STORIA MILITARE (LM)

STORIA MILITARE (LM)

_
iten
Ultimo aggiornamento 04/09/2021 07:38
Codice
94765
ANNO ACCADEMICO
2021/2022
CFU
9 cfu al 1° anno di 9917 SCIENZE STORICHE (LM-84) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
M-STO/02
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (SCIENZE STORICHE )
periodo
1° Semestre
materiale didattico

PRESENTAZIONE

La guerra scandisce la storia dell'umanità con endemica ricorrenza. Nel corso verranno forniti gli strumenti per conoscerne le forme, spiegarne le dinamiche e decifrarne i significati

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Il corso si propone di fornire una conoscenza di base sulla storia delle forme assunte dalla guerra (guerra convenzionale, guerra totale, guerra civile, guerriglia ecc.) dall’antichità al Novecento, approfondendo il rapporto tra guerra, società e cultura attraverso l’analisi e la discussione di alcuni casi specifici. Lo scopo è quello di fornire allo studente gli strumenti per comprendere in che modo stato, esercito, marina, politica, economia, pensiero strategico e mentalità collettiva siano intimamente legati fra loro nel determinare le dinamiche di lungo periodo del militare nella storia europea

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Gli obiettivi che il corso si prefigge sono principalmente due:

  1. Comprendere gli aspetti strutturali della storia militare, nei suoi svariati ambiti e nelle sue problematiche
  2. Padroneggiare il lessico storiografico e gli strumenti di analisi e interpretazione delle fonti

PREREQUISITI

Conoscenza generale della storia antica, medievale, moderna e contemporanea 

Modalità didattiche

Il corso si svilupperà attraverso lezioni frontali e lezioni seminariali, aperte alle domande e alle curiosità degli studenti

Il corso si svolgerà in presenza con prenotazione obbligatoria tramite app:  [https://cedia.unige.it/sites/cedia.unige.it/files/pagine/Prenotazione%20del%20posto%20in%20aula%20-%20Guida%20allo%20studente_UNIGE.pdf]. 

Gli studenti che non potranno essere presenti in aula possono seguire lo svolgimento delle lezioni su Teams (codice c2xwjjv)

PROGRAMMA/CONTENUTO

Storia della guerra dall'antica Grecia alla Seconda guerra mondiale 

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Bibliografia di riferimento (N.B. La bibliografia è unicamente rappresentativa dei temi che verranno trattati a lezione, non costituisce programma d'esame. Il programma d'esame è costituito dalle dispense delle lezioni che verranno fornite agli studenti dal docente)

 

J. Black, Breve storia della guerra, Bologna 2009

H. Sidebottom, La guerra nel mondo antico, Bologna 2014

V. D. Hanson, L'arte occidentale della guerra. Descrizione di una battaglia nella Grecia classica, Milano 1990

H. Van Wees, L'arte della guerra nell'Antica Grecia, Gorizia 2009

G. Brizzi, Il guerriero, l'oplita, il legionario. Gli eserciti nel mondo classico, Bologna 2002

G. Breccia, I figli di Marte. L'arte della guerra nella Roma antica, Milano 2013

M. Petitjean, La cavalleria nel mondo antico, Palermo 2018

G. Ravegnani, Soldati e guerre a Bisanzio. Il secolo di Giustiniano, Bologna 2009

G. Breccia, Lo scudo di Cristo. Le guerre dell'Impero romano d'Oriente (IV-IX secolo), Roma-Bari 2016

A. A. Settia, Rapine, assedi, battaglie. La guerra nel Medioevo, Roma-Bari 2002

A. A. Settia, Battaglie medievali, Bologna 2020

P. Grillo e A. A. Settia (a cura di), Guerre ed eserciti nel Medioevo, Bologna 2018

M. Di Branco, 915. La battaglia del Garigliano. Cristiani e musulmani nell'Italia mediavale, Bologna 2019

A. Musarra, 1284 La battaglia della Meloria, Roma-Bari 2018

A. Musarra, Il Grifo e il Leone. Genova e Venezia in lotta per il Mediterraneo, Roma-Bari 2020

D. Balestracci, Stato d'assedio. Assedianti e assediati dal Medioevo all'età moderna, Bologna 2021

G. Parker, La rivoluzione militare. Le innovazioni militari e il sorgere dell'Occidente, Bologna 1990

G. Cerino Badone, Potenza di fuoco. Eserciti, tattica e tecnologia nelle guerre europee dal rinascimento all'età della ragione, Libreria Militare, Milano 2013

P. Bianchi e P. Del Negro (a cura di), Guerra ed eserciti nell'età moderna, Bologna 2018

A. Pacini, Desde Rosas a Gaeta. La costruzione delle rotta spagnola nel Mediterraneo occidentale nel XVI secolo, Milano 2013

