SCIENZE MEDICHE I

SCIENZE MEDICHE I

_
iten
Codice
67345
ANNO ACCADEMICO
2020/2021
CFU
8 cfu al 2° anno di 9284 PODOLOGIA (L/SNT2) GENOVA
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (PODOLOGIA)
propedeuticita
materiale didattico

PRESENTAZIONE

Il corso si basa su 8 moduli di didattica inerenti l'endocrinologia, la reumatologia, le malattie infettive, le malattie dell'apparato cardiovascolare, la geriatria, la dermatologia e malattie veneree, la dermatologia in podologia e la patologia clinica. Scopo del corso è fornire una visione panaramica dei principali aspetti clinico-diagnostici e dei quadri patologici di interesse podologico.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Conoscere le principali patologie endocrinologiche e metaboliche (tiroide, paratiroidi, surrene, pancreas). Conoscere le principali malattie reumatiche con coinvolgimento connettivale, articolare e osseo. Conoscere le infezioni, batteriche e virali, le possibilità di trasmissione e il loro trattamento. Approfondire le conoscenze della patologia dell’appartato cardio-vascolare e apprendere le tecniche d’indagine strumentale delle vasculopatie periferiche. Conoscere gli aspetti demografici ed epidemiologici delle geriatria, l’invecchiamento fisiologico e le grandi sindromi geriatriche. Apprendere i fondamenti delle affezioni cutanee del piede con particolare riguardo alle onicopatie e alle onico.micosi. Conoscere le basi della medicina di laboratorio, i prelievi di sangue, gli esami di base e i valori di riferimento.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Modulo di Endocrinologia - Approfondire le conoscenze fondamentali di anatomia-fisiologia, embriologia del sistema endocrino e metabolico, di biochimica degli ormoni e del metabolismo intermedio, di genetica, dei meccanismi che determinano lo sviluppo delle malattie endocrine, andrologiche e metaboliche e la patogenesi delle complicanze.

Modulo di Reumatologia - Apprezzare le differenze tra malattie articolari infiammatorie e degenerative, di riconoscere le principali malattie reumatiche. Comprendere il ruolo dell’attività fisica e motoria nella prevenzione e nel trattamento dellediverse malattie reumatologiche. Conoscere le principali malattie reumatiche con coinvolgimento connettivale, articolare e osseo ad  interessamento del piede.

Modulo di Malattie Infettive - Conoscere in modo sistematico le più importanti malattie infettive e tropicali batteriche, virali, parassitarie e fungine sotto l'aspetto eziopatogenetico. Acquisire la capacità di integrare dati anamnestici, sintomi, segni obiettivi ed alterazioni funzionali di ciascuna malattia infettiva con il percorso diagnostico clinico, strumentale e di laboratorio. Conoscere le infezioni, batteriche e virali, le possibilità di trasmissione e il loro trattamento. I quadri clinici del piede infetto: acquisire le nozioni di clinica e in particolare l’approccio al paziente con problemi di piede infetto.

Modulo di Malattie dell'Apparato Cardiovascolare -  Acquisire conoscenze teoriche, scientifiche e professionali nel campo della fisiopatologia, clinica e terapia delle malattie cardiovascolari comprendenti anche le cardiopatie congenite. Sono specifici ambiti di competenza la fisiopatologia e clinica dell'apparato cardiovascolare, la semeiotica funzionale e strumentale, la metodologia clinica, comprese le metodologie comportamentali nelle sindromi acute e in situazioni di emergenza-urgenza, la diagnostica strumentale invasiva e non invasiva, la terapia farmacologica ed interventistica, nonché gli interventi di prevenzione primaria e i programmi riabilitativooccupazionali. Approfondire le conoscenze della patologia dell’apparato cardio-vascolare e apprendere le tecniche d’indagine strumentale delle vasculopatie periferiche.

