SOCIOLOGIA DEL LAVORO

SOCIOLOGIA DEL LAVORO

_
iten
Codice
73177
ANNO ACCADEMICO
2020/2021
CFU
1 cfu al 2° anno di 9298 TECNICHE DELLA PREVENZIONE NELL'AMBIENTE E NEI LUOGH (L/SNT4) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
SPS/09
SEDE
GENOVA (TECNICHE DELLA PREVENZIONE NELL'AMBIENTE E NEI LUOGH)
periodo
2° Semestre
moduli
Questo insegnamento è un modulo di:
materiale didattico

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Apprendere le dinamiche psicologiche delle reazioni umane al lavoro organizzato, conoscere i principali determinanti lavorativi delle sindromi da stress e le principali malattie causate da disagio psichico in ambito lavorativo.Acquisire i concetti basilari della sociologia e conoscere i problemi sociologici inerenti al mercato del lavoro.Conoscere le basi e l'articolazione dell'organizzazione delle aziende e dei luoghi di lavoro, nonché le principali normative in materia.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

  • Apprendere i criteri fondamentali di analisi del mercato del lavoro e delle problematiche ad esso associate.
  • Apprendere i criteri di correlazione con la sociologia dell'organizzazione e con la sociologia economica.
  • Acquisire conoscenze di analisi con metodi quantitativi del mercato del lavoro e le relazioni sociali che in esso si generano.

Modalità didattiche

lezione frontale;

lezione-discussione;

brevi esercitazioni a gruppi.

PROGRAMMA/CONTENUTO

I Generalità

I.a la sociologia del lavoro : cosa è e a cosa serve

II le rivoluzioni industriali e la nasc ita dell’organizzazione del lavoro

II.a storia dell’organizzazione

II.b Le rivoluzioni industriali e loro effetto sull’organizzazione

II.c Lo sviluppo tecnologico e le sue conseguenze

II.d L’organizzazione “classica”

II.e Taylor e il taylorismo

III L’organizzazione classica del lavoro, le funzioni direttive, il potere.

III.a Fayol e i principi di direzione

III.b Weber e la burocrazia

IV La valorizzazione del fattore umano e le sue conseguenze sull’organizzazione

IV.a Critiche all’organizzazione classica

IV.b L’avvento delle relazioni umane

IV.c Le teorie motivazionali

V approccio sistemico e controllo

V.a Il sistema sociale

V.b Parsons e le organizzazioni formali

V.c Etzioni e il controllo organizzativo

V.d Approccio sistemico e sistemi aperti

VI forme e contenuti dell’organizzazione

VII individuazione e sviluppo di capacità e potenzialità

VIII Relazioni di cooperazione

VIII.a leadership e gruppi

VIII.b modalità e difficoltà nella collaborazione

IX Criteri, processi e obiettivi di miglioramento continuo

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Materiale didattico fornito dal docente

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Nei giorni delle lezioni programmate, al termine delle stesse e previa appuntamento (paolo.bisio.1960@gmail.com – per urgenze 338-8082786)

LEZIONI

Modalità didattiche

lezione frontale;

lezione-discussione;

brevi esercitazioni a gruppi.

INIZIO LEZIONI

secondo semestre

ESAMI

Modalità d'esame

È previsto una esame finale scritto, strutturato mediante test a risposta multipla

Modalità di accertamento

La modalità di esame individuata è ritenuta la più adatta al campo di studi, garantendo al discente il tempo necessario alla corretta comprensione dei problemi posti e consentendo di ponderare le risposte sia dal punto di vista tecnico che concettuale.

ALTRE INFORMAZIONI

A prescindere dall’obbligatorietà della frequenza definita dalla tipologia di corso, la partecipazione attenta ed attiva alle lezioni è da ritenere requisito necessario ai fini della comprensione degli argomenti.