CHIMICA INORGANICA E ANALITICA

CHIMICA INORGANICA E ANALITICA

_
iten
Codice
65375
ANNO ACCADEMICO
2020/2021
CFU
9 cfu al 1° anno di 8765 SCIENZA DEI MATERIALI (L-30) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
CHIM/03
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (SCIENZA DEI MATERIALI )
periodo
2° Semestre
propedeuticita
materiale didattico

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Conoscenza del comportamento chimico degli elementi dei blocchi s, p e d della tavola periodica, con particolare attenzione alla relazione fra aspetti del legame e proprietà dei composti inorganici. Introduzione alla chimica inorganica dello stato solido. Conoscenza di base delle procedure analitiche. Conoscenza delle tecniche analitiche strumentali cromatografiche e di spettroscopia ottica.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Risultati d’apprendimento previsti
Acquisire buona padronanza nella valutazione delle proprietà dei composti inorganici e nella conoscenza delle principali tecniche analitiche con particolare riferimento alle loro applicazioni nell’ambito dei materiali. 

PREREQUISITI

Conoscenze di Chimica Generale

Modalità didattiche

Organizzazione della didattica
Per rendere la didattica, a parità di efficacia, più coinvolgente e accattivante, alle classiche lezioni frontali (che includono esercizi mirati a verificare lo stato dell’apprendimento) si alternano  metodologie didattiche innovative mirate all’apprendimento attivo e collaborativo da parte degli studenti. infine, le esperienze di laboratorio hanno lo scopo di verificare sperimentalmente alcuni aspetti della chimica analitica classica e strumentale.

 

 

 

Modalità di frequenza
fortemente consigliata per le lezioni teoriche, obbligatoria per le esercitazioni di laboratorio



 

PROGRAMMA/CONTENUTO

Programma:
Chimica Inorganica
Completamento delle conoscenze sul legame chimico, legame metallico- Solidi ionici, metallici, molecolari, covalenti – Struttura delle sostanze elementari – Alcune classi dei principali composti inorganici (ossidi, idruri, idrossidi, ossoacidi, alogenuri) e variazione delle loro proprietà nel sistema periodico –Struttura dei silicati e cenno ai materiali inorganici a base di silicati – Equilibri di fase in sistemi eterogenei, alcuni dei più significativi diagrammi di stato nell’ambito dei sistemi binari liquido-solido -Preparazione dei metalli mediante processi di riduzione, aspetti termodinamici, diagrammi di Ellingham- Preparazione dei metalli con processi elettrolitici- Metodi di purificazione dei metalli: -Preparazione, purificazione e proprietà di alcuni importanti metalli (Cu, Al, Ti)

Chimica Analitica
Campionamento.- Analisi quantitativa classica. - Chimica analitica strumentale: tecniche cromatografiche e di spettroscopia ottica

 

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Testi di riferimento
Chimica Inorganica:
Durante lo svolgimento del corso sarà pubblicato (Aul@WEB) materiale didattico, ma è fondamentale l’integrazione con opportuni testi.

Qualunque testo a livello universitario di "Chimica Generale" in commercio o disponibile nella biblioteca della Scuola di Scienze M.F.N. è valido, purché recente (di questo secolo). Per ogni studente è più utile e produttivo cercare, per ogni argomento, il testo nel quale l'impostazione didattica è più gradita e stimolante, piuttosto che basarsi su un libro di testo unico. Ciò premesso, e tenendo presente che la lista che segue non è certo esauriente, qualche titolo una selezione di testi non vincolante è la seguente:

Atkins, Jones, Laverman - PRINCIPI DI CHIMICA ‐ Zanichelli

Atkins - FONDAMENTI DI CHIMICA GENERALE ‐ Zanichelli

Kotz, Treichel, Weaver ‐ CHIMICA - EdiSES

Kotz ∙ Treichel ∙ Townsend ∙ Treichel ‐ CHIMICA EdiSES

Manotti Lanfredi , Tiripicchio FONDAMENTI DI CHIMICA ‐ CEA Milano

Petrucci, Herring, Bissonnette ‐ CHIMICA GENERALE ‐ Piccin

Petrucci, Herring, Madura, Bissonnette CHIMICA GENERALE ‐ Piccin

Silberberg ‐ CHIMICA 1° o 2° ed. ‐ McGraw‐Hill

Whitten, Davis, Speck, Stanley ‐ CHIMICA ‐ Piccin

Bertini, Luchinat, Mani – CHIMICA INORGANICA- EdiSES

Atkins et al. - CHIMICA  INORGANICA ‐ Zanichelli

Per approfondire:                  
Chiorboli  - FONDAMENTI DI CHIMICA - UTET

Greenwood , Earnshaw - CHIMICA DEGLI ELEMENTI - Piccin

Callister, Rethwisch - SCIENZA ED INGEGNERIA DEI MATERIALI - EdiSES


Chimica Analitica:
Skoog, West, Holler - Fondamentri di Chimica analitica - EdiSES
K.A.Rubinson, J.F.Rubinson - Chimica Analitica Strumentale - Zanichelli

Testi consigliati:

Fondamenti di Chimica Analitica quantitativa, Daniel C. Harris, ed. Zanichelli, 2017

Analisi statistica dei dati biologici, Michael C. Whitlock, Dolph Schluter, ed. Zanichelli, 2010
 

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Su appuntamento. email: nadia.parodi@unige.it

LEZIONI

Modalità didattiche

Organizzazione della didattica
Per rendere la didattica, a parità di efficacia, più coinvolgente e accattivante, alle classiche lezioni frontali (che includono esercizi mirati a verificare lo stato dell’apprendimento) si alternano  metodologie didattiche innovative mirate all’apprendimento attivo e collaborativo da parte degli studenti. infine, le esperienze di laboratorio hanno lo scopo di verificare sperimentalmente alcuni aspetti della chimica analitica classica e strumentale.

 

 

 

Modalità di frequenza
fortemente consigliata per le lezioni teoriche, obbligatoria per le esercitazioni di laboratorio



 

INIZIO LEZIONI

Date di inizio e termine e il calendario delle attività didattiche
vedere manifesto sul sito e orario sul sito

https://servizionline.unige.it/unige/stampa_manifesto/MF/2020/8765.html

 

 

ORARI

L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile su EasyAcademy.

Vedi anche:

CHIMICA INORGANICA E ANALITICA

ESAMI

Modalità d'esame

Metodi di valutazione
 l'esame consiste in una prova scritta e una  prova orale per verificare il raggiungimento degli obiettivi formativi

Propedeuticità: è propedeutico l’esame di Chimica generale ed inorganica con laboratorio 

Modalità di accertamento

La prova scritta consiste in esercizi simili a quelli affrontati durante il corso e quesiti a carattere descrittivo sia per la parte di chimica inorganica sia per quella di chimica analitica.
La prova orale, riservata agli studenti che hanno svolto positivamente la prova scritta (≥18/30), è pubblica. Il colloquio mira ad accertare il possesso delle conoscenze ed il livello d’approfondimento della materia conseguito dallo studente. Il voto finale, unico, è calcolato come media della prova scritta e della prova orale oltre al giudizio riguardo le esperienze in Laboratorio e la valutazione delle relative relazioni.
L'esame orale viene svolto sempre dai docenti dell'insegnamento.