INGEGNERIA PER LA PROTEZIONE AMBIENTALE

INGEGNERIA PER LA PROTEZIONE AMBIENTALE

_
iten
Codice
56764
ANNO ACCADEMICO
2020/2021
CFU
5 cfu al 1° anno di 10376 INGEGNERIA CHIMICA E DI PROCESSO (LM-22) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
ICAR/03
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (INGEGNERIA CHIMICA E DI PROCESSO )
periodo
1° Semestre
materiale didattico

PRESENTAZIONE

Il Corso di Ingegneria per la Protezione Ambientale, tenuto dalla prof.ssa Michela Gallo nel primo semestre di Laurea magistrale in Ingegneria Chimica e di Processo, ha una durata totale di 50 h, di cui 6 h di esercitazioni in aula ed una visita di 4 ore ad un impianto di trattamento dei rifiuti

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Il modulo illustra le metodologie e gli strumenti progettuali concernente i processi e i sistemi di trattamento degli inquinanti di origine antropica. In particolare: inquinamento e depurazione degli scarichi idrici civili e industriali; bonifica dei siti e sedimenti contaminati.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Gli obiettivi del corso sono finalizzati all'acquisizione di competenze specifiche nella bonifica dei siti inquinati (circa il 50% delle ore) e al trattamento dei rifiuti (circa il 50% delle ore). Un ulteriore obiettivo è quindi l'acquisizione dei principi di gestione associati all'uso di tecnologie a basso impatto ambientale, introducendo un nuovo approccio progettuale che tenga conto dei potenziali impatti ambientali generati durante l'intero ciclo di vita.
Accanto agli aspetti di ingegneria degli impianti, il corso è finalizzato principalmente al trasferimento delle conoscenze e delle competenze di base necessarie per valutare i problemi legati alla sostenibilità ambientale dei processi ed ai principi dell'economia circolare.
Da questo punto di vista i principi dell'analisi del ciclo di vita (LCA) e dell'Analisi del Rischio vengono introdotti all'interno del corso con lo scopo principale di poter confrontare diverse tecnologie e sistemi di trattamento per identificare la soluzione operativa meno impattante tra quelle applicabili.

PREREQUISITI

Per un proficuo apprendimento del corso è necessaria una conoscenza di base della chimica organica ed inorganica, della fisica e della matematica, ma non è prevista alcuna propedeuticità formale.

Modalità didattiche

L'insegnamento viene svolto attraverso:

- lezioni frontali
- analisi dei casi di studio relativi agli impianti di trattamento dei rifiuti e dei siti soggetti a bonifica
- esercitazioni uso di software di modellizzazione
. visita ad un impianto di trattamento rifiuti

PROGRAMMA/CONTENUTO

Viene proposta una trattazione ampia degli aspetti di inquinamento, bonifica nei principali comparti ambientali con particolare riferimento a suolo, sottosuolo ed acque sotterranee. Parte della trattazione del corso si concentra sul trattamento rifiuti, analizzato secondo le diverse e principali modalità gestionali: discariche controllate, termovalorizzatori, compostaggio, biodigestione, riciclaggio, ecc.

- introduzione alle politiche ambientali e riferimenti normativi testo unico Dlgs 152.

- gestione rifiuti e contesto normativo

- classificazione rifiuti

- raccolta differenziata

- riciclaggio

- principi di analisi del ciclo di vita

- analisi merceologica, frazioni

- smaltimento in discarica

- visita impianto (esercitazione)

- analisi 4 impianti discariche RSU e assimilabili (casi studio)

- compostaggio e biodigestione

- analisi 1 impianto di compostaggio (caso studio)

- termovalorizzazione

- combustione diretta

- analisi di un impianto di termovalorizzazione (caso studio)

- abbattimento fumi e trattamento degli effluenti solidi e liquidi dei termovalorizzatori

- gassificazione e pirolisi

- bonifica siti contaminati  e aspetti normativi

- caratteristiche dei suoli e principi di geochimica

- diffusione dei contaminanti nei suoli  e nelle falde

- analisi del rischio

- contaminazione di suolo e sottosuolo

- messa in sicurezza permanente e d'emergenza

- principali tecniche di bonifica

- trattamento biologici

- trattamenti chimico-fisici

- analisi di casi studio su siti sottoposti a bonifica

TESTI/BIBLIOGRAFIA

  1. D.lgs 152 Testo Unico Ambientale
  2. ISO 14040:2006 Environmental management -- Life cycle assessment -- Principles and framework
  3. Bonifica dei terreni contaminati - CTTC - Comitato Tecnico Terreni Contaminati
  4. Urban Mining - a Global cycle approach to resource recovery from solid waste

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Il docente è a disposizione degli studenti per qualsiasi chiarimento e/o approfondimento su appuntamento via e-mail coerentemente con gli altri impegni istituzionali.

Commissione d'esame

MICHELA GALLO (Presidente)

LEZIONI

Modalità didattiche

L'insegnamento viene svolto attraverso:

- lezioni frontali
- analisi dei casi di studio relativi agli impianti di trattamento dei rifiuti e dei siti soggetti a bonifica
- esercitazioni uso di software di modellizzazione
. visita ad un impianto di trattamento rifiuti

INIZIO LEZIONI

Le lezioni inizieranno il 21 settembre coerentemente coll'orario previsto nel Calendario didattico.

ESAMI

Modalità d'esame

L'esame consiste nel superare un esame orale.
Durante la sessione invernale saranno previste tre sessioni di esame (dicembre, gennaio e febbraio) e tre sessioni d'esame durante la sessione estiva e durante la tappa autunnale della Scuola Politecnica. Al di fuori dei normali periodi della Scuola Politecnica non saranno svolte ulteriori sessioni d'esame, ad eccezione degli studenti senza attività didattiche nel loro attuale curriculum dell'anno accademico.

Modalità di accertamento

Saranno poste domande sia sulla bonifica del suolo che sulla gestione dei rifiuti, in relazione agli argomenti trattati durante il corso e presenti nel materiale didattico fornito. I casi di studio analizzati durante le lezioni saranno parte degli argomenti d'esame.
Durante l'esame è necessaria una corretta comprensione ed un corretto uso dell'Analisi del Rischio e della Metodologia dell'Analisi del Ciclo di Vita.
Per quanto riguarda la bonifica del suolo, verrà presentata una situazione specifica di contaminazione di una matrice ambientale e lo studente dovrà identificare le opzioni applicabili tra le tecniche di bonifica viste durante le lezioni.
Per quanto riguarda il trattamento e l'utilizzo dei rifiuti, lo studente deve illustrare quali sono le opzioni di trattamento o di recupero di materia/energia, applicabili a una frazione specifica del rifiuto.
Saranno valutate anche la qualità della presentazione, la terminologia corretta e le capacità di pensiero critico.