J. Heers, I Barbareschi. Corsari del Mediterraneo, Roma 2003

M. Pellegrini, Guerra santa contro i Turchi. La crociata impossibile di Carlo V, Bologna 2015

F. Braudel, Civiltà e imperi del Mediterraneo nell'età di Filippo II, Torino 2010

S. Bono, Guerre corsare nel Mediterraneo, Bologna 2019

L. Lo Basso, Uomini da remo. Galee e galeotti nel Mediterraneo in età moderna, Milano 2003

N. Capponi, Lepanto 1571. La Lega Santa contro l'Impero ottomano, Milano 2006

J. Garnier, L'arte della guerra di Napoleone. Una biografia strategica, Gorizia 2016

A. Barbero, La battaglia. Storia di Waterloo, Roma-Bari 2013

R. Luraghi (a cura di), La guerra civile americana, Bologna 1978

J. M. McPherson, La guerra di Lincoln, Palermo 2017

S. Sonetti, La guerra per l'indipendenza. Francesco II e le Due Sicilie nel 1860, Soveria Mannelli 2020

C. Pinto, La guerra per il Mezzogiorno. Italiani, borbonici e briganti 1860-1870, Roma-Bari 2019

J. Keegan, La prima guerra mondiale. Una storia politico-militare, Roma 2000

L. Sondhaus, La prima guerra mondiale. Una rivoluzione globale, Torino 2018

N. Labanca, Caporetto. Storia e memoria di una disfatta, Bologna 2017

J. Keegan, La seconda guerra mondiale (1939-45). Una storia militare, Milano 2018

D. Ford, La guerra del Pacifico, Bologna 2017

D. M. Glantz e J. House, La grande guerra patriottica dell'Armata Rossa, Gorizia 2010

R. Overy, Russia in guerra, Milano 2011

R. Overy, La strada della vittoria. Perché gli alleati hanno vinto la seconda guerra mondiale, Bologna 2002

V. D. Hanson, La seconda guerra mondiale. Come è stato combattuto e vinto il primo conflitto globale, Milano 2019

E. Traverso, A ferro e fuoco. La guerra civile europea (1914-1945), Bologna 2007

G. Breccia, L'arte della guerriglia, Bologna 2013

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: L'orario del ricevimento settimanale verrà comunicato in seguito, in modo che non si sovrapponga con l'orario delle lezioni. Fino a quel momento il docente riceverà su appuntamento 

LEZIONI

Modalità didattiche

Il corso si svilupperà attraverso lezioni frontali e lezioni seminariali, aperte alle domande e alle curiosità degli studenti

Il corso si svolgerà in presenza con prenotazione obbligatoria tramite app:  [https://cedia.unige.it/sites/cedia.unige.it/files/pagine/Prenotazione%20del%20posto%20in%20aula%20-%20Guida%20allo%20studente_UNIGE.pdf]. 

Gli studenti che non potranno essere presenti in aula possono seguire lo svolgimento delle lezioni su Teams (codice c2xwjjv)

INIZIO LEZIONI

27 settembre 2021

ESAMI

Modalità d'esame

Un argomento a scelta del candidato e almeno altri due argomenti a scelta del docente

Per gli studenti che sosterranno l'esame da 9 cfu gli argomenti saranno relativi ai temi trattati nelle 30 lezioni del corso. Per gli studenti che sosterranno l'esame da 6 cfu gli argomenti saranno relativi ai temi trattati in 20 delle 30 lezioni; lo studente dovrà scegliere le 20 lezioni oggetto d'esame e presentarne al docente, in sede d'esame, l'elenco 

L'elenco completo delle 30 lezioni sarà disponbile, dall'inizio del corso, in Aulaweb, insieme alle dispense (in file formato ppt o pdf) delle lezioni

Modalità di accertamento

L’obiettivo dell’esame è di verificare la capacità di trattare la materia con padronanza, linguaggio appropriato, chiarezza espositiva e spirito critico. La conoscenza dei temi, la capacità di espressione e la capacità di analisi avranno uguale peso nel calcolo del punteggio finale

Il docente metterà a disposizione degli studenti le dispense di ogni singola lezione - scaricabili in formato ppt - in Aulaweb. Le dispense delle lezioni costituiscono il programma d'esame

ALTRE INFORMAZIONI

L'ampio ventaglio tematico e cronologico coperto dal corso e la necessità di contere il carico didattico rendono impossibile l'utilizzo della bibliografia di riferimento come programma d'esame. Le dispese delle lezioni costituiscono il programma d'esame. La frenquenza alle lezioni è pertanto vivamente consigliata