PEDAGOGIA SPECIALE (DISCIPLINA)

PEDAGOGIA SPECIALE (DISCIPLINA)

_
iten
Codice
67725
ANNO ACCADEMICO
2020/2021
CFU
8 cfu al 5° anno di 9322 SCIENZE DELLA FORMAZIONE PRIMARIA (LM-85 bis) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
M-PED/03
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (SCIENZE DELLA FORMAZIONE PRIMARIA )
periodo
1° Semestre
moduli
Questo insegnamento è un modulo di:
materiale didattico

PRESENTAZIONE

Muovendo dallo studio delle tematiche centrali legate al tema dell’integrazione e dell’inclusione sociale e scolastica dei soggetti disabili, il Corso analizzerà i nuclei epistemologici della disciplina, i costrutti di integrazione e di inclusione, il concetto di bisogno e di bisogno speciale, la funzione della relazione educativa capacitante, e gli strumenti di progettazione pedagogica tipici della scuola inclusiva.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Alla fine del corso gli studenti devono essere in grado di: 1.Cogliere il valore di risorsa umana dei singoli alunni, di tutti e di ciascuno, 2.individuare, analizzare e gestire le situazioni di disabilità/diversabilità in ambito scolastico, 3.collaborare, in quanto insegnante di classe, con gli altri colleghi curriculari o specialisti, per rendere il valore dell'integrazione e dell'inclusione, come circolarità di relazioni, tra tutti gli alunni della classe e/o sezione 4.collaborare con altri professionisti per pianificare interventi educativi personalizzati, 5.collaborare con le famiglie di riferimento per favorire l'empowerment degli alunni e specificamente degli alunni in difficoltà. Durante lo svolgimento del Corso saranno tenute in debita attenzione le problematiche degli alunni della scuola dell'infanzia e della scuola primaria e quindi sempre in modo esplicito saranno fatti gli opportuni riferimenti ed approfondimenti.

Modalità didattiche

Lezioni, discussioni, video, lavori di gruppo, case study.