METODI E STRUMENTI IN PSICOLOGIA DELL'ORIENTAMENTO

METODI E STRUMENTI IN PSICOLOGIA DELL'ORIENTAMENTO

_
iten
Codice
56068
ANNO ACCADEMICO
2020/2021
CFU
8 cfu al 2° anno di 8753 PSICOLOGIA (LM-51) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
M-PSI/06
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (PSICOLOGIA )
periodo
1° Semestre
materiale didattico

PRESENTAZIONE

L’insegnamento è volto a presentare i fondamenti concettuali e metodologici della psicologia dell'orientamento declinandoli attraverso i principali costrutti e strumenti utilizzati nelle pratiche di intervento. Le varie azioni orientative (informazione, consulenza, accompagnamento) verranno contestualizzate nell’ambito dei servizi e dei contesti nei quali si giocano le competenze psicologiche. 

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Acquisire mappe teorico-concettuali per la comprensione delle variabili psicosociali intervenienti nel processo di orientamento, con attenzione ai principali costrutti implicati nei processi di scelta. Approcciarsi alle principali metodologie e agli strumenti propri delle differenti pratiche di orientamento nei processi di transizione. Sviluppare competenze di progettazione e conduzione di attività di orientamento in piccolo gruppo. Sviluppare competenze di conduzione di un colloquio orientativo.
 

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Gli obiettivi formativi in dettaglio sono:

  • Acquisire mappe teorico-concettuali per la comprensione delle variabili psicosociali intervenienti nel processo di orientamento, con attenzione ai principali costrutti implicati nei processi di scelta.
  • Approcciarsi alle principali metodologie e agli strumenti propri delle differenti pratiche di orientamento nei processi di transizione.
  • Sviluppare competenze di progettazione e conduzione di attività di orientamento in gruppo.
  • Sviluppare competenze di conduzione di un colloquio orientativo.

Al termine del corso lo studente sarà in grado di:

  1. Conoscere e contestualizzare i principali costrutti che sottendono l’orientamento scolastico e professionale
  2. utilizzare criteri di analisi della domanda di orientamento di possibili committenti e clienti.
  3. Confrontarsi con processi di intervento professionale relativi alla progettazione, conduzione e valutazione di azioni orientative;
  4. Utilizzare strumenti per valutare la metacognizione, la motivazione, gli interessi e le abilità sociali

 

 

Modalità didattiche

La modalità formativa on line sarà declinata alternando lavoro in plenaria e in piccolo gruppo, come segue:

- Approfondimento di contributi teorico-concettuali attraverso le plenarie usando i il canale generale Teams e lo studio dei testi e del materiale fornito a lezione

- Lavoro in piccolo gruppo tramite l’attivazione contemporanea di più canali Teams

- Produzione di documenti sugli apprendimenti: uso di Teams e di aulaweb per le consegne di lavoro

- Avvicinamento ai contesti: l'uso di casi

PROGRAMMA/CONTENUTO

Il corso affronterà le seguenti questioni:

  • Approcci sull’orientamento: la prospettiva life-span
  • Le variabili psicosociali intervenienti nei processi di transizione
    • Le organizzazioni di servizio: il caso del contesto scuola
  • Metodi e strumenti delle pratiche di orientamento:
    • L’analisi della domanda di intervento
    • L’uso del gruppo nei processi di orientamento.
    • La conduzione del colloquio come strumento orientativo.
  • I principali costrutti implicati nei processi di scelta, dalla motivazione alle competenze sociali
  • Immagine di sé e ansia da esame
  • Strumenti di valutazione dei costrutti implicati nel processo di scelta

TESTI/BIBLIOGRAFIA

PER GLI STUDENTI NON FREQUENTANTI

Di Fabio, A. (2009) Manuale di psicologia dell’orientamento e career counseling nel XXI secolo. Giunti O.S., Firenze.

Di Nuovo, S., Magnano, P. (2013) Competenze trasversali e scelte formative. Strumenti per valutare metacognizione, motivazione, interessi e abilità sociali per la continuità tra livelli scolastici, Erikson, Trento.

PER GLI STUDENTI FREQUENTANTI:

II materiale sarà definito a lezione e sarà costituito da materiale dei due testi sopra indicati e da materiale preparato ad hoc dai docenti che sarà condiviso su aulaweb.

 

Si consigliano gli studenti con certificazione di DSA, di disabilità o di altri bisogni educativi speciali di contattare la docente all’inizio del corso per concordare modalità didattiche e d’esame che, nel rispetto degli obiettivi dell’insegnamento, tengano conto delle modalità di apprendimento individuali e forniscano idonei strumenti compensativi.

 

 

Per gli studenti internazionali sono disponibili, a richiesta, le slide  e testi e articoli in lingua inglese. L'esame potrà essere sostenuto, nelle modalità previste, in lingua inglese.

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: L’orario di ricevimento è variabile e può essere concordato via mail col docente. Scrivere a fabrizio.bracco@unige.it

Ricevimento: I semestre: on line previo appuntamento II semestre: Martedì ore 12 -13 presso il DISFOR stanza A5, IV piano, Corso Andrea Podestà 2

LEZIONI

Modalità didattiche

La modalità formativa on line sarà declinata alternando lavoro in plenaria e in piccolo gruppo, come segue:

- Approfondimento di contributi teorico-concettuali attraverso le plenarie usando i il canale generale Teams e lo studio dei testi e del materiale fornito a lezione

- Lavoro in piccolo gruppo tramite l’attivazione contemporanea di più canali Teams

- Produzione di documenti sugli apprendimenti: uso di Teams e di aulaweb per le consegne di lavoro

- Avvicinamento ai contesti: l'uso di casi

INIZIO LEZIONI

Le lezioni inizieranno lunedì 21 settembre, in modalità telematica, su piattaforma Teams, al canale METODI E STRUMENTI IN PSICOLOGIA DELL'ORIENTAMENTO (codice canale: 30vdajd)

 

ORARI

L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile su EasyAcademy.

Vedi anche:

METODI E STRUMENTI IN PSICOLOGIA DELL'ORIENTAMENTO

ESAMI

Modalità d'esame

La prova d’esame consiste in un colloquio orale individuale

Si consigliano gli studenti con certificazione di DSA, di disabilità o di altri bisogni educativi speciali di

contattare il/la docente all’inizio del corso per concordare modalità didattiche e d’esame che, nel rispetto

degli obiettivi dell’insegnamento, tengano conto delle modalità di apprendimento individuali e forniscano

idonei strumenti compensativi.

Modalità di accertamento

Il colloquio orale consentirà di valutare:

- la padronanza e l'approfondimento delle conoscenze,

- la capacità d'uso delle competenze sviluppate.

Costituiscono criteri della valutazione:

- la qualità dell’esposizione,

- l’utilizzo corretto del lessico specialistico,

- la capacità di analisi e di riflessione critica, anche su possibili casi discussi.