EDUCAZIONE PROFESSIONALE E RIABILITAZIONE NELLE DIPENDENZE CORRELATE ALL'USO DI ALCOL

EDUCAZIONE PROFESSIONALE E RIABILITAZIONE NELLE DIPENDENZE CORRELATE ALL'USO DI ALCOL

_
iten
Codice
100561
ANNO ACCADEMICO
2021/2022
CFU
2 cfu al 2° anno di 9280 EDUCAZIONE PROFESSIONALE (L/SNT2) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
MED/48
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (EDUCAZIONE PROFESSIONALE)
periodo
1° Semestre
moduli
Questo insegnamento è un modulo di:
materiale didattico

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

  • OBIETTIVI FORMATIVI  : fornire agli Studenti strumenti per acquisire una visione globale dell’intervento educativo e riabilitativo in alcologia.

L’insegnamento si pone l’obiettivo di esplicitare le competenze ed i compiti di educatrice ed educatore nei Servizi per le Dipendenze ed i Comportamenti d’Abuso, in particolare nelle Strutture per le Dipendenze Alcolcorrelate.

-fornire agli studenti le nozioni base in materia di: definizione di “alcolismo”; metabolismo dell’alcol; principali trattamenti farmacologici; procedure per i percorsi terapeutici e riabilitativi.

- fornire agli studenti una generale comprensione del funzionamento dei servizi per l’Alcologia, percorsi di disassuefazione presso Day Hospital dipartimentale e/o cliniche specializzate; inserimento comunitario.

- introdurre le tematiche relative alla relazione d’aiuto con soggetti fragili.

- far acquisire agli studenti la capacità di lavorare in équipe e valorizzare l’approccio multidisciplinare

- sviluppare negli studenti la capacità di riformulare costantemente il metodo di lavoro attraverso il confronto e  la formazione continua; le conoscenze in materia di prevenzione del disagio sociale e contatti con le agenzie del territorio; le competenze relative alla costruzione di percorsi personalizzati.

 

  • RISULTATI DI APPRENDIMENTO ATTESI:

Al termine dell’insegnamento, lo studente sarà in grado di : condurre un primo colloquio, riformulare il contratti  terapeutico con il paziente alcolista e la rete familiare e sociale, riconoscere le condotte di abuso alcolico e l’uso di alcol come terapia impropria, riferire  in équipe gli elementi analizzati.

  • Conoscere le modalità e le tecniche del colloquio motivazionale.
  • Riconoscere la domanda di aiuto portata dal paziente.
  • Applicare i 10 punti della relazione aiutante (C. Rogers).
  • Valutare criticamente le risorse  familiari emotive familiare e sociali a disposizione.
  • Distinguere tra domanda istituzionale e domanda individuale.
  • Elaborare un progetto personalizzato all’interno del percorso riabilitativo concordato.

Modalità didattiche

Lezione frontale

Simulazione colloqui /role - playing formativo

PROGRAMMA/CONTENUTO

Alcol e sostanze psicoattive. Definizione di Alcolismo secondo il DSM-5.

I Servizi Dipartimentali  Alcologia.

Le competenze dell’educatrice/educatore.

La relazione educativa e professionale.

L’approccio multidisciplinare .

Primo colloquio e costruzione di una scheda

Normativa sulla Privacy.

Cenni di legislazione sull’alcol.

TESTI/BIBLIOGRAFIA

D. DEMETRIO, RACCONTARSI. L’autobiografia come cura di sé. Raffaello Cortina Editore, 1996.

P. WATZLAWICK, La pragmatica della comunicazione umana, Casa Editrice Astrolabio, 1978.

P. TRABUCCHI, Tecniche di resistenza interiore. Sopravvivere alle crisi con la resilienza, Mondadori, 2019.

 

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Il ricevimento studenti si svolge, in rispetto delle disposizioni vigenti in materia di COVID19, solo previo appuntamento telefonico al n°  0185 329742, dal Lunedì al Venerdì presso :  Struttura Semplice Dipartimentale Alcologia,  Dipartimento Dipendenze e Comportamenti d’abuso Via Don Bobbio, 25, Lavagna, Genova.

LEZIONI

Modalità didattiche

Lezione frontale

Simulazione colloqui /role - playing formativo

ORARI

L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile su EasyAcademy.

ESAMI

Modalità d'esame

L’esame si sostiene a livello di corso integrato. La valutazione dell’apprendimento per lo specifico insegnamento avviene tramite:

  • esame orale

Modalità di accertamento

Capacità di esprimersi e comunicare con chiarezza e condividere con il gruppo multiprofessionale le conoscenze apprese. Si valuta: adeguatezza dell’espressione, coerenza dei contenuti, conoscenza della materia in oggetto.