PEDIATRIA GENERALE E SPECIALISTICA

PEDIATRIA GENERALE E SPECIALISTICA

_
iten
Ultimo aggiornamento 02/07/2020 11:30
Codice
68087
ANNO ACCADEMICO
2020/2021
CFU
1 cfu al 3° anno di 9277 INFERMIERISTICA PEDIATRICA (L/SNT1) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
MED/38
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (INFERMIERISTICA PEDIATRICA)
periodo
2° Semestre
moduli
Questo insegnamento è un modulo di:
materiale didattico

PRESENTAZIONE

Il corso presentato in due lezioni ha lo scopo di fornire gli strumenti per riconoscere i segni di allarme delle principali condizioni endocrinologiche di emergenza pediatrica. Vengono fornite indicazioni generali (eziologia, segni e sintomi, diagnosi, terapia) e specifiche al personale infermieristico  in modo da orientare le priorità di azione nel percorso di assistenza collaborativo. Le emergenze vengono presentate suddivise in base alla pertinenza diabetologica ed endocrinologica. 

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Conoscere i principi per la gestione delle situazioni cliniche di emergenza e urgenza, applicando i necessari interventi di primo soccorso.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Diabete:

Obiettivi formativi: fornire nozioni di base sulla fisiopatologia del diabete, sulla diagnosi differenziale dei possibili segni e sintomi associati e sulle emergenze in diabetologia: chetoacidosi diabetica, Ipoglicemia, edema cerebrale. Principi di diagnosi e di terapia in base al grado di severità della chetoacidosi e dell’ipoglicemia.  Condivisione del percorso assistenziale collaborativo dell’Istituto Gaslini nella sua gestione.

Risultati di apprendimento attesi: riconoscimento dei sintomi di allarme orientativi di diabete, ipoglicemia ed edema cerebrale in paziente diabetico; gestione del paziente diabetico all’esordio e nel follow-up. 

 

Endocrinologia:

  1. Insufficienza surrenalica:

Obiettivi formativi: diagnosi differenziale tra forma primaria e secondaria; sospettare un’astinenza da terapia steroidea;  ricercare e riconoscere segni e sintomi di allarme;  terapia in emergenza; temporizzazione e manipolazione di campioni ematici necessari per la diagnosi; esempio di caso clinico.

Risultati di apprendimento attesi: riconoscere  sintomi di allarme orientativi di insufficienza surrenalica in particolare in condizioni specifiche di rischio (forme iatrogene, forme centrali, neonati..); orientarsi sui cardini di diagnosi e terapia.

2.  Ipopituitarismo acuto:

Obiettivi formativi: fornire indicazione sulle tropine ipofisarie potenzialmente coinvolte e sulla loro gerarchia di interessamento; sospettare in base all’anamnesi (trauma, emorragia, altro);  ricercare e riconoscere segni e sintomi di allarme;  diagnosi differenziale.

Risultati di apprendimento attesi: riconoscere i sintomi di allarme orientativi di un possibile ipopituitarismo acuto in condizioni specifiche di rischio (post trauma, emorragia, tumore cerebrale…); orientarsi sui cardini di diagnosi e terapia.

3. Tireotossicosi

Obiettivi formativi: sospettare una tireotossicosi in un neonato o nel bambino; ricercare e riconoscere segni e sintomi di allarme;  terapia in emergenza; esempio di caso clinico.

Risultati di apprendimento attesi: riconoscere i sintomi di allarme orientativi di tireotossicosi; orientarsi sui cardini di diagnosi e terapia.

4. Ipocalcemia

Obiettivi formativi: fornire nozioni di base sulla fisiologia del calcio per riconoscere i sintomi e segni dell’ipocalcemia associata oppure no a rachitismo e chiarirne la diagnostica biochimica; sospettare la carenza di vitamina D; riconoscere segni e sintomi di allarme;  terapia in emergenza; manipolazione di campioni ematici e urinari necessari per la diagnosi.

Risultati di apprendimento attesi: riconoscere  sintomi di allarme orientativi di ipocalcemia in particolare in condizioni specifiche di rischio (rachitismi, sindromi, forme iatrogene, nel neonato e nel bambino più grande); orientamento sui cardini di diagnosi e terapia. 

5. Osteoporosi

Obiettivi formativi: fornire nozioni di base sulla definizione di osteoporosi in pediatria con particolare menzione alle fratture da fragilità in forme primarie e in particolare secondarie. Cenni sulle tecniche densitometriche per la diagnosi.

Risultati di apprendimento attesi: sospettare crash vertebrali in specifiche condizioni di rischio. Riconoscere le indicazioni per una densitometria ossea (DXA).

6. Iponatriemia

Obiettivi formativi: fornire nozioni di base sulla fisiologia dell’osmoregolazione e dell’iponatriemia; diagnosi differenziale tra iponatriemia normovolemica, ipervolemica (esmpio SIADH) e ipovolemica (esempio CSWS)  con particolare attenzione a segni e sintomi di allarme; gestione del BUL e interpretazione in diverse condizioni di iponatriemia. Cenni di diagnosi e terapia. Le soluzioni idroelettrolitiche. Esempi di casi clinici.

Risultati di apprendimento attesi: riconoscere i sintomi di allarme orientativi di iponatriemia ipervolemica e ipovolemica. Gestire il BUL e applicare nozioni base di interpretazione dello stesso nell’ambito di un percorso assistenziale collaborativo. Riconoscere il valore della Soluzione Fisiologica allo 0.9% e delle soluzioni ipertoniche  e loro differenza. Applicare le regole fornite per la gestione dell’iponatriemia.

Modalità didattiche

Lezioni frontali interattive

PROGRAMMA/CONTENUTO

Emergenze Endocrine nel diabete ed in endocrinologia pediatrica

TESTI/BIBLIOGRAFIA

 Il materiale presentato viene consegnato direttamente ai discenti nelle date di esecuzione del corso. Bibliografia inserita all’interno delle presentazioni alle singole voci precedentemente specificate.

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Appuntamento da richiedere via email all’indirizzo natasciadiiorgi@gaslini.org  

Commissione d'esame

LAURA FORNONI (Presidente)

ENRICO EUGENIO VERRINA

ROSANNA VIACAVA

ALESSANDRO SIMONINI

GIROLAMO MATTIOLI

LUIGI ROBBIANO

MARTA COSTA

NATASCIA DI IORGI (Presidente e Coordinatore di corso integrato)

LEZIONI

Modalità didattiche

Lezioni frontali interattive

INIZIO LEZIONI

II semestre, da Aprile 2019

ORARI

L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile su EasyAcademy.

ESAMI

Modalità d'esame

 Orale; riconoscimento e gestione di casi clinici

Modalità di accertamento

 Con la modalità d’esame scelta si  verificano le capacità di inquadramento delle emergenze endocrine e  il riconoscimento del ruolo infermieristico in equipe; le conoscenze delle patologie endocrine affrontate. Il caso clinico consente di destrutturare la risposta in parte teorica e pratica.