ORGANIZZAZIONE AZIENDALE

iten
Codice
73178
ANNO ACCADEMICO
2021/2022
CFU
2 cfu al 2° anno di 9298 TECNICHE DELLA PREVENZIONE NELL'AMBIENTE E NEI LUOGH (L/SNT4) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
SECS-P/10
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (TECNICHE DELLA PREVENZIONE NELL'AMBIENTE E NEI LUOGH)
periodo
2° Semestre
moduli
Questo insegnamento è un modulo di:
materiale didattico

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Apprendere le dinamiche psicologiche delle reazioni umane al lavoro organizzato, conoscere i principali determinanti lavorativi delle sindromi da stress e le principali malattie causate da disagio psichico in ambito lavorativo.Acquisire i concetti basilari della sociologia e conoscere i problemi sociologici inerenti al mercato del lavoro.Conoscere le basi e l'articolazione dell'organizzazione delle aziende e dei luoghi di lavoro, nonché le principali normative in materia.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

  • OBIETTIVI FORMATIVI 

Lo scopo dell’insegnamento è quello di fornire conoscenze di base sulle principali tematiche organizzative, anche in modo da offrire agli studenti spunti per personali approfondimenti sulla materia. Le variabili “chiave” illustrate sono: la struttura organizzativa, il potere organizzativo, i meccanismi operativi.

  • RISULTATI DI APPRENDIMENTO ATTESI: 

       Al termine dell’insegnamento, lo studente dovrà essere  in grado di

  • Comprendere il funzionamento delle principali variabili organizzative
  • Descriverne le  possibili declinazioni nelle singole organizzazioni
  • Riconoscere il funzionamento delle medesime in casi concreti
  • Comparare con approccio sincronico o diacronico le diverse organizzazioni
  • Valutare criticamente i principali meccanismi operativi, in specie quelli inerenti la gestione delle risorse umane

MODALITA' DIDATTICHE

L’insegnamento si compone di lezioni interattive e  frontali,  con proiezione di slides di illustrazione ed esemplificazione dei contenuti  e di video inerenti la disciplina (docufilm, estratti di programmi televisivi). Si farà ricorso anche ad altri strumenti di lavoro come testi integrativi, schemi, mappe concettuali, immagini, etc.

PROGRAMMA/CONTENUTO

 1.Il  sistema azienda. L’oggetto dell’organizzazione aziendale

Definizioni: organizzazione, azienda, impresa, sistema. L’equilibrio aziendale. Le possibili forme giuridiche di impresa. Le variabili fondamentali: struttura organizzativa, potere organizzativo, meccanismi operativi. L’importanza delle organizzazioni produttive per la crescita economica, lo sviluppo sociale e democratico. Modelli organizzativi e risorse aziendali (umane, tecniche, finanziarie)

Capitolo 1 p. 5-12; PPT (1,2)

2.Le aziende del  Servizio Sanitario Nazionale

Le organizzazioni nel SSN. Il riparto delle competenze. L’aziendalizzazione nella Sanità pubblica: riferimenti normativi, finalità, strumenti. Aziendalizzazione, concorrenza, cooperazione.

L’autonomia gestionale delle aziende. La struttura e gli organi delle aziende sanitarie. Il modello dipartimentale   PPT  (91)

3.La  struttura organizzativa

I vari tipi di organizzazione (gerarchica unitaria, funzionale, divisionale, a matrice, a progetto). Funzioni di staff e funzioni di line. Il principio di gerarchia. La divisione del lavoro. La scelta della migliore struttura. Le risposte organizzative nel nuovo contesto ambientale

Capitolo 2 p.13-30; PPT (3)

4.Il potere organizzativo

Definizione di potere. La legittimazione del potere. Il potere nelle organizzazioni produttive. Ruolo del manager e del dirigente. Stili di direzione (autoritario, partecipativo). Autorità e leadership.

Capitolo  9 p. 119-130; PPT  (4,5)

5.I meccanismi operativi

Meccanismi di coordinamento e  di integrazione. Vision, mission, pianificazione, programmazione. La gestione dei conflitti organizzativi. L’organizzazione per processi. Gestione e sviluppo delle risorse umane: selezione, inserimento, formazione,  carriera. Meccanismi di valutazione. Meccanismi di motivazione. Meccanismi di ricompensa e sanzione. Meccanismi di controllo.

Capitolo  6 p. 69-84; capitolo 10 p. 131-146; PPT (6, 7, 8a, 8b, 9a , 9b, 11a, 11b, 12, 13, 14, 15)

6.La cultura organizzativa. La relazione con l’ambiente.

L’approccio “morbido”  alle organizzazioni. Organizzazioni e ambiente  PPT (16, 17a, 17b)

7.Le caratteristiche della organizzazione produttiva moderna. Le strategie della qualità totale. Il modello Toyota 

Capitolo 3 p. 31-42; capitolo 12 p. 165-186; PPT (32)

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Il docente  fornirà  agli studenti  copia di tutti i materiali utilizzati al termine di ogni lezione.

E’ consigliata lettura di un testo base di Organizzazione aziendale, quale ad esempio: Elementi di Organizzazione aziendale, Napoli Simone 2007

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Nel pomeriggio di giovedì, previo appuntamento, negli spazi messi a disposizione dalla Scuola o presso la sede dell’Azienda Ligure sanitaria   (tel . 010/5488536; e-mail: riccardo.zanella.unige@gmail.com) 

LEZIONI

MODALITA' DIDATTICHE

L’insegnamento si compone di lezioni interattive e  frontali,  con proiezione di slides di illustrazione ed esemplificazione dei contenuti  e di video inerenti la disciplina (docufilm, estratti di programmi televisivi). Si farà ricorso anche ad altri strumenti di lavoro come testi integrativi, schemi, mappe concettuali, immagini, etc.

Orari delle lezioni

L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile su EasyAcademy.

ESAMI

MODALITA' D'ESAME

L’esame si svolge in forma scritta ed è composto da un numero di domande a risposta multipla compreso tra 20 e 30 (con punteggio unitario anche variabile per domanda, da 1 a 2 e una penalizzazione in caso di errore da 0,4 a 1 punto). Potranno essere previste anche una o più domande a risposta aperta.

I dettagli sulle modalità di esame, sulla preparazione necessaria per l’esame e sul grado di approfondimento di ogni argomento verranno dati nel corso delle lezioni.

MODALITA' DI ACCERTAMENTO

L’esame verterà sugli argomenti trattati durante le lezioni frontali e avrà lo scopo di valutare non soltanto se lo studente   ha raggiunto un livello adeguato di conoscenze, ma se ha acquisito la capacità di analizzare criticamente le tematiche affrontate durante il corso.

ALTRE INFORMAZIONI

RICEVIMENTO STUDENTI:

Nel pomeriggio di giovedì, previo appuntamento, negli spazi messi a disposizione dalla Scuola o presso la sede dell’Azienda Ligure Sanitaria   (tel . 010/5488536; e-mail: riccardo.zanella.unige@gmail.com)