COSTRUZIONI IDRAULICHE

COSTRUZIONI IDRAULICHE

_
iten
Codice
80332
ANNO ACCADEMICO
2020/2021
CFU
6 cfu al 3° anno di 8715 INGEGNERIA CIVILE E AMBIENTALE (L-7) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
ICAR/02
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (INGEGNERIA CIVILE E AMBIENTALE )
periodo
2° Semestre
propedeuticita
materiale didattico

PRESENTAZIONE

Il corso si propone di fornire gli elementi di base necessari al dimensionamento delle opere idrauliche di presa, controllo e trasporto, sia a pelo libero che in pressione.
 

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Il modulo intende fornire gli elementi di base necessari alla progettazione delle opere idrauliche di presa, controllo e trasporto, sia a pelo libero che in pressione, con particolare riguardo sia agli aspetti tipicamente ingegneristico-progettuale che ai problemi di gestione della risorsa.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Gli obiettivi formativi del corso riguardano la progettazione di opere idrauliche di presa controllo e trasporto delle acque, con riferimento a:

- Applicazioni di moto vario negli impianti in pressione

- Serbatoi e infrastrutture idrauliche di servizio

- Traverse fluviali

- Condotte e gallerie

- Canali

- Scolmatori e diversori

- Sfioratori a stramazzo

- Vasche di laminazione

- Casse di espansione.

Al termine del corso l'allievo avrà acquisito la capacità di progettare e dimensionafre dal punti di vista idraulico opere di presa, controllo e trasporto della risorsa idrica.
 

PREREQUISITI

Il corso ha come pre-requisito avere acquisito i contenuti di base del corso di Idraulica 1 e 2 obbligatori al 2° anno del percorso CL3, con particolare riferimento a ll'idraulica delle correnti in moto permanente a pelo libero ed in pressione.
 

Modalità didattiche

Il corso si articola in 60 ore di didattica di cui almeno 25 di esercitazioni.

PROGRAMMA/CONTENUTO

Il dettaglio dei contenuti del corso è il seguente:

Applicazioni di moto vario negli impianti in pressione: transitori negli impianti di pompaggio e turbina, manovre di chiusura e apertura valvole, cenni sulle macchine idrauliche, transitori con casse d’aria, sistema pozzo-galleria.

Serbatoi: Cenni sulle tipologie di sbarramento – Scarichi di superficie – Scarichi di fondo – Opere di presa – Profilo delle dighe tracimabili – Dispositivi per la dissipazione dell'energia della lama idrica – Regolamenti e sicurezza.

Traverse fluviali: tipologia, portata di progetto, curve di utilizzazione, opere di presa ed opere complementari e di controllo, criteri di progetto.

Condotte e gallerie: tipologia e dimensionamento, cenno al calcolo statico.

Canali: tipologia e dimensionamento, rivestimenti.

Scolmatori e diversori – Sfioratori a stramazzo – Vasche di laminazione – Casse di espansione.
 

TESTI/BIBLIOGRAFIA

  • Hydraulic transients / Victor L. Streeter, E. Benjamin Wylie, 1967
  • Meccanica dei fluidi : principi e applicazioni idrauliche / Enrico Marchi, Antonello Rubatta, 1981
  • Costruzioni idrauliche / Arredi Filippo, 1980

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Su appuntamento

Commissione d'esame

GIORGIO BONI (Presidente)

LEZIONI

Modalità didattiche

Il corso si articola in 60 ore di didattica di cui almeno 25 di esercitazioni.

INIZIO LEZIONI

Secondo il calendario dell'anno accademico in corso, consultabile a questo indirizzo:

https://corsi.unige.it/8715/p/studenti-orario

 

ORARI

L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile su EasyAcademy.

Vedi anche:

COSTRUZIONI IDRAULICHE

ESAMI

Modalità d'esame

orale e esercitazioni scritte

 

Modalità di accertamento

Sono previste esercitazioni applicative relative ai temi principali del syllabus. Le esercitazioni, consegnate in forma scritta, saranno oggetto di discussione nel corso della prova finale. La prova finale consiste, oltre che nella discussione delle esercitazioni, in una questione a scelta del docente a cui rispondere oralmente in particolare sui temi dell'intero programma non toccati esaustivamente nelle esercitazioni. 

Il 50% della valutazione finale è basata sui risultati delle esercitazioni e il 50% sui risultati delle domande orali