Modulo di Geriatria -  Acquisire le nozioni fondamentali di fisiologia umana e le principali modificazioni di organi ed apparati che si sviluppano con la senescenza; è in grado di riconoscere tali alterazioni nella pratica clinica, di impostare, quando necessario, un adeguato trattamento terapeutico; saper interpretare adeguatamente le indagini necessarie a porre una corretta diagnosi; saper indirizzare il paziente verso lo specialista di riferimento. Conoscere i principali organi e apparati . Conoscere gli aspetti demografici ed epidemiologici delle geriatria, l’invecchiamento fisiologico e le grandi sindromi geriatriche.

Modulo di Dermatologia e Malattie Veneree - Acquisire familiarità con le comuni tecniche di diagnostica ambulatorialecon capacità di decidere l'approccio laboratoristico/strumentale più idoneo per il singolo paziente. Conoscere: 1) le nozioni basilari relative all'istologia della cute e degli annessi cutanei; 2) le basi fisiologiche e fisiopatologiche della cute e degli annessi cutanei, con particolare riferimento alla cute intesa come organo e struttura complessa; 3) i meccanismi delle alterazioni fisiopatologiche generali che comportino manifestazioni cutanee; 4) le principali patologie internistiche multidisciplinari in cui il Podologo può rivestire un ruolo chiave nella diagnosi o nella gestione comune del paziente; 5) le nozioni radiologiche di base e, in modo approfondito, la stadiazione strumentale delle neoplasie cutanee e gli aspetti radiologici associati alle malattie dermatologiche infiammatorie o degenerative; 6) le nozioni di base relative agli aspetti delle patologie sistemiche con coinvolgimento dermatologico (LES, sclerodermia).

Modulo di Dermatologia in Podologia - Apprendere i fondamenti delle affezioni cutanee del piede con particolare riguardo alle onicopatie e alle onico.micosi. Apprendere i fondamenti delle affezioni cutanee del piede e degli annessi, con particolare riguardo alle patologie di interesse podologico. Conoscere le tecniche di ricostruzione cutanea (innesti liberi e peduncolati, reverdin, trapianti e colture in laboratorio di cute), e approfondire quelle di chirurgia minore (onicocriptosi, verruca, etc.).

Modulo di patologia Clinica - Conoscere i concetti della patologia clinica generale (accuratezza e precisione, sensibilità e specificità diagnostica, sensibilità e specificità metodologica, valore predittivo positivo e negativo, range di normalità, livelli decisionali). Conoscere i principali test di analisi riguardanti le patologie infiammatoire, i danni cellulari e le neoplasie, con i loro principali usi e significati

PREREQUISITI

Sono prerequisiti del corso conoscenze di base di biologia, istologia, anatomia, fisiologia, biochimica e patologia generale

Modalità didattiche

Le lezioni vengono svolte in modo frontale con l'ausilio di set di diapositive esplicative dei quadri trattati. Viene favorita la discussione e la partecipazione attiva degli studenti durante le lezioni con esempi tratti dalla pratica clinica cui possono avere avuto accesso durante le attività di tirocinio. Il materiale didattico utilizzato durante le lezioni viene fornito agli studenti a complemento dei testi consigliati.

A seconda delle condizioni sanitarie del nostro paese, le lezionni potranno essere erogate online, preferenzialmente in diretta streaming

PROGRAMMA/CONTENUTO

Programma di Endocrinologia - 1) Introduzione alla endocrinologia; 2) Malattie ipotalamo ipofisarie; 3) Ipo e ipertiroidismi; 4)  Diabete di tipo 1 e complicanze; 5) Diabete di tipo 2 e complicanze.

Programma di Reumatologia - 1) Osteoartrosi primitiva e secondaria. 2) Osteoporosi sistemica e distrettuale. 3) Artrite reumatoide. 4) Artrite psoriasica. 5) Artrite settica. 6) Artriti microcristalline. 7) Connettivi: cenni introduttivi. 8) Fenomeno di Raynaud. 9) Sclerodermia. 10) Polimialgia reumatica. 11) Reumatismo articolare acuto. 12) Reumatismi articolari. 13) Malattia di Paget. 14) Fibromialgia.

