EU LAW AND MIGRATION LAW

EU LAW AND MIGRATION LAW

_
iten
Codice
104869
ANNO ACCADEMICO
2020/2021
CFU
12 cfu al 1° anno di 11162 RELAZIONI INTERNAZIONALI (LM-52) GENOVA
SEDE
GENOVA (RELAZIONI INTERNAZIONALI )
moduli
Questo insegnamento è composto da:

PRESENTAZIONE

Il corso - in inglese – si compone di due parti: EU law and global challenges e Migration Law.

Obiettivo del corso è quello di approfondire lo studio delle principali sfide globali della nostra epoca e tra esse, in particolare, del fenomeno migratorio attraverso una prospettiva giuridica multilivello, che consideri il quadro normativo delineato dal diritto dell’Unione europea e le soluzioni individuate per la sua attuazione dall’ordinamento italiano e dai principali Stati europei.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Il corso, nel suo complesso, si propone di offrire agli studenti gli strumenti teorici e metodologici per analizzare e comprendere la risposta del diritto dell’Unione europea e del diritto italiano (in comparazione con altri Stati europei) alle principali sfide globali che la nostra epoca pone e, tra esse, in particolare al fenomeno migratorio. Le competenze acquisite consentiranno agli studenti di analizzare in prospettiva giuridica, critica ed in autonomia alcune questioni di portata globale e tra esse, in particolare, il fenomeno migratorio.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

EU law and global challenges si propone di fornire agli studenti gli strumenti metodologici e le nozioni necessarie per comprendere, contestualizzare ed analizzare il ruolo dell’Unione europea quale attore globale e la portata del diritto dell’Unione europea (anche) al di fuori dell’ordinamento europeo. Entrambi i profili verranno considerati in relazione a temi di portata globale, quali, la tutela dell’ambiente, l’utilizzo di internet e la protezione dei dati personali, la crisi economica e finanziaria, la tutela della concorrenza, nonché il fenomeno migratorio.

 

Migration Law intende offrire agli studenti gli strumenti per conoscere e analizzare criticamente il diritto migratorio vigente nell’Unione europea, concentrandosi in particolare sulla condizione giuridica degli stranieri provenienti da Stati terzi rispetto all’Unione. Partendo dal diritto eurounitario, il corso approfondirà lo stato del recepimento di tali norme nell’ordinamento italiano e la relativa giurisprudenza, comparando l’esperienza nazionale con quella di altri Stati membri e non dell’Unione europea.

RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Alla fine del corso gli studenti saranno in grado di:

  • Comprendere il ruolo dell’Unione europea quale attore globale
  • Comprendere la portata anche extraterritoriale del diritto dell’Unione europea
  • Orientarsi in relazione alle competenze esterne dell’Unione europea rispetto a tematiche di portata globale
  • Discutere e valutare criticamente la disciplina migratoria europea;
  • Orientarsi nella complessità della disciplina migratoria quale fenomeno multilivello (Stati europei, UE, CEDU)
  • Comprendere le principali problematiche della normativa e della giurisprudenza italiane e di altri Stati europei e non
  • Discutere criticamente in materia di diritti fondamentali dei migranti
  • Valutare l’impatto del fenomeno migratorio negli ordinamenti statali
  • Esprimersi attraverso termini tecnici propri del linguaggio giuridico

 

PREREQUISITI

Nozioni di base del corso di diritto dell’Unione europea e dei corsi di diritto pubblico italiano e comparato.

Modalità didattiche

L’insegnamento si svolge principalmente attraverso lezioni frontali tenute dalle docenti titolari. Nell’ambito delle lezioni possono essere invitati esperti della materia. Inoltre, viene richiesta la partecipazione attiva degli studenti nell’esame della giurisprudenza rilevante.

Durante il periodo di pandemia e post-pandemia, le lezioni si svolgeranno secondo le indicazioni fornite dall’Ateneo e dal Dipartimento (con possibilità dunque di svolgimento delle lezioni online, o in modalità mista).

PROGRAMMA/CONTENUTO

Il corso si divide in due moduli.

