TECNICHE ECOGRAFICHE

TECNICHE ECOGRAFICHE

_
iten
Ultimo aggiornamento 02/07/2020 11:24
Codice
73051
ANNO ACCADEMICO
2020/2021
CFU
1 cfu al 2° anno di 9294 TECNICHE DI RADIOLOGIA MEDICA, PER IMMAGINI E RADIOT (L/SNT3) GENOVA
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (TECNICHE DI RADIOLOGIA MEDICA, PER IMMAGINI E RADIOT)
periodo
1° Semestre
moduli
materiale didattico

PRESENTAZIONE

Il seminario ha come tematica principale l'Eco-color-doppler transcranico (TCCD), metodica diagnostica non invasiva, che utilizza gli ultrasuoni emessi tramite  una sonda settoriale e permette lo studio del parenchima cerebrale e dei principali vasi arteriosi e venosi cerebrali.

In questo seminario sarà presentata la metodologia di studio del TCCD nei quadri fisiologici e patologici del distretto vascolare cerebrale.

 

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Al termine del Seminario lo studente dovrà:

-conoscere in modo approfondito l'anatomia e fisiologia dei vasi arteriosi e venosi del circolo intracranico, dimostrando di aver compreso i rapporti anatomici con le altre strutture cerebrali e l'emodinamica del flusso cerebrale.

-conoscere i limiti tecnici e anatomici della metodica;

-riconoscere gli artefatti;

-conoscere e gestire le caratteristiche tecniche e fisiche della sonda impiegata nel TCCD, conocscere i fodamenti fisici degli ultrasuoni; essere in grado di gestire ed impostare i parametri tecnici di  registrazione con particolare riferimento: Potenza degli ultrasuoni idonea all'applicazione, Pulse Ripetion Frequency (PRF), Common Frequency mode (CFM),Time Gain Compensation (TGM), angolo coseno di lavoro.

- Essere in grado di reperire le finestre acustiche ossee (Temporale, Occipitale, Orbitaria, Sottomandibolare).

Tramite ogni finestra  deve acquisire la capacità d'individuare le principali arterie-vene e comprendere le  tecniche d'esplorazione e comprensione  dei dati estrapolati dall'analisi spettrali dei flussi ematici ed ecografici. 1)Finestra Temporale: arteria cerebrale media, arteria cerebrale anteriore, arteria cerebrale comunicante anteriore e posteriore, arteria cerebrale posteriore; vene profonde. 2) Finestra sub Occipitale: arteria vertebrale dx e sn e arteria basilare; 3) Finestra Orbitaria: sifone carotideo e arteria oftalmica.

Conoscere le principali applicazioni cliniche del TCCD: Vasoreattivita’ Cerebrale,Forame Ovale Pervio,Stenosi dei vasi Intracranici,Monitoraggi ( Vasospasmo nell’ Esa   - Endarterectomia  Carotidea,  Stent carotideo e   altre procedure endovascolari ,  Interventi In Circolazione Extracorporea, - Ipertensione endocranica);    - Morte Cerebrale, Sickle Cells Anemia,   - Ictus Ischemico Acuto (e Trombolisi),   - Embolia Asintomatica.

Riconoscere i principali quadri patologici  e reperire dati oggettivi con valutazioni velocimetriche e misurazioni ecografiche  in applicazione delle line guida correnti (% di stenosi, analisi spettrale con calcolo della massima velocità al picco sistolica (PSV) e di fine diastolica (EDV) intergali di flusso (FVI), calcolo dell'Indice di Resistenza, Indice di asimmetria, Indice di Pulsatilità).

Modalità didattiche

L'insegnamento si compone in lezioni frontali suddiviso in quattro parti e per un totale di 8 ore.

Le lezioni saranno tenute dal prof. Vincenzo Primerano (docente a contratto)

PROGRAMMA/CONTENUTO

 

       Anatomia del circolo arterioso -venoso intracranico

  1. Le Sonde Ecografiche in uso

  2. Le finestre acustiche (occipitale, temporale, sottomandibolare, orbitaria)

  3. Tecniche d’insonorizzazione delle arterie cerebrali medie, anteriori, posteriori, vertebrali , basilare e vene profonde

  4. Analisi spettrale dei principali vasi intracranici

  5. Indice di Resistenza, Indice di pulsatilità, Indice di Asimmetria

  6. Impostazione dei parametri ecografici e Doppler (PW e CW)

  7. Vantaggi del TCCD

  8. Limiti del TCCD/artefatti

  9. Indicazioni ed impiego clinico del TCCD

  10. La valutazione della stenosi intracranica

  11. Il vasospasmo

  12. Il TCCD nell’accertamento di morte cerebrale

  13. Casi clicnici e discussione consuntiva

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Tutte  le slides utilizzate durante  le lezioni e altro materiale didattico saranno consegnati alla prima lezione. In generale, gli appunti presi durante le lezioni e il materiale consegnato  sono sufficienti per la preparazione dell'esame.

DOCENTI E COMMISSIONI

Commissione d'esame

SIMONA CROSETTI (Presidente)

FEDERICO MASSONE

ADRIANA ORLANDO

MASSIMO GIAN ANDREA GIANNONI

ENNIO BISCALDI

GEROLAMA BUCONTE

VINCENZO PRIMERANO

ALESSANDRO GARLASCHI (Presidente e Coordinatore di corso integrato)

LEZIONI

Modalità didattiche

L'insegnamento si compone in lezioni frontali suddiviso in quattro parti e per un totale di 8 ore.

Le lezioni saranno tenute dal prof. Vincenzo Primerano (docente a contratto)

INIZIO LEZIONI

Dal 4 ottobre 2016

ORARI

L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile su EasyAcademy.

ESAMI

Modalità d'esame

Orale

Modalità di accertamento

L’esame  verterà principalmente sugli argomenti trattati durante le lezioni frontali e avrà lo scopo di valutare non soltanto se lo studente ha raggiunto un livello adeguato di conoscenze, ma se ha acquisito la capacità di analizzare ed identificare  i singoli vasi e di essere in grado di reperire  eventuali patologie a carico del distretto vascolare e di applicare idonee metodiche tecnico diagnostiche atte a misurare e documentare la patologia riscontrata.