PSICOPATOLOGIA DELLO SVILUPPO

PSICOPATOLOGIA DELLO SVILUPPO

_
iten
Codice
58958
ANNO ACCADEMICO
2020/2021
CFU
8 cfu al 3° anno di 8751 SCIENZE E TECNICHE PSICOLOGICHE (L-24) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
M-PSI/07
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (SCIENZE E TECNICHE PSICOLOGICHE )
periodo
2° Semestre
propedeuticita
materiale didattico

PRESENTAZIONE

Il corso fornirà un quadro dello sviluppo psicologico, mettendo a confronto le traiettorie normali e problematiche. Verranno presentati i principali quadri clinici tipici della prima e seconda infanzia, della fanciullezza fino alla preadolescenza, così come la loro matrice relazionale e i collegamenti con gli aspetti di contesto. Verranno presentati i principali autori e le principali teorie psicopatologiche dello sviluppo. 

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Fornire un quadro di riferimento del concetto di normalità e patologia in età evolutiva, delle tappe dello sviluppo, delle principali tassonomie e del significato dei sintomi in età evolutiva. Fornire una panoramica dei disturbi, presentandone le linee di sviluppo, i possibili interventi, il ruolo della famiglia, della scuola e dell'ambiente. Presentare alcuni strumenti di valutazione e diagnosi, così come alcune linee di intervento integrato tra famiglia, scuola e servizi

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Il corso consentirà di:

  • acquisire adeguate conoscenze circa la psicopatologia dello sviluppo e il ruolo dello psicologo nel contesto di intervento clinico
  • comprendere e riflettere sui principali quadri clinici dell’età evolutiva 
  • acquisire adeguate conoscenze relativa alla consultazione psicodiagnostica, includendo la valutazione psicodinamica e le sue metodologie 
  • applicare le conoscenze acquisite all’analisi di casi clinici 
  • acquisire il linguaggio tecnico caratteristico della psicopatologia dello sviluppo per comunicare con interlocutori specialisti e non specialisti e per orientarsi nelle scelte future 

PREREQUISITI

Lo studente dovrà padroneggiare adeguatamente i concetti della psicologia dinamica e clinica.

Modalità didattiche

Le lezioni saranno frontali, in presenza, con l'uso di supporti didattici, quali slide e video. Verranno proposti casi clinici coinvolgendo gli studenti nella formulazione di ipotesi diagnostiche e di interventi integrati.  

PROGRAMMA/CONTENUTO

MODULO 1: INTRODUZIONE ALLA PSICOPATOLOGIA DELLO SVILUPPO

Nella parte iniziale del corso verranno affrontate le seguenti tematiche: normalità e patologia in età evolutiva; tappe di sviluppo; principali tassonomie e significato dei sintomi in età evolutiva; il ruolo dell’attaccamento nella psicopatologia dello sviluppo; il percorso dalla consultazione psicodiagnostica alla psicoterapia.

MODULO 2: METODI E STRUMENTI IN PSICOPATOLOGIA DELLO SVILUPPO

Particolare attenzione verrà dedicata alla valutazione della personalità in età evolutiva attraverso l’osservazione clinica e l’uso del gioco; i test grafici e i test proiettivi; la valutazione dell’attaccamento in età evolutiva; gli strumenti cognitivi verbali e non verbali.

MODULO 3: I DISTURBI DELLO SVILUPPO E I MODELLI DI INTERVENTO

Verranno approfonditi i principali quadri clinici tipici dell’età evolutiva, quali i disturbi affettivi, comportamentali, funzionali, con particolare riferimento alle caratteristiche cliniche, eziopatologiche e di trattamento tipiche dell’età evolutiva, integrando il ruolo della famiglia, della scuola e dei servizi.

MODULO 4: LA FUNZIONE GENITORIALE

Verranno affrontate le seguenti tematiche: definizione del costrutto di funzione genitoriale e sua valutazione; genitorialità e procreazione medicalmente assistita; i fattori di rischio della funzione genitoriale, quali le patologie mediche croniche e acute del bambino e i disturbi dello sviluppo; maltrattamento, abuso e mancanza di cure.

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Testi per l'esame:

  • Loredana Lucarelli, Francesca Piperno, Martina Balbo  (a cura di) Metodi e strumenti in psicopatologia dello sviluppo, Edizioni Libreria Cortina, Milano, 2008
  • Alessandra Simonelli ( a cura di) La funzione genitoriale Cortina, Milano, 2014 
  • Fabio Celi e Daniela Fontana. Psicopatologia dello sviluppo. Mc Graw Hill Education, 2015
  • Luca Panarello. Psicopatologia dello sviluppo. Modelli di intervento con bambini e genitori nella pratica psicoanalitica.Franco Angeli, 2018
  • Appunti delle lezioni e capitoli di libri trattati a lezione (per i frequentanti). Tutti i quattro libri per i non frequentanti.

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Per il ricevimento studenti contattare la docente al seguente indirizzo mail: fabiola.bizzi@edu.unige.it

Commissione d'esame

FABIOLA BIZZI (Presidente)

CECILIA SERENA PACE

DONATELLA CAVANNA

LEZIONI

Modalità didattiche

Le lezioni saranno frontali, in presenza, con l'uso di supporti didattici, quali slide e video. Verranno proposti casi clinici coinvolgendo gli studenti nella formulazione di ipotesi diagnostiche e di interventi integrati.  

INIZIO LEZIONI

Le lezioni saranno nel secondo semestre e inizieranno come da calendario didattico. 

ORARI

L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile su EasyAcademy.

Vedi anche:

PSICOPATOLOGIA DELLO SVILUPPO

ESAMI

Modalità d'esame

La modalità di esame è in forma scritta, cui segue la registrazione in via elettronica, di norma nell'appello successivo.

Modalità di accertamento

L’esame in forma scritta comprenderà domande aperte inerenti i testi e gli argomenti trattati a lezione.

Lo studente dovrà dimostrare sia di aver acquisito i contenuti dell’insegnamento in modo attivo e personale, sia di saper comunicare con proprietà lessicale (utilizzando pertanto termini tecnici e appropriati alla materia di riferimento) le informazioni apprese durante il corso.

ALTRE INFORMAZIONI

Si consigliano gli studenti con certificazione di DSA, di disabilità o di altri bisogni educativi speciali di contattare il/la docente all’inizio del corso per concordare modalità didattiche e d’esame che, nel rispetto degli obiettivi dell’insegnamento, tengano conto delle modalità di apprendimento individuali e forniscano idonei strumenti compensativi.

Per gli studenti stranieri saranno disponibili, se richiesti, articoli in lingua inglese. L'esame potrà essere sostenuto, nelle modalità previste, in lingua inglese.