scelta.

- Giuseppe Parini, Il Giorno: un passo a scelta del Mattino e un passo a scelta del Mezzogiorno.

- Vincenzo Monti, una poesia (o un passo a scelta).

- Ugo Foscolo, Ultime lettere di Jacopo Ortis: un passo a scelta; Poesie: Alla sera, A Zacinto; Dei Sepolcri (integrale);

- Alessandro Manzoni, I promessi sposi (capitoli VII-VIII)

- Giacomo Leopardi, dai Canti: Ultimo canto di Saffo, L’infinito, La sera del dì di festa, A Silvia, Canto notturno di un pastore errante dell’Asia, La quiete dopo la tempesta, La ginestra o il fiore del deserto; dalle Operette morali: un’operetta a scelta.

- Ippolito Nievo, Le confessioni d’un italiano: un brano a scelta

- Giovanni Verga, Vita dei campi: una novella a scelta; Novelle rusticane: una novella a scelta; I Malavoglia: un brano a scelta; Mastro don Gesualdo: un brano a scelta

- Giovanni Pascoli, Myricae e Canti di Castelvecchio: due poesie a scelta.

- Gabriele D'Annunzio, Il piacere: un brano a scelta; Alcyone: una poesia a scelta.

- Italo Svevo, La coscienza di Zeno: un brano a scelta

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Bibliografia per la Parte generale (frequentanti e non frequentanti)

Lo studio della parte istituzionale può essere condotto su un aggiornato manuale di storia e antologia letteraria per le scuole superiori (ad es. G. Ferroni, Storia della letteratura italiana, Mondadori; C. Segre - C. Martignoni, Testi nella Storia. La letteratura italiana dalle origini al Novecento, Ed. Scolastiche Bruno Mondadori; R. Luperini, P. Cataldi, L. Marchiani, F. Marchese, Il nuovo La scrittura e l'interpretazione - Edizione Rossa, Palumbo editore; G. Bàrberi Squarotti, G. Balbis, G. Genghini, La letteratura, Atlas). Lo studio della Divina Commedia può essere condotto su un'aggiornata edizione scolastica. Si consigliano le edizioni a cura di A.M. Chiavacci Leonardi, (Bologna, Zanichelli); a cura di B. Garavelli (Milano, Bompiani); a cura di G. Inglese (Roma, Carocci).

------

Bibliografia per la “Parte monografica” (solo per gli studenti frequentanti)

- M. Picone, Giulleria e poesia nella Commedia: una lettura intertestuale di Inferno XXI-XXI, “Letture classensi”, 1989, pp. 11-30.

- A. Battistini, Il “triangolo amoroso” della settima giornata, in Introduzione al Decameron, a cura di M. Picone e M. Mesirca, Firenze, Cesati, 2004, pp. 187-202.

- R. Bigazzi, Le risorse del romanzo, Pisa, Nistri-Lischi, 1996, pp. 17-46.

- A. Mauriello, Artisti e beffe in alcune novelle del ’500 (Lasca, Doni, Fortini), “Letteratura e arte”, 2005, 3, pp. 81-91.

-----

Bibliografia specifica per i non frequentanti

Oltre alla preparazione del programma previsto nella “Parte generale” gli studenti non frequentanti dovranno studiare:

 

  • G. Boccaccio, Decameron, giornate VII e VIII (tutte le novelle).
  • A. Battistini, Il “triangolo amoroso” della settima giornata, in Introduzione al Decameron, a cura di M. Picone e M. Mesirca, Firenze, Cesati, 2004, pp. 187-202.
  • M. Picone, L’arte della beffa: l’ottava giornata, in Introduzione al Decameron, a cura di M. Picone e M. Mesirca, Firenze, Cesati, 2004, pp. 223-226.

 

  • N. Machiavelli, La Mandragola (lettura integrale)

Si consiglia una delle seguenti edizioni: a cura di P. Stoppelli (Milano, Mondadori); a cura di R. Rinaldi (Milano, Rizzoli); a cura di P. Gibellini (Milano, Garzanti); a cura di G. Davico Bonino (Milano, Rizzoli).

  • Studiare i saggi di G.M. Anselmi, C. Vela, A.M. Cabrini, G. Coluccia in Il teatro di Machiavelli, a cura di G. Barbarisi e A.M. Cabrini, Milano, Cisalpino, 2005, pp. 257-336.

