PSICOLOGIA DEI GRUPPI E PROMOZIONE DEL BENESSERE

PSICOLOGIA DEI GRUPPI E PROMOZIONE DEL BENESSERE

_
iten
Codice
98306
ANNO ACCADEMICO
2020/2021
CFU
6 cfu al 2° anno di 10841 SCIENZE DELL'EDUCAZIONE E DELLA FORMAZIONE (L-19) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
M-PSI/05
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (SCIENZE DELL'EDUCAZIONE E DELLA FORMAZIONE )
periodo
2° Semestre
propedeuticita
materiale didattico

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Il corso intende fornire le conoscenze teoriche e metodologiche della psicologia dei gruppi in ottica psicosociale con particolare riferimento alle strategie di ricerca e di intervento per lo sviluppo e la promozione del benessere nei contesti educativi della prima infanzia. In particolare si vuole favorire lo sviluppo della capacità di lettura e gestione delle dinamiche di gruppo, del senso critico e della capacità di affrontare le sfide poste dalla promozione del benessere sia a livello individuale, sia a livello di gruppo, attraverso la progettazione di interventi specifici. Il corso, inoltre, si propone di fornire competenze metodologiche qualitative utili per l’analisi delle dinamiche di gruppo nei contesti educativi.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

In particolare, l’insegnamento si propone, in una prima parte, di fornire agli studenti nozioni di base della psicologia dei gruppi mentre nella seconda parte l’insegnamento si focalizza sulla promozione del benessere a livello individuale e di gruppo.

Lo studio individuale, la frequenza e la partecipazione alle attività formative proposte consentiranno allo studente di:

acquisire una sufficiente conoscenza teorica e metodologica della psicologia dei gruppi e della promozione del benessere.

applicare le conoscenze acquisite e di comprendere e risolvere problemi riferiti all'utilizzo dimensione gruppale in ambito lavorativo  e per la promozione del benessere.

saper utilizzare sia sul piano concettuale che su quello operativo le conoscenze acquisite con autonoma capacità di valutazione e con abilità nei diversi contesti applicativi.

acquisire il linguaggio tecnico tipico della disciplina per comunicare in modo chiaro e senza ambiguità con interlocutori specialisti e non specialisti.

sviluppare adeguate capacità di apprendimento che consentano loro di continuare ad approfondire in modo autonomo le principali tematiche della disciplina soprattutto nei contesti lavorativi in cui si troveranno ad operare.

Modalità didattiche

L’insegnamento si compone di lezioni frontali, per un totale di 36 ore (pari a 6 CFU), nel corso delle quali verranno presentati i principali aspetti teorici legati alla psicologia dei gruppi, al gruppo di lavoro e alla promozione del benessere in ambito lavorativo. Sperimentando tali aspetti anche attraverso metodi attivi quali esercitazioni pratiche e studio di casi. Settimanalmente verranno inseriti su Aulaweb le slide presentate a lezione e occasionalmente verranno inseriti materiali che diverranno oggetto di discussione e confronto nelle lezioni successive. Gli studenti e le studentesse potranno, inoltre, proporre al gruppo classe materiali significativi (letterari o filmici) che diventeranno oggetto di riflessione sulle tematiche oggetto del corso.

Inoltre, potranno essere invitati a lezione professionisti che utilizzano il gruppo come strumento di lavoro al fine di approfondire le tematiche dal punto vista pratico-esperienziale e di consentire agli studenti di acquisire maggiore consapevolezza della dimensione applicativa delle diverse tipologie di gruppo.

Si invitano gli studenti con certificazione di DSA, di disabilità o di altri bisogni educativi speciali, di contattare la docente all’inizio del corso per concordare modalità didattiche e d’esame che, nel rispetto degli obiettivi dell’insegnamento, tengano conto delle modalità di apprendimento individuali e forniscano idonei strumenti compensativi.

Si invitano gli studenti Erasmus a contattare la docente  all’inizio del corso per concordare modalità didattiche e d’esame che, nel rispetto degli obiettivi dell’insegnamento, tengano conto del loro specifico percorso.

