EU LAW AND NEW TECHNOLOGIES

EU LAW AND NEW TECHNOLOGIES

_
iten
Codice
103909
ANNO ACCADEMICO
2020/2021
CFU
5 cfu al 1° anno di 10378 INTERNET AND MULTIMEDIA ENGINEERING (LM-27) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
IUS/13
SEDE
GENOVA (INTERNET AND MULTIMEDIA ENGINEERING)
periodo
2° Semestre

PRESENTAZIONE

L'insegnamento è volto ad impartire agli studenti che frequentano il corso  le nozioni basiliri del diritto dell'Unione europea, sia per quanto attiene la struttura istituzionale dell'organizzazione e i processi decisionali che la interessano, sia per quanto riguarda più nel dettaglio le politiche legate all'innovazione tecnologica e la digitalizzazione del mercato. Tale approccio mira a introdurre un elemento di interdisciplinarietà nella formazione tecnica e specialistica offerta dal corso.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Provide technical students with the legal framework of Eu intervention in the sector they are approaching from a technical point of view. The interdisciplinary approach will empower graduates with new and useful skills for the job market and it will give students a greater awareness on the conseuqences deriving from the use and functioning (malfunctioning) of the technology.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Il programma si divide in due sezioni: una prima parte dedicata alla parte istituzionale e generale del diritto dell'Unione, caratterizzata dallo studio della struttura dell'organizzazione internazionale, delle fonti e degli strumenti di tutela giurisdizionale da essa previsti e un'introduzione al mercato unico; una seconda parte dedicata all'intervento europeo nel settore delle  nuove tecnologie, con particolare riferimento a quelle di origine spaziale.

L’insegnamento mira a far conseguire agli studenti:

- conoscenza della struttura  istituzionale e delle regole di funzionamento dell’UE;

- conoscenza del sistema delle fonti e del procedimento  normativo dell’UE, nonché degli strumenti di tutela giurisdizionale;

- conoscenza dei principi e delle regole relative al mercato unico;

- capacità di applicazione di tali conoscenze alle fattispecie concrete;

- capacità di interpretazione e di lettura sistematica delle norme giuridiche dell'ordinamento dell'Unione europea.

- conoscenze interdisciplinari necessarie per l'accesso al mercato del lavoro

PREREQUISITI

Non sono richiestei pre-requisiti giuridici

Modalità didattiche

L’insegnamento si compone di lezioni frontali o in modalità tele-didattica, per un totale di 50 ore , nel corso delle quali verranno presentate ed analizzate le principali nozioni teoriche di diritto dell'Unione europea con specifico riferimento all'innovazione tecnologica e all'intervento europeo in materia di Spazio, ma verranno anche proposti e discussi esempi e casi pratici. Verranno allegati in Aulaweb  testi di sentenze e testi normativi di particolare rilevanza e utilità per la comprensione degli argomenti trattati.

Occasionalmente potranno essere invitati a svolgere una lezione su temi di particolare interesse e attualità studiosi ed esperti della materia o professionisti anche al fine di consentire agli studenti di acquisire maggiore consapevolezza della dimensione concreta e applicativa della materia.

PROGRAMMA/CONTENUTO

Modulo 1 – Fondamenti di Diritto dell'Unione europea  (28 ore)
Storia ed evoluzione dell'Unione europea (2 hours)
Struttura istituzionale dell'Unione (6 hours)
Competeze dell'UE (2 hours)
Le competenze esterne dell'UE (2 hours)
Gli atti di diritto dell'UE e i loro effetti negli ordinamenti nazionali (6 hours)
Il mercato comune (libertà e regole) (4 hours)
Lo spazio comune di circolazione dei dati (2 hours)
La tutela giurisdizionale (4 hours)

Modulo 2 – Diritto dell'Unione europea e nuove tecnologie (22 ore)
Le politiche europee e l'innovazione (2 hours)
La politica spaziale europea (4 hours)
Lo spazio per la sicurezza: prospettiva europea (2 hours)
I programmi spaziali europei(2 hours)
L'UE nel panorama internazionale: i raèport con gli Stati terzi e con le organizzazioni internazionali (ESA) (2 hours)
Unione europea e telecomunicazioni : approccio giuridico (2 hours)
Teledetezione nel diritto internazionale  (4 hours)
Reglamentazione europea sull'acquisizione ediffuzione dei dati satellitari (2 hours)
UE e Cyber sicurezza: una nuova sfida (2 hours)

 

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Il materiale bibliografico rilevante verrà caricato su aulaweb tenuto conto delle recenti evoluzioni della materia e dei contributi di dottrina rilevanti

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Mercoledì 10.00 -10.30 in foresteria, Polo di Imperia; Martedì 10.30-12.30 Dipartimento di giurisprudenza, sezione di diritto internazionale, via Balbi 22 (quinto piano), gli altri giorni su appuntamento è cmunque preferibile scrivere una mail a maria.elena.demaestri@unige.it  

LEZIONI

Modalità didattiche

L’insegnamento si compone di lezioni frontali o in modalità tele-didattica, per un totale di 50 ore , nel corso delle quali verranno presentate ed analizzate le principali nozioni teoriche di diritto dell'Unione europea con specifico riferimento all'innovazione tecnologica e all'intervento europeo in materia di Spazio, ma verranno anche proposti e discussi esempi e casi pratici. Verranno allegati in Aulaweb  testi di sentenze e testi normativi di particolare rilevanza e utilità per la comprensione degli argomenti trattati.

Occasionalmente potranno essere invitati a svolgere una lezione su temi di particolare interesse e attualità studiosi ed esperti della materia o professionisti anche al fine di consentire agli studenti di acquisire maggiore consapevolezza della dimensione concreta e applicativa della materia.

INIZIO LEZIONI

II semestre

ESAMI

Modalità d'esame

L'esame si svolge in forma orale. Agli studenti che hanno frequentato almeno i 2/3 dlle lezioni viene offerta la possibilità di sostenere, prima dell'inizio della sessione d'esame, un compitino in forma scritta composto da domande a risposta multipla che toccano tutti gli argomenti oggetto del programma (ad es.: Quale tra i seguenti non è uno Stato membro dell’Unione europea? : a) Danimarca, b) Svizzera, C) Croazia, dove la risposta corretta è quella alla lettera b)

Modalità di accertamento

L’esame mira a verificare l’effettiva conoscenza e acquisizione da parte dello studente delle nozioni teoriche di base come pure la sua capacità di individuare ed applicare le norme di riferimento a specifici casi concreti. Attraverso quesiti di carattere teorico generale e la proposta di casi e problemi di carattere pratico  si verificherà se lo studente è in grado di:

  • individuare e definire i concetti giuridici relativi al diritto dell'Unione europea;
  • utilizzare un linguaggio tecnico giuridico appropriato;
  • individuare ed applicare a casi pratici le principali disposizioni normative che regolano lo svolgimento dei rapporti attinenti il mercato unico con particolare riferimento alle tematiche tecniche da loro studiate nel corso di laurea;
  • conoscere le principali regole di funzionamento delle Istituzioni dell'Unione europea e dei relativi meccanismi interistituzionali;
  • conoscere la portata degli atti di diritto dell'Unione europea e il rapporto con le norme nazionali

ALTRE INFORMAZIONI

Tutte le informazioni aggiornate relative al corso sono reperibili sulla pagina aulaweb. Le comunicazioni agli studenti vengono effettuate tramite il forum della pagina aulaweb del corso.