DIDATTICA GENERALE (DISCIPLINA)

DIDATTICA GENERALE (DISCIPLINA)

_
iten
Codice
67653
ANNO ACCADEMICO
2020/2021
CFU
8 cfu al 2° anno di 9322 SCIENZE DELLA FORMAZIONE PRIMARIA (LM-85 bis) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
M-PED/03
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (SCIENZE DELLA FORMAZIONE PRIMARIA )
periodo
1° Semestre
moduli
Questo insegnamento è un modulo di:
materiale didattico

PRESENTAZIONE

Il corso si svolge nel I semestre

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Il corso intende perseguire i seguenti obiettivi formativi suddivisi in 3 moduli: modulo 1) I fondamenti SCUOLA DELL'INFANZIA e SCUOLA PRIMARIA - saper riflettere sui testi di importanti autori educativi (Bloom, Bruner, Claparède, Cousinet, Dewey, Freire, Gagné, Gardner, Illich, Montessori, Morin, Piaget, Vygotskij, ecc.) - concettualizzare la progettazione didattica, l'agire didattico e la valutazione didattica - conoscere le modalità fondamentali per la conduzione di gruppi Modulo 2) I contesti SCUOLA DELL'INFANZIA e SCUOLA PRIMARIA - saper analizzare un ambiente di apprendimento - saper delineare le attività, le risorse, i materiali, gli strumenti e le strategie didattiche per un ambiente di apprendimento - saper affrontare simulazioni, elaborando i tempi, i materiali e le attività in ipotetici contesti didattici modulo 3) Le strategie didattiche SCUOLA DELL'INFANZIA Conoscere e saper organizzare le seguenti strategie didattiche - l'animazione: il game based learning - la discussione: il circle time - la riflessione sui propri apprendimenti: thinking aloud - la narrazione: il sé e gli altri - l'esplorazione: la scoperta guidata - la collaborazione dai 3 ai 5 anni SCUOLA PRIMARIA Conoscere e saper organizzare le seguenti strategie didattiche - l'animazione: il role playing - la discussione guidata - la riflessione sui propri apprendimenti: approcci metacognitivi - la narrazione: l'autobiografia - l'esplorazione: il problem based learning e il contratto formativo - la collaborazione: dal cooperative learning alla comunità di ricerca

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Il corso intende perseguire i seguenti obiettivi formativi suddivisi in 3 moduli:

modulo 1) I fondamenti

SCUOLA DELL'INFANZIA e SCUOLA PRIMARIA

- saper confrontare i modelli scolastici di paesi e culture scolastiche differenti

- analizzare gli ambienti di apprendimento e le strategie didattiche utilizzate nell’Unione Europea, in Nord e Sud America, in Oceania, ecc.

- interrogarsi sul proprio curricolo implicito e sulle proprie credenze scolastiche

- riflettere sui fondamenti educativi provenienti da autori del ‘900 (Bloom, Bruner, Claparède, Cousinet,

Dewey, Freire, Gagné, Gardner, Illich, Montessori, Morin, Piaget, Vygotskij, ecc.)

- analizzare modelli di progettazione didattica

- analizzare modelli di azione didattica

- analizzare modelli di valutazione didattica

Modulo 2) I contesti

SCUOLA DELL'INFANZIA e SCUOLA PRIMARIA

- analizzare i fattori di un ambiente di apprendimento

- delineare e gestire le attività, le risorse, i materiali, gli strumenti e le strategie didattiche per un

ambiente di apprendimento

- elaborare simulazioni nella progettazione e valutazione di un ambiente di apprendimento

modulo 3) Le strategie didattiche

SCUOLA DELL'INFANZIA

Al termine del corso, lo studente sarà in grado di organizzare un ambiente di apprendimento, utilizzando il game based learning, il circle time, il thinking aloud, varie forme narrative, la scoperta guidata e attività collaborative

SCUOLA PRIMARIA

Al termine del corso, lo studente sarà in grado di organizzare un ambiente di apprendimento, utilizzando il role playing, la discussione guidata, vari approcci metacognitivi, l'autobiografia, il problem based learning e il contratto formativo, il cooperative learning e la comunità di ricerca

Modalità didattiche

Il corso sarà erogato attarverso la didattica a distanza.

Verranno attuate diverse modalità di lezione:

- lezioni informative sulle principali teorie educative

- discussioni in gruppo sui concetti presi in esame

- lavori di gruppo in rete

- simulazioni di situazioni didattiche

- soluzione di problemi educativi e didattici

PROGRAMMA/CONTENUTO

Il corso intende perseguire i seguenti obiettivi specifici suddivisi in 3 moduli:

1) I fondamenti

SCUOLA DELL'INFANZIA e SCUOLA PRIMARIA

- saper riflettere sui testi di importanti autori educativi (Bloom, Bruner, Claparède, Cousinet, Dewey, Freire, Gagné, Gardner, Illich, Montessori, Morin, Piaget, Vygotskij, ecc.)

