LA COMUNICAZIONE IN EMERGENZA

iten
Codice
68049
ANNO ACCADEMICO
2021/2022
CFU
1 cfu al 3° anno di 9278 OSTETRICIA (L/SNT1) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
MED/47
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (OSTETRICIA)
periodo
1° Semestre
moduli
Questo insegnamento è un modulo di:
materiale didattico

PRESENTAZIONE

La comunicazione è un’abilità che non si esaurisce nel passaggio di informazioni ma è la risorsa che permette di creare rapporti e collaborazioni, di affrontare momenti di difficoltà e di conflitto,presenti in modo particolare nell’emergenza.

L’ostetrica risulta essere la figura professionale competente ed efficace nell'assistenza alla gravida quindi anche in grado di dare un sostegno emotivo nei momenti di sconforto e fornire spiegazioni esaurienti alle domande poste dalla donna.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Riconoscere le problematiche e saper diagnosticare il rischio ostetrico nell'assistenza alla gravidanza, parto e puerperio. Saper comunicare nelle situazioni d'emergenza. Conoscere le nozioni e le tecniche della rianimazione neonatale.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

  1. Impostare ed eseguire un Piano Assistenziale di base indirizzato alla Paziente ostetrico-ginecologica non o parzialmente autosufficiente con produzione ed utilizzo delle relative check-list.
  2. Conoscere le tecniche e le finalità dei metodi di prevenzione delle infezioni.
  3. Conoscere lo scopo, il significato e la tecnica di esecuzione dei principali esami diagnostici o strumentali generali e specifici ostetrico-ginecologici.

 

Nel caso di emergenze ostetriche la formazione degli operatori sanitari è particolarmente importante per una gestione partecipata dell’emergenza.

L’attività formativa rappresenta infatti un’occasione per condividere interventi attuabili in diversi scenari e per perfezionare sia le competenze tecnico-scientifiche che le competenze comunicativo-relazionali. 

MODALITA' DIDATTICHE

In riferimento agli argomenti proposti saranno attivati momenti di approfondimento rispetto ai temi trattati con esercitazioni e/o lavori di gruppo, proiezione di filmati e/o discussioni guidate.

Sono previste inoltre giornate di ricerca in forma autonoma o di gruppo e di laboratori specifici e dedicati propedeutici allo svolgimento degli appelli.

Rispetto a determinati contenuti verranno prodotte e discusse dagli Studenti check-list dedicate.

PROGRAMMA/CONTENUTO

  • Comunicazione: definizione, elementi della comunicazione, funzione e tipologie di comunicazione. Struttura e proprietà della comunicazione umana
  • La comunicazione con la gravida
  • Definizioni di emergenza/urgenza
  • Comunicazione in emergenza
  • Il “rumore” della comunicazione
  • La comunicazione nelle principali emergenze ostetriche (Role- Play)
  • Il lutto perinatale, aspetti clinici e psicopatologici
  • La comunicazione nella gestione dello stress da evento critico, cenni di psicologia dell’emergenza
  • Formulazione di un protocollo di comunicazione in emergenza

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Materiale fornito dal docente

DOCENTI E COMMISSIONI

Commissione d'esame

MATILDE CANEPA (Presidente)

VIRGINIA MICHELERIO (Presidente)

MASSIMO CORDONE

LUCA ANTONIO RAMENGHI

GIOVANNA RAZETO

CLAUDIA MASSAROTTI (Presidente e Coordinatore di corso integrato)

LEZIONI

MODALITA' DIDATTICHE

In riferimento agli argomenti proposti saranno attivati momenti di approfondimento rispetto ai temi trattati con esercitazioni e/o lavori di gruppo, proiezione di filmati e/o discussioni guidate.

Sono previste inoltre giornate di ricerca in forma autonoma o di gruppo e di laboratori specifici e dedicati propedeutici allo svolgimento degli appelli.

Rispetto a determinati contenuti verranno prodotte e discusse dagli Studenti check-list dedicate.

INIZIO LEZIONI

Vedere calendario pubblicato su Aulaweb.

Orari delle lezioni

L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile su EasyAcademy.

ESAMI

MODALITA' D'ESAME

Orale

MODALITA' DI ACCERTAMENTO

abilità di comunicazione tramite esame orale contestualizzando l’argomento già trattato con i docenti del corso integrato in sede di esame oppure rispondendo in maniera esaustiva ad un argomento del programma di Comunicazione in Emergenza.