METODOLOGIE PER LO STUDIO DELL' ARTE CONTEMPORANEA (LM)

METODOLOGIE PER LO STUDIO DELL' ARTE CONTEMPORANEA (LM)

_
iten
Codice
65058
ANNO ACCADEMICO
2021/2022
CFU
6 cfu al 1° anno di 8467 STORIA DELL'ARTE E VALORIZZAZ. PATRIMONIO ARTISTICO (LM-89) GENOVA

6 CFU al 1° anno di 9918 LETTERATURE MODERNE E SPETTACOLO (LM-14) GENOVA

SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
L-ART/03
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (STORIA DELL'ARTE E VALORIZZAZ. PATRIMONIO ARTISTICO)
periodo
1° Semestre
moduli
Questo insegnamento è un modulo di:
materiale didattico

PRESENTAZIONE

Il corso affronta problemi di metodo per lo studio dell'arte contemporanea con particolare attenzione alle ricerche degli ultimi decenni e, specificamente, alle pratiche performative e alla intermedialità. È previsto il coinvolgimento di critici, artisti e studiosi del settore. La riflessione teorica sarà integrata dal laboratorio Corpi e parole. Storie e metodologie delle pratiche performative  che permetterà di acquisire 1 CFU Altre Attività e di sostituire parte della bibliografia d'esame.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Affrontando problematiche di carattere generale e temi specifici relativi all’arte del Novecento e del presente, il corso si propone di fornire agli studenti gli strumenti metodologici necessari per condurre studi specialistici nel settore dell'arte contemporanea.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

L'insegnamento si propone di fornire agli studenti le nozioni e gli strumenti metodologici necessari per la corretta analisi e la comprensione dell'arte del XX secolo, della complessa fenomenologia delle opere contemporanee, delle attuali linee di sviluppo della ricerca artistica e delle logiche che regolano in cosiddetto "sistema dell'arte contemporanea".

Al termine dell'insegnamento lo studente dovrà sapere illustrare in modo puntuale, e con un lessico appropriato, le linee di sviluppo dell'arte del XX e XXI e interpretare criticamente le opere in rapporto al loro contesto storico e culturale; dovrà dimostrare di avere compreso i problemi di metodo che lo studioso della disciplina deve affrontare per orientarsi tra l'evoluzione dell'arte contemporanea in termini storici e il pluralismo estetico che contraddistingue gli esiti delle ricerche condotte dagli artisti dalle avanguardie ad oggi; dovrà essere in grado di costruire autonomamente percorsi di senso, in termini sia tematici che problematici, tra le varie correnti; dovrà presentare un elaborato in forma scritta nel quale dovrà dare prova di sapere selezionare temi e problemi adatti ad essere oggetto di approfondimento, individuare le fonti adeguate, costruire una bibliografia di riferimento, e argomentare in modo originale e con proprietà di linguaggio il tema che ha scelto di prendere in esame.

PREREQUISITI

Solida conoscenza dell'evoluzione storica dell'arte del XIX e XX secolo.

Modalità didattiche

Lezioni articolate con il supporto di materiale multimediale e concepite per favorire il confronto sui temi affrontati. Sono previsti incontri con artisti e specialisti del settore.

Le lezioni si terranno auspicabilmente in presenza (in caso di lezioni a distanza sarà usata la piattaforma Teams - codice d'accesso al Team cnimpgb).

Si avvisano gli studenti che non è prevista né consentita la registrazione delle lezioni: tutti i materiali didattici usati durante le lezioni saranno caricati nel Team e in Aulaweb.

PROGRAMMA/CONTENUTO

Problemi di metodo per lo studio dell'arte contemporanea con particolare attenzione alle ricerche degli ultimi decenni e, specificamente, alle pratiche performative, alla multimedialità e alla storia delle mostre.

Approfondimento tematico: L'evoluzione del concetto di display.

 

 

 


 

 

 

TESTI/BIBLIOGRAFIA

C. BERTOLA, Curare l'arte, Electa 2008, pp. 12-38.

 E. CRISPOLTI, Come studiare l’arte contemporanea, Donzelli, Roma 2010.

Tre saggi a scelta tra quelli di  Lea Vergine, Nicolas Bourriaud, Angela Vettese, Klaus Honnef, Paco Barragàn, Walter Guadagnini, Marco Scotini, Filippo Maggia, Domenico Quaranta, Valerio Terraroli e di almeno dieci schede dedicate ad artisti contemporanei contenuti nel volume L'arte del XX secolo. 2000 e oltre. Tendenze della contemopraneità, a cura di Valerio Terraroli, Skira, Milano 2010.