- concettualizzare l'empatia educativa e la mediazione didattica

- concettualizzare la progettazione didattica, l'agire didattico e la valutazione didattica

- conoscere le modalità fondamentali per la conduzioni di gruppi

2) I contesti

SCUOLA DELL'INFANZIA e SCUOLA PRIMARIA

- saper analizzare un ambiente di apprendimento

- saper delineare le attività, le risorse, i materiali, gli strumenti e le strategie didattiche per un ambiente di apprendimento

- saper affrontare simulazioni, elaborando i tempi, i materiali e le attività in ipotetici contesti didattici

3) Le strategie didattiche

SCUOLA DELL'INFANZIA

Conoscere e saper organizzare le seguenti strategie didattiche

- l'animazione: il game based learning

- la discussione: il circle time

- la riflessione sui propri apprendimenti: thinking aloud

- la narrazione: il sé e gli altri

- l'esplorazione: la scoperta guidata

- la collaborazione dai 3 ai 5 anni

SCUOLA PRIMARIA

Conoscere e saper organizzare le seguenti strategie didattiche

- l'animazione: il role playing

- la discussione guidata

- la riflessione sui propri apprendimenti: approcci metacognitivi

- la narrazione: l'autobiografia

- l'esplorazione: il problem based learning e il contratto formativo

- la collaborazione: dal cooperative learning alla comunità di ricerca

TESTI/BIBLIOGRAFIA

PER I FREQUENTANTI

  • M. Castoldi, G. Chiosso, Quale futuro per l'istruzione? Pedagogia e didattica per la scuola, Mondadori, 2017
  • G. Bonaiuti, Le strategie didattiche, Carocci, Roma, 2014
  • Articoli e materiali caricati sulla piattaforma

PER I NON FREQUENTANTI

  • M. Castoldi, G. Chiosso, Quale futuro per l'istruzione? Pedagogia e didattica per la scuola, Mondadori, 2017
  • A. Lotti, PROBLEM BASED LEARNING. Apprendere per problemi a scuola, FrancoAngeli, Milano, 2018
  • G. Bonaiuti, Le strategie didattiche, Carocci, Roma, 2014
  • S. Cacciamani, Imparare cooperando. Dal cooperative learning alla comunità di ricerca, Carocci, Roma, 2008
  • Articoli e materiali caricati sulla piattaforma

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Il ricevimento può essere effettuato in presenza presso il DISFOR stanza 1A 6, tel. 010 209 53608 oppure per telefono o in rete. Per date, modalità e orari, cliccare sul segiuente link: http://ricevimentoparmigiani.blogspot.it/ Per qualunque problema inerente la didattica o le tesi, è necessario contattarmi a ricevimento e non per email

LEZIONI

Modalità didattiche

Il corso sarà erogato attarverso la didattica a distanza.

Verranno attuate diverse modalità di lezione:

- lezioni informative sulle principali teorie educative

- discussioni in gruppo sui concetti presi in esame

- lavori di gruppo in rete

- simulazioni di situazioni didattiche

- soluzione di problemi educativi e didattici

INIZIO LEZIONI

Il corso si svolge nel I semestre quindi l’inizio delle lezioni è previsto per la settimana del 21 settembre. Le attività relative al corso si concluderanno entro il 23 dicembre 2020.

ATTENZIONE. Il calendario dettagliato del corso sarà caricato sul portale dell'e-learning AulaWeb (raggiungibile dal sito di Ateneo o all'indirizzo: http://www.aulaweb.unige.it/). Si invitano tutti gli studenti a consultare periodicamente la pagina di questo insegnamento per verificare eventuali cambiamenti e/o spostamenti delle lezioni. Informazioni e comunicati che si rendano necessari nel corso dell'a.a. saranno comunicati su AULAWEB.

ORARI

L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile su EasyAcademy.

Vedi anche:

DIDATTICA GENERALE (DISCIPLINA)

ESAMI

Modalità d'esame

Per gli STUDENTI FREQUENTANTI sono previste prove in itinere sui testi e sugli argomenti/materiali consultati e/o prodotti a lezione

Per gli STUDENTI NON FREQUENTANTI è prevista una prova scritta; inoltre, sono previste attività sostitutive della frequenza con elaborati su tematiche indicate dal docente

Modalità di accertamento

Le due prove di Didattica generale sono finalizzate alla valutazione dei seguenti due gruppi di competenze:

  1. Primo gruppo
    1. saper riflettere ed enucleare concetti educativi da testi di diversi autori educativi (Bloom, Bruner, Claparède, Cousinet, Dewey, Freire, Gagné, Gardner, Illich, Montessori, Morin, Piaget, Vygotskij, ecc.)
    2. concettualizzare e operazionalizzare la progettazione didattica, l'agire didattico e la valutazione didattica
  2. Secondo gruppo
    1. saper analizzare un ambiente di apprendimento
    2. saper delineare le attività, le risorse, i materiali, gli strumenti e le strategie didattiche per un ambiente di apprendimento efficace
    3. saper costruire/strutturare lezioni efficaci
    4. saper organizzare lezioni basandosi su diverse strategie didattiche, funzionali nella scuola dell’infanzia (game based learning, circle time, thinking aloud, ecc.) e/o nella scuola primaria (role playing, cooperative learning, problem based learning, discussione guidata, ecc.)

La prova relativa al primo gruppo di competenze si suddivide in due parti:

  1. prova scritta non strutturata a domande aperte in cui lo studente dovrà enucleare i principi relativi alla progettazione didattica, l'agire didattico e la valutazione didattica
  2. prova scritta semistrutturata in cui lo studente deve elaborare un saggio su tematiche relative alla scuola fondato su testi antologici

La prova relativa al secondo gruppo di competenze si suddivide in due parti:

  1. prova scritta non strutturata a domande aperte in cui lo studente dovrà enucleare i principi relativi alla lezione efficace e ai fondamenti delle strategie didattiche
  2. prova scritta semistrutturata in cui lo studente deve elaborare una lezione per la scuola primaria e un’attività per la scuola dell’infanzia, utilizzando diversificate strategie didattiche

ALTRE INFORMAZIONI

Gli studenti sono ritenuti frequentanti se frequentano almeno il 65% delle lezioni