COSTRUZIONE DI PONTI

COSTRUZIONE DI PONTI

_
iten
Codice
73156
ANNO ACCADEMICO
2020/2021
CFU
5 cfu al 2° anno di 10799 INGEGNERIA CIVILE (LM-23) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
ICAR/09
SEDE
GENOVA (INGEGNERIA CIVILE)
periodo
2° Semestre
materiale didattico

PRESENTAZIONE

A partire dalla definizione di ponte e viadotto il corso illustra le varie tipologie strutturali e i loro campi di impiego, in funzione delle luci di attraversamento, destinazione d’uso (stradali o ferroviari) e del sistema costruttivo, c.a.p., sistemi misti acciaio-cls, piastre ortotrope. Quindi si analizzano nel dettaglio l’iter progettuale di ponti e viadotti a travata, la tipologia strutturale prevalente, e di questa in particolare il sistema costruttivo di sezione mista acciaio-cls.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Il modulo si propone di fornire i concetti fondamentali della progettazione di ponti: sono trattate le diverse tipologie (con particolare attenzione ai ponti di grande luce) e sono analizzati in dettaglio gli elementi strutturali caratterizzanti il ponte (illustrando tipologie, tecniche di costruzione e di calcolo).

Modalità didattiche

La metodologia utilizzata è quella della lezione frontale. Durante il corso viene condotta anche un'esercitazione durante la quale si ha una maggiore interazione con gli studenti.

PROGRAMMA/CONTENUTO

Partendo dalla descrizione delle più comuni tipologie di Ponti e Viadotti e delle loro modalità di montaggio, nel corso vengo affrontati i seguenti argomenti, con particolare attenzione per il sistema costruttivo di sezione mista acciaio-cls.

- Ripartizione trasversale dei carichi, Bredt & Courbon

- Cenni ad analisi strutturali con l’impiego di superfici e linee di influenza

- Definizione delle sezioni strutturali con analisi dettagliata dei dati progettuali, costruttivi o di montaggio

- Scelta dei sistemi di collegamento in opera, saldatura e bullonatura

- Definizione dei dettagli esecutivi e di progetto delle solette in c.a. e delle piastre ortotrope

Vengono anche analizzati i criteri costruttivi e progettuali di travate in CAP e di Ponti ad arco. Successivamente si analizzano e commentano alcune realizzazioni di Ponti Strallati, ad Arco e Ponti varati di punta. Infine si entra nel merito della progettazione dei sistemi di sostegno dei ponti, ovvero pile e spalle in c.a. e loro fondazioni e sottofondazioni profonde, ove occorrenti.

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Il corso non ha uno specifico libro di testo, ma si base su delle dispense in formato "Presentazione di Power Point" che vengono consegnate agli studenti

DOCENTI E COMMISSIONI

Commissione d'esame

SIMONE VARNI (Presidente)

PIERANGELO PISTOLETTI (Presidente)

LEZIONI

Modalità didattiche

La metodologia utilizzata è quella della lezione frontale. Durante il corso viene condotta anche un'esercitazione durante la quale si ha una maggiore interazione con gli studenti.

ESAMI

Modalità d'esame

L’esame prevede una prova orale. Per essere ammessi alla prova è necessario consegnare una Relazione Progettuale che viene valutata e discussa durante l’esame stesso.

Modalità di accertamento

La prova di esame consiste nell’assegnazione di una sezione stradale e di una luce da superare, con segnalazione di eventuali condizioni al contorno particolari, e il candidato dovrà individuare la tipologia di ponte ad esse più adatta definendo la sezione resistente negli aspetti essenziali.

A seconda della tipologia strutturale individuata vengono fatte domande teoriche su come affrontare i vari problemi progettuali. Generalmente vengono affrontati anche i temi relativi alle modalità di montaggio della struttura nonché alle opere di sostegno e alla soletta di impalcato.

Lo scopo della prova è di valutare la conoscenza teorica del candidato e la sua capacità applicativa nella risoluzione di un problema progettuale.