ECONOMIA DEGLI INTERMEDIARI FINANZIARI B

ECONOMIA DEGLI INTERMEDIARI FINANZIARI B

_
iten
Codice
66704
ANNO ACCADEMICO
2020/2021
CFU
9 cfu al 2° anno di 8697 ECONOMIA AZIENDALE (L-18) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
SECS-P/11
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (ECONOMIA AZIENDALE)
periodo
2° Semestre
frazionamenti
Questo insegnamento è diviso in 2 frazioni: A, B. Questa pagina si riferisce alla frazione A
propedeuticita
materiale didattico

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Il corso si propone di illustrare le tipologie, il ruolo ed il funzionamento degli intermediari finanziari, nonché le caratteristiche dei mercati in cui essi operano e degli strumenti che essi offrono alle famiglie e alle imprese. Con riferimento particolare a queste ultime, sarà dedicata attenzione ai rapporti con la funzione di finanza aziendale.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Al termine dell'insegnamento, lo studente sarà in grado di:

- descrivere la struttura del sistema finanziario, le principali tipologie di intermediari finanziari, le caratteristiche dei principali strumenti finanziari, il funzionamento dei mercati finanziari, l'architettura di vigilanza sul sistema finanziario in Europa e in Italia, la strategia e l'assetto operativo della politica monetaria europea;

- misurare il rendimento e il rischio dei principali strumenti finanziari;

- misurare il risultato di un'operazione in strumenti derivati;

- misurare l'esposizione delle banche ai rischi di credito, di interesse, di mercato, di liquidità e di leva finanziaria;

- analizzare il bilancio dei principali intermediari finanziari, tramite il calcolo di opportuni indici.

PREREQUISITI

Per questo insegnamento è propedeutico l'esame di Economia Aziendale.

Le conoscenze relative al corso di Matematica Finanziaria sono considerate un prerequisito altamente consigliato.

Modalità didattiche

Modalità didattiche

Lezioni 

Analisi di casi

Testimonianze aziendali

Approfondimenti svolti dagli studenti frequentanti sulla base di consegne del docente presenti su Aulaweb

Presente su Aulaweb

Si   P  No ☐

PROGRAMMA/CONTENUTO

1       Struttura e funzionamento del sistema finanziario                                                            

  • Struttura finanziaria dell'economia                                                                             
  • Tipologie di circuiti finanziari                                                                                  
  •  Funzioni e tipologie degli intermediari finanziari                                                           
  •  Regolamentazione e assetto generale di vigilanza                                                       
  •  Funzione di trasmissione della politica monetaria                                                        

2       Bisogno di investimento                                                                                                 

  • Funzione obiettivo degli investitori e asset management
  • Strumenti finanziari                                                                                           

            Strumenti di debito (depositi bancari; obbligazioni; Titoli di Stato)

            Titoli azionari                                                                                               

             Le gestioni patrimoniali                                                                                   

             I fondi comuni di investimento                                                                            

  • Mercati.1                                                                                                               

            Attività sul mercato secondario (negoziazione)                                                                      

            Gli intermediari mobiliari abilitati alla prestazione dei servizi di investimento

            Tutela dell'investitore                                                                                                      

3       Bisogni di finanziamento                                                                                                

  • Funzione obiettivo dei prenditori di fondi                                                                       
  • Fintech                                                                                                           
  • Private equity                                                                                                      
  • Mercati.2      

           Attività sul primario (collocamento: IPO e titoli di debito)

  • Gli intermediari creditizi e forme tecniche di prestito (famiglie e imprese)

4     La gestione degli intermediari bancari

  • La relazione con le Banche centrali                                                                             
  • La selezione, il monitoraggio e la gestione dei crediti
  • Il bilancio delle banche                                                                                             
  • I rischi a cui sono esposte le banche
  • La vigilanza sulle banche                                                                                                                

5       Bisogni di pagamento                                                                                              

  • Strumenti tradizionali e digitali                                                                                                                                                                                             

6     Bisogno di gestione dei rischi                                                                                       

  • Previdenza e assicurazione                                                                                    
  • Gli strumenti derivati                                                                                                

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Loris NadottiClaudio Porzio e Daniele Previati,  “Economia degli intermediari finanziari” MCGraw-Hill, ultima edizione.