PROGRAMMA/CONTENUTO

Il corso affronterà i seguenti contenuti:

-I gruppi nella prospettiva della psicologia sociale

- I processi di socializzazione e di sviluppo dei gruppi

- I fenomeni dinamici della vita di gruppo

- Le principali teoria sulla leadership

- Gli aspetti di coesione, conflitto e negoziazione di gruppo

- Il gruppo di lavoro (obiettivo, metodo, coordinamento, lavoro di équipe)

- Stress, burnout, motivazione e promozione del benessere individuale e di gruppo

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Studenti frequentanti:

Speltini G., Palmonari A. (2007). I gruppi sociali. Mulino, Bologna.

Quaglino G.P., Cortese C.G. (2003). Gioco di squadra. Raffaello cortina Milano.

 

Studenti non frequentanti: 

Speltini G., Palmonari A. (2007). I gruppi sociali. Mulino, Bologna.

Quaglino G.P., Cortese C.G. (2003). Gioco di squadra. Raffaello cortina Milano.

Bertetti B., Castelli C. (2014) Relazioni d'aiuto e resilienza. Strumenti e indicazioni per il benessere degli operatori. Franco angeli, Milano.

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: In seguito all'emergenza Covid-19 il ricevimento si svolgerà su appuntamento, preso tramite e-mail con il docente, e potrà svolgersi on-line su piattaforma Teams o al  DISFOR, 4° piano stanza 4°A4 Martedì 9.00-10.00 Tel. 01020953747 E-mail: nadia.rania@unige.it  

LEZIONI

Modalità didattiche

L’insegnamento si compone di lezioni frontali, per un totale di 36 ore (pari a 6 CFU), nel corso delle quali verranno presentati i principali aspetti teorici legati alla psicologia dei gruppi, al gruppo di lavoro e alla promozione del benessere in ambito lavorativo. Sperimentando tali aspetti anche attraverso metodi attivi quali esercitazioni pratiche e studio di casi. Settimanalmente verranno inseriti su Aulaweb le slide presentate a lezione e occasionalmente verranno inseriti materiali che diverranno oggetto di discussione e confronto nelle lezioni successive. Gli studenti e le studentesse potranno, inoltre, proporre al gruppo classe materiali significativi (letterari o filmici) che diventeranno oggetto di riflessione sulle tematiche oggetto del corso.

Inoltre, potranno essere invitati a lezione professionisti che utilizzano il gruppo come strumento di lavoro al fine di approfondire le tematiche dal punto vista pratico-esperienziale e di consentire agli studenti di acquisire maggiore consapevolezza della dimensione applicativa delle diverse tipologie di gruppo.

Si invitano gli studenti con certificazione di DSA, di disabilità o di altri bisogni educativi speciali, di contattare la docente all’inizio del corso per concordare modalità didattiche e d’esame che, nel rispetto degli obiettivi dell’insegnamento, tengano conto delle modalità di apprendimento individuali e forniscano idonei strumenti compensativi.

Si invitano gli studenti Erasmus a contattare la docente  all’inizio del corso per concordare modalità didattiche e d’esame che, nel rispetto degli obiettivi dell’insegnamento, tengano conto del loro specifico percorso.

INIZIO LEZIONI

Le lezioni si svolgeranno nel secondo semestre.

ESAMI

Modalità d'esame

Per gli studenti frequentanti l’esame prevede valutazioni intermedie sui materiali e le attività presentate a lezione attraverso la produzione di elaborati individuali o in piccolo gruppo e un colloquio finale sugli argomenti trattati a lezione. Per sostenere la prova è necessario iscriversi durante le lezioni.

 

Per gli studenti non frequentanti l’esame prevede una valutazione orale sui testi indicati. Per sostenere la prova è necessario iscriversi online al portale.

Modalità di accertamento

Attraverso domande dirette che permettano di indagare le conoscenze teoriche e metodologiche relative alla psicologia dei gruppi, e/o attraverso la presentazione e l’analisi critica di casi saranno valutati i risultati di apprendimento.

Questa modalità richiede allo studente di saper esporre sinteticamente i concetti, estrapolando dalle proprie conoscenze i contenuti fondamentali inerenti i costrutti oggetto di verifica (indicati nel programma del Corso). La valutazione avviene sulla base di criteri di pertinenza e di completezza delle risposte/elaborati in rapporto al costrutto indagato.