Programma di Malattie Infettive - 1) Le principali infezioni gastrointestinali. 2) Le  principali infezioni respiratorie. 3) Le infezioni urinarie. 4) Le infezioni da virus epatici a trasmissione parenterale. 5) Le infezioni da virus epatici a trasmissione oro-fecale. 6) Le infezioni nosocomiali. 7) Le infezioni da virus HIV. 8) Le infezioni più comuni in ambito ortopedico. 9) Le infezioni del piede diabetico. 10) Encefaliti e meningiti. 11) Infezioni dei tessuti molli. 12) Infezioni di protesi. 13) Osteomieliti.

Programma di Malattie dell'Apparato Cardiovascolare -  1) Cardipatia ischemica acuta (Infarto miocardico e angina instabile):  Fisiopatologia; Quadri clinici; Cenni di diagnosi e terapia. 2) Cardiopatia ischemica cronica: Fisiopatologia; Quadri clinici; Cenni di diagnosi e terapia. 3) Insufficienza cardiaca acuta: Fisiopatologia; Quadri clinici; Cenni di diagnosi e terapia. 4) Insufficienza cardiaca cronica: Fisiopatologia; Quadri clinici; Cenni di diagnosi e terapia. 5) Principali valvulopatie e fattori di rischio cardiovascolari: Cenni di eziopatologia e quadri clinici delle principali valvulopatie; Nozioni generali sui fattori di rischio cardiovascolari.

Programma di Geriatria - 1) Aspetti demografici ed epidemiologici. 2) Ruolo della geriatria nell’organizzazione sanitaria. 3) Invecchiamento fisiologico: modificazioni età-dipendenti dei vari organi ed apparati. 4) Alterazioni età-dipendenti del controllo omeostatico. 5) Le condizioni di fragilità. 6) Le caratteristiche del paziente geriatrico: multipatologia, rischio iatrogeno, rischio di non-autosufficienza. 6) Valutazione multidimensionale geriatria. 7) Gestione della cronicità. 8) Strumenti valutativi per ADI e RSA. 9) Le principali malattie ed urgenze geriatriche: ifezioni acute, ipertensione arteriosa, diabete mellito, scompenso cardio-circolatorio, insufficienza respiratoria, insufficienza renale, processi tromboembolici,accidenti cerebrovascolari acuti, delirium. 10) Le grandi sindromi geriatriche:osteoporosi, cadute e fratture, disturbi dell’equilibrio idro-elettroloitico e delle termoregolazione,la malnutrizione, vertigini e sincope, sindrome da immobilizzazione, piaghe da decubito. 11) La medicina riabilitativa: valutazione funzionale, riabilitazione in varie patologie geriatriche, terapia occupazionale.

Programma di Dermatologia - 1) Anatomia della cute: Caratteri macroscopici e microscopici della cute. L'unità pilosebacea: il pelo; la ghiandola sebacea; la ghiandola sudoripara apocrina. Le ghiandole sudoripare eccrine. L’apparato ungueale. Vascolarizzazione della cute. Innervazione della cute. 2) Le lesioni elementari: Lesioni elementari primitive. Lesioni elementari secondarie. Lesioni elementari patognomoniche. 3) Dermatosi eczematose: Dermatite atopica. Dermatite irritativa da contatto (DIC). Dermatite allergica da contatto (DAC). 4) Dermatosi virali: Herpes simplex. Herpes zoster. Verruche volgari. Mollusco contagioso. 5) Parassitosi: Scabbia. Pediculosi. Ftiriasi. Patologia cutanee acquatiche da agenti biotici. 6) Dermatosi batteriche: Impetigine bollosa. Piodermiti superficiali e profonde. 7) Micosi cutanee superficiali: Micosi cutanee da dermatofiti e da candida. Micosi ungueali. 8) Ipercheratosi del piede acquisite e congenite. 9) Malattie immunomediate: Psoriasi. Lichen ruber planus. 10) Tumori cutanei: Malattia di Bowen. Epitelioma basocellulare. Epitelioma spinocellulare. Melanoma.