Il primo modulo (EU law and global challenges) si concentrerà sui seguenti temi:

  • Unione europea e diritto dell’Unione europea nel contesto globale
  • diritto dell’Unione europea e ambiente
  • diritto dell’Unione europea e tutela dei dati personali nell’utilizzo di internet
  • diritto dell’Unione europea e crisi economico-finaniaria
  • diritto dell’Unione europea e concorrenza
  • diritto dell’Unione europea e fenomeno migratorio

Il secondo modulo (Migration law) sarà articolato nel modo seguente:

Parte I (lezioni frontali “tradizionali”):

  • Le migrazioni verso l’Europa in prospettiva storico-giuridica
  • Cittadini europei e cittadini di Paesi terzi: il principio di non discriminazione in base alla cittadinanza/nazionalità
  • L’immigrazione nel quadro giuridico dell’Unione europea
  • Migrazione volontaria (per ragioni economiche o familiari) e migrazione forzata (asilo e protezione internazionale)
  • Stranieri e immigrati nella Costituzione italiana
  • L’ingresso e il soggiorno degli stranieri in Italia
  • L’ingresso e il soggiorno in altri Stati europei
  • Il diritto di asilo in Italia e in altri Stati europei
  • L’espulsione degli stranieri dall’Italia e da altri Stati europei
  • I diritti sociali degli stranieri
  • L’integrazione degli stranieri nell’ordinamento italiano

 

Parte II (analisi e discussione delle principali sentenze in materia di immigrazione emesse da Corti nazionali, UE e CEDU) su:

  • Stranieri irregolari
  • Ricongiungimento familiare
  • Detenzione ed espulsione degli stranieri
  • Diritti sociali
  • Integrazione degli stranieri

 

In entrambi i moduli, particolare attenzione sarà dedicata alla prassi applicativa e, quindi, alla giurisprudenza (delle corti europee e nazionali), nonché ai rilevanti strumenti di soft law.

TESTI/BIBLIOGRAFIA

EU law and global challenges

Per gli studenti frequentanti, i materiali distribuiti a lezione e gli appunti individuali presi durante le lezioni possono essere integrati con il seguente testo: M. Cremona e J. Scott, EU law Beyond EU Borders, Oxford, 2019, ISBN: 9780198842170

Per gli studenti non frequentanti si consiglia il seguente testo: M. Cremona e J. Scott, EU law Beyond EU Borders, Oxford, 2019, ISBN: 9780198842170

 

Per il modulo Migration Law fare riferimento ai materiali e ai testi che saranno indicati dalla docente a lezione e su Aulaweb.

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Il ricevimento studenti/tesse è previsto, di regola, il martedì dalle 10 alle 12 (previo appuntamento via email all'indirizzo arianna.pitino@unige.it) presso il DISPO, Albergo dei Poveri (Piazzale E. Brignole 3a), Torre centrale, piano 3B, st. 70. In caso di necessità possono essere concordati con la docente giorni e orari diversi da quello indicato. Nel periodo delle lezioni (secondo semestre) la docente riceve sempre al termine delle lezioni. A causa dell'emergenza COVID-19 i colloqui con gli studenti avvengono attualmente tramite la piattaforma teams.  Il canale teams potrà essere utilizzato anche in caso di allerte meteo per lo svolgimento di lezioni e/o esami.      

Ricevimento: Il ricevimento studenti è previsto ogni lunedì dalle ore 9.00  alle ore 12.00 presso il Dipartimento di Scienze politiche, Albergo dei Poveri, Torre Ovest, III piano livello Biblioteca. Per una migliore organizzazione del ricevimento, gli studenti che intendono presentarsi sono invitati a scrivere in anticipo una mail all’indirizzo: laura.carpaneto@unige.it Durante l'emergenza COVID-19, il ricevimento viene svolto, previo appuntamento e-mail, sul canale teams del docente (codice canale: 3h0wr34). Il canale teams potrà essere utilizzato anche in caso di allerte meteo per lo svolgimento di lezioni e/o esami.

LEZIONI

Modalità didattiche

L’insegnamento si svolge principalmente attraverso lezioni frontali tenute dalle docenti titolari. Nell’ambito delle lezioni possono essere invitati esperti della materia. Inoltre, viene richiesta la partecipazione attiva degli studenti nell’esame della giurisprudenza rilevante.

Durante il periodo di pandemia e post-pandemia, le lezioni si svolgeranno secondo le indicazioni fornite dall’Ateneo e dal Dipartimento (con possibilità dunque di svolgimento delle lezioni online, o in modalità mista).

ESAMI

Modalità d'esame

L’esame viene svolto in forma orale. Ai soli studenti che frequentano almeno i 2/3 delle lezioni è altresì data la possibilità di sostenere l’esame attraverso un test scritto a risposta chiusa e/o aperta sugli argomenti trattati a lezione dalle docenti. Possono essere altresì previste presentazioni degli studenti durante le lezioni, la cui esposizione concorre alla formazione del voto finale.

Sarà tenuta in considerazione anche la partecipazione attiva degli studenti alle lezioni.

Modalità di accertamento

L’esame ha lo scopo di accertare l’acquisizione da parte degli studenti delle nozioni teoriche e metodologiche essenziali relativamente agli argomenti trattati a lezione, nonché di valutare le capacità degli studenti di ragionare su fattispecie complesse in una prospettiva giuridica, che tenga conto tanto del ruolo del diritto dell’Unione europea quanto del diritto interno e comparato.