Per la parte relativa alla storia delle mostre è richiesto lo studio dei seguenti saggi: 

H. BAYER, Aspects of Design of Exhibitions and Museums, "Curator", 4(1), July 1961, pp. 257-288.

M. WARD, What's Important about the History of Modern Art Exhibition?, in Thinking About Exhibition,  Reesa Greenberg, Bruce Ferguson, Sandy Nairne eds., Routledge, London, 1996, pp. 318-327.

M. BECK, The Exhibition and the Display, 2009 [Trascrizione della conferenza tenuta durante il simposio "Forms of Exhibition" presso la Kunstverein di Amburgo].

B. O'DOHERTY, Inside the White Cube. L'ideologia dello spazio espositivo, Johan&Levi, Milano, 2012, pp. 15-34; 55-72; 129-133.

Gli studenti non frequentanti dovranno integrare la bibliografia indicata con lo studio dei segunti saggi:

Hal Foster (La psicanalisi nel modernismo e come metodo); Benjamin H. D. Buchloh (La storia sociale dell'arte: modelli e concetti); Yve-Alain Bois (Formalismo e Strutturalismo); Rosalind Krauss (Poststrutturalismo e decostruzione); David Joselit (Globalizzazione, reti e aggregati come forme) in H. FOSTER, R. KRAUSS, Y-A BOIS, B.H.D. BUCHLOH, D. JOSELIT, Arte dal 1900. Modernismo, Antimodernismo, Postmodermismo, III edizione, Zanichelli, Bologna 2017.

L'elenco dei testi potrebbe subire modifiche e quindi è consigliabile, prima dell'acquisto o del prestito, attendere l'avvio delle lezioni e la presentazione del programma da parte del docente.

Gli studenti che frequenteranno il laboratorio Storia e metodologie delle pratiche performative potranno concordare con la docente la sostituzione di parte della bibliografia di base con un testo a scelta tra quelli indicati dalla docente del laboratorio, dott.ssa Eleonora Chiesa (si veda il programma del laboratorio).                                  

 

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Fino alla risoluzione dei problemi connessi all'emergenza sanitaria la docente organizza i ricevimenti sulla piattaforma Teams, previo appuntamento telefonico.

LEZIONI

Modalità didattiche

Lezioni articolate con il supporto di materiale multimediale e concepite per favorire il confronto sui temi affrontati. Sono previsti incontri con artisti e specialisti del settore.

Le lezioni si terranno auspicabilmente in presenza (in caso di lezioni a distanza sarà usata la piattaforma Teams - codice d'accesso al Team cnimpgb).

Si avvisano gli studenti che non è prevista né consentita la registrazione delle lezioni: tutti i materiali didattici usati durante le lezioni saranno caricati nel Team e in Aulaweb.

INIZIO LEZIONI

La data di inizio delle lezioni verrà  comunicata appena possibile

ESAMI

Modalità d'esame

Orale

Modalità di accertamento

L’esame si svolgerà in forma orale; sarà richiesto un approfondimento, da presentare all’esame in forma tesina corredata da immagini, note e specifiche indicazioni bibliografiche, su un argomento affrontato nell’ambito del corso (le norme editoriali da seguire per la stesaura dell'elaborato saranno caricate in Aulaweb).

N.B. L'elaborato scritto costituisce parte integrante dell'esame e della valutazione dello studente: si terrà conto delle motivazioni sottese alla scelta dell'argomento, della capacità di organizzare il discorso, dell'originialità nella trattazione e negli spunti critici, della qualità delle fonti usate e dei riferimenti bibliografci, della correttezza e della chiarezza espositiva.

I materiali relativi alle lezioni saranno messi a disposizione di tutti gli studenti iscritti al termine del corso e caricati su Aulaweb.

L’esame si considererà superato con la sufficienza se sarà dimostrata la conoscenza e la comprensione delle questioni metodologiche che orientano uno studio consapevole dell'arte contemporanea,  in riferimento alla bibliografia indicata e ai materiali proiettati a lezione; per raggiungere una valutazione superiore sarà necessario dare prova di una puntuale, personale e consapevole rielaborazione dei contenuti appresi e di aver utilizzato riferimenti bibliografici appropriati, oltre a quelli indicati nel programma del corso; la soglia dell’eccellenza sarà raggiunta dimostrando spiccate capacità di elaborazione e di giudizio critico.

ALTRE INFORMAZIONI

L'elaborato dovrà essere inviato per posta elettronica alla docente e agli assistenti ( dottor Matteo Valentini, matteo.valentini@edu.unige.it; dottor Alessandro Ferraro, alessandroferraro20@gmail.com) almeno 10 giorni prima della data in cui si intende sostenere l'esame e dovrà poi essere presentato all'appello in forma cartacea.