Programma di  Patologia clinica generale: concetti di accuratezza e precisione, sensibilità e specificità diagnostica, sensibilità e specificità metodologica, valore predittivo positivo e negativo, range di normalità, livelli decisionali. Patologia clinica speciale: marcatori di infiammazione (proteine di fase acuta e leucocitosi); marcatori di danno tissutale; markers tumorali.

 

 

TESTI/BIBLIOGRAFIA

RIFERIRSI ALLE INDICAZIONI DATE NELLE SCHEDE INSEGNAMENTO DELLE SIINGOLE DISCIPLINE

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Su appuntamento. Mail: de-maria@unige.it     

Ricevimento: carmen.pizzorni@unige.it 010/3538669

Ricevimento: Per appuntamenti, contattare il Docente via mail all'indirizzo: Nicola.Traverso@unige.it. Lo studio del docente è situato nella Sezione di Patologia generale del DIMES, Via Leon Battista Alberti 2, I piano, 16132 Genova

Commissione d'esame

CARMEN PIZZORNI

GIAN MARCO ROSA

RENZO CORDERA

MONICA PIZZONIA

ANDREA DE MARIA

EMANUELE CLAUDIO COZZANI

NICOLA TRAVERSO

LEZIONI

Modalità didattiche

Le lezioni vengono svolte in modo frontale con l'ausilio di set di diapositive esplicative dei quadri trattati. Viene favorita la discussione e la partecipazione attiva degli studenti durante le lezioni con esempi tratti dalla pratica clinica cui possono avere avuto accesso durante le attività di tirocinio. Il materiale didattico utilizzato durante le lezioni viene fornito agli studenti a complemento dei testi consigliati.

A seconda delle condizioni sanitarie del nostro paese, le lezionni potranno essere erogate online, preferenzialmente in diretta streaming

INIZIO LEZIONI

Le lezioni iniziano ad ottobre (in genere seconda metà del mese).

ESAMI

Modalità d'esame

L'esame si svolge con modalità di test con domande a risposta multipla. Vengono somministrate una media di 64 domande (8 per ciascun modulo) ciascuna delle quali con un minimo di 3 ed un massimo di 5 risposte, di cui gli studenti devono scegliere la migliore (più accurata, più completa, senza imperfezioni). Il voto complessivo è dato dalla somma delle risposte giuste, riaggiustato in trentesimi. Non si applicano penalizzazioni per le risposte sbagliate o per i campi non compilati. L'esame è superato solo se il voto risultante è uguale o maggiore di 18 E se almeno 3 rispote sono giuste per ciascuna disciplina. I candidati hanno 60 minuti di tempo per concludere l'elaborato.

A seconda delle condizioni sanitarie del nostro paese, il test potrà essere somministrato online in diretta.

Modalità di accertamento

Le modalità di accertamento della preparazione del candidato con test costituiti da domande a risposta multipla ha diverse ragioni:

- il corso integrato è costituito da 8 moduli diversi gestiti da docenti diversi e con tematiche diverse e solo parzialmente sovrapponibili. Ne nasce l'esigenza di accertare la preparazione del candidato per ciascuno dei moduli e su diversi argomenti trattati nel modulo. La modalità di accertamento più efficace in tal senso risulta il test con domande a risposta multipla.

- il test con domande a risposta multipla rappresenta uno strumento di valutazione obbiettivo, equanime nei confronti degli studenti e scevro da problematiche correlabili a stress o ansia del candidato che si possono manifestare nella prova orale.

- i numerosi impegni del corpo docente rendono difficoltoso la costituzione di una commissione d'esame in cui tutti siano costantemente presenti. Il test con domande a risposta multipla consente di esplorare la preparazione del candidato su tutti i moduli anche in assenza del docente di riferimento.

Il candidato per ottenere il superamento dell'esame dovrà  rispondere correttamente ad almeno 3 domande di ciascun modulo ed ottenerere un voto riportato in trentesimi pari ad almeno 18.