 

- N. Machiavelli, Il Principe (lettura integrale).

Si consiglia una delle seguenti edizioni: a cura di G. Pedullà (Roma, Donzelli); a cura di G. Inglese (Torino, Einaudi); a cura di R. Ruggiero (Milano, Rizzoli).

- Studiare G. Ferroni, Machiavelli o dell’incertezza, Roma, Donzelli, 2003.

 

  • L. Ariosto, Orlando Furioso, canto V, 1-74 (Ariodante e Ginevra); canti IX, 22-56 e X, 1-34, XI, 33-79 (Olimpia e Bireno); canto XXV, 9-70 (Fiordispina e Ricciardetto); canto XXVIII, 1-85 (Astolfo Iocondo e Fiammetta).

Studiare R. Bigazzi, Le risorse del romanzo, Pisa, Nistri-Lischi, 1996, pp. 17-46.

 

  • A. Tassoni, Secchia rapita, canto I e canto XII (lettura integrale)

Studiare D. Conrieri Canto I, e Q. Marini, Canto XII, in Letture della Secchia rapita, a cura di D. Conrieri e P. Guaragnella, Lecce, Argo, 2016, pp. 9-24 e 185-200.

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Orario di ricevimento Da concordare via mail: duccio.tongiorgi@unige.it (sulla piattaforma team, fino a nuove indicazioni che dipenderanno dallo sviluppo della crisi determinata dalla pandemia di Covid).

Commissione d'esame

DUCCIO TONGIORGI (Presidente)

GIORDANO RODDA

QUINTO MARINI (Presidente Supplente)

ANDREA LAZZARINI (Supplente)

LEZIONI

MODALITA' DIDATTICHE

Le lezioni si terranno in modalità mista, con una parte degli studenti in presenza (tramite prenotazione del posto in aula) e una parte a distanza in sincrono. Per seguire le lezioni a distanza ci si deve collegare alla piattaforma Teams utilizzando il codice di access 3nky6j2. Le lezioni verranno registrate.

Il docente metterà a disposizione degli studenti, in un’apposita sezione del portale e-learning dell’Università (AulaWeb, al quale si raccomanda di iscriversi all'inizio del corso), vari materiali didattici (indicazioni bibliografiche specifiche, testi integrativi, file di saggi critici, supporti vari allo studio).

Per consentire agli studenti del corso una migliore organizzazione del lavoro e un’adeguata preparazione del programma, saranno organizzati colloqui pre-esame facoltativi prima di ogni sessione. Tali colloqui verteranno in ogni caso sulla sola “PARTE GENERALE” del corso e saranno valutati con un giudizio di cui si terrà conto nell’esame permettendo di non dover sostenere più la prima metà della parte istituzionale all’esame finale.

INIZIO LEZIONI

28 settembre 2021

Orari delle lezioni

LETTERATURA ITALIANA

ESAMI

MODALITA' D'ESAME

L’esame è orale e verifica le competenze di base, la conoscenza specifica del programma a partire dall'interpretazione dei testi, nonché le capacità di esposizione, di analisi critica e di argomentazione organica. Si compone di due momenti relativi alla parte monografica e alla parte generale.

 

MODALITA' DI ACCERTAMENTO

L’analisi dei testi accerterà le capacità di contestualizzazione storico-culturale, della specifica esegesi (fondamentale è innanzitutto la corretta interpretazione dei testi), dell’illustrazione delle caratteristiche stilistiche e metriche, dell’interpretazione critica svolta con linguaggio specialistico. Il colloquio accerterà inoltre la conoscenza storico-critica della Letteratura italiana secondo i diversi programmi che dipendono dai curricula, la capacità di collegamento e problematizzazione dei fenomeni letterari, l’esposizione chiara e articolata sostenuta da appropriata argomentazione.

 

Calendario appelli

Data Ora Luogo Tipologia Note
14/12/2021 09:30 GENOVA Orale Appello riservato agli iscritti all'anno 2020-2021 (o anni precedenti).
18/01/2022 09:30 GENOVA Orale
08/02/2022 09:30 GENOVA Orale
10/05/2022 09:30 GENOVA Orale
01/06/2022 09:30 GENOVA Orale
22/06/2022 09:30 GENOVA Orale
06/07/2022 09:30 GENOVA Orale
13/09/2022 09:30 GENOVA Orale