PSICOLOGIA DELLO SVILUPPO

PSICOLOGIA DELLO SVILUPPO

_
iten
Codice
65475
ANNO ACCADEMICO
2020/2021
CFU
1 cfu al 1° anno di 9282 LOGOPEDIA (L/SNT2) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
M-PSI/04
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (LOGOPEDIA)
periodo
2° Semestre
moduli
Questo insegnamento è un modulo di:
materiale didattico

PRESENTAZIONE

Il modulo “Psicologia dello sviluppo” all’interno dell’insegnamento propedeutica
logopedica affronterà il tema dello sviluppo del linguaggio nella prima infanzia
nei bambini a sviluppo tipico e atipico.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Approfondire il tema dello sviluppo del linguaggio mettendolo in relazione con
le strategie di stimolazione e di intervento rivolte alla prima infanzia.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Il corso si propone i seguenti obiettivi formativi:

- fornire le basi per la conoscenza dello sviluppo linguistico tipico e atipico;

- offrire esemplificazioni sulle modalità di intervento nei ritardi di linguaggio di varia natura.

Ci si attende che gli studenti conoscano le principali tappe dello sviluppo linguistico, con particolare riferimento alle età precoci e che sappiano riconoscere le proposte più idonee a stimolare lo sviluppo linguistico nel rispetto delle caratteristiche tipiche di ogni fascia d'età.

 

 

Modalità didattiche

Il corso prevede l'alternarsi di brevi spiegazioni teoriche, seguite da esemplificazioni e da discussioni in gruppo. 

Nella seconda metà del corso gli studenti/le studentesse metteranno in pratica alcune proposte, dopo un periodo di familiarizzazione tramite letture e visione di filmati, che farà parte del lavoro individuale propedeutico all'esame.

PROGRAMMA/CONTENUTO

Il corso si articolerà nei seguenti punti:

- Come si impara a parlare

- Le tappe dello sviluppo tipico

- Profili di sviluppo in situazione di difficoltà e disturbi del linguaggio

- Il primo programma del metodo Drežančić 

 

 

TESTI/BIBLIOGRAFIA

S. D'Amico, A. Devescovi, Comunicazione e linguaggio nei bambini. Carocci collana Bussole, Roma, Nuova Edizione 2013 (parti indicate a lezione).

Basili, C. Lanzara, M. Zanobini, Il metodo Drežančić nei bambini dai primi mesi di vita ai tre anni. Guida all’utilizzo delle prime stimolazioni, dei giochi fonici e dei primi vocaboli, Giunti O.S., Firenze, 2011.

 

 

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: La docente riceve su appuntamento via teams fino al perdurare dell'emergenza. Martedì, ore 10-12, presso Disfor IV piano, appena possibile il ricevimento in presenza.

Commissione d'esame

ELISA PELOSIN (Presidente)

ANNAMARIA BAGNASCO

MIRELLA ZANOBINI

GRAZIA MARIA SANTORO

LEZIONI

Modalità didattiche

Il corso prevede l'alternarsi di brevi spiegazioni teoriche, seguite da esemplificazioni e da discussioni in gruppo. 

Nella seconda metà del corso gli studenti/le studentesse metteranno in pratica alcune proposte, dopo un periodo di familiarizzazione tramite letture e visione di filmati, che farà parte del lavoro individuale propedeutico all'esame.

INIZIO LEZIONI

marzo 2021

ESAMI

Modalità d'esame

L'esame si svolgerà in forma orale

Modalità di accertamento

L'accertamento avverrà attraverso domande aperte e domande a risposta sintetica. Inoltre verrà richiesto di esemplificare una strategia di intervento in rapporto a specifiche difficoltà e/o fasce d'età.

ALTRE INFORMAZIONI

Si invitano tutti gli studenti/le studentesse a consultare periodicamente la pagina di questo insegnamento sul portale dell’e-learning AulaWeb (raggiungibile dal sito di Ateneo o all’indirizzo: www.aulaweb.unige.it). Tutte le informazioni e i materiali relativi a questo insegnamento sono pubblicate esclusivamente in tale sito.

Si consigliano gli studenti con certificazione di DSA, di disabilità o di altri bisogni educativi speciali di contattare la docente all’inizio del corso per concordare modalità didattiche e d’esame che, nel rispetto degli obiettivi dell’insegnamento, tengano conto delle modalità di apprendimento individuali e forniscano idonei strumenti compensativi.

Le richieste di tesi vanno effettuate a ricevimento o su appuntamento. Non si assegnano tesi via mail.

Le aree tematiche per le tesi possono riguardare tutti gli argomenti del corso. Gli studenti sono invitati a presentarsi con una proposta specifica corredata da bibliografia.

​Eventuali spostamenti negli orari delle lezioni o di ricevimento dovuti a cause di forza maggiore saranno comunicati su aulaweb.