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Giovedì, dalle ore 15.00, su appuntamento, tramite la piattaforma Teams. Eventuali variazioni sono indicate sulla pagina del Corso presente su Aulaweb.

Commissione d'esame

FRANCESCA QUERCI (Presidente)

LAURA NIERI

MARCO DI ANTONIO

BARBARA ALEMANNI

LEZIONI

Modalità didattiche

Modalità didattiche

Lezioni 

Analisi di casi

Testimonianze aziendali

Approfondimenti svolti dagli studenti frequentanti sulla base di consegne del docente presenti su Aulaweb

Presente su Aulaweb

Si   P  No ☐

INIZIO LEZIONI

L'insegnamento si svolge nel secondo semestre.

Come stabilito dall’Ateneo per tutti i Corsi di Laurea dell’Università di Genova, anche le lezioni di Economia degli Intermediari Finanziari (A-G) inizieranno a distanza e proseguiranno in modalità blended (alcune lezioni in presenza, altre a distanza) secondo il calendario pubblicato su Aulaweb.

Riguardo alle modalità di accesso alle aule, valgono le indicazioni comunicate dal Dipartimento. 

 

ORARI

L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile su EasyAcademy.

Vedi anche:

ECONOMIA DEGLI INTERMEDIARI FINANZIARI B A

ESAMI

Modalità d'esame

Le modalità d'esame sono descritte sulla pagina Aulaweb del Corso.

Modalità di accertamento

L’esame scritto è volto a verificare non solo l’acquisizione delle conoscenze, ma anche la capacità di utilizzarle al fine di risolvere problemi articolati o rispondere a domande non prettamente definitorie.

In particolare:

- i test a risposta multipla sono finalizzati a verificare il possesso di nozioni di base e la capacità di svolgere brevi calcoli che presuppongono la conoscenza di brevi formule;

- gli esercizi hanno lo scopo di verificare la capacità dello studente di applicare gli strumenti forniti duratne il corso per: determinare il rendimento e il rischio degli strumenti finanziari; determinare il risultato di operazioni in sttrumetni derivati; costruire operazioni in cambi; analizzare il bilancio degli intermediari finanziari; misurare l'esposizione degli intermediari finanziari ai rischi tipici che caratterizzano la loro attività.

- le domande aperte hanno l'obiettivo di verificare la capacità degli studenti di illustrare compiutamente i temi trattati dall'insegnamento.

Calendario appelli

Data Ora Luogo Tipologia Note
10/06/2021 10:00 GENOVA Scritto GLI STUDENTI SONO INVITATI A SPECIFICARE ALLA DOCENTE SE SONO "NON FREQUENTANTI", ALMENO 5 GIORNI PRIMA DELL'APPELLO, IN MODO CHE POSSA ESSERE PREDISPOSTO IL RELATIVO TESTO D'ESAME.
29/06/2021 10:00 GENOVA Scritto GLI STUDENTI SONO INVITATI A SPECIFICARE ALLA DOCENTE SE SONO "NON FREQUENTANTI", ALMENO 5 GIORNI PRIMA DELL'APPELLO, IN MODO CHE POSSA ESSERE PREDISPOSTO IL RELATIVO TESTO D'ESAME.
15/07/2021 10:00 GENOVA Scritto GLI STUDENTI SONO INVITATI A SPECIFICARE ALLA DOCENTE SE SONO "NON FREQUENTANTI", ALMENO 5 GIORNI PRIMA DELL'APPELLO, IN MODO CHE POSSA ESSERE PREDISPOSTO IL RELATIVO TESTO D'ESAME.
08/09/2021 10:00 GENOVA Scritto GLI STUDENTI SONO INVITATI A SPECIFICARE ALLA DOCENTE SE SONO "NON FREQUENTANTI", ALMENO 5 GIORNI PRIMA DELL'APPELLO, IN MODO CHE POSSA ESSERE PREDISPOSTO IL RELATIVO TESTO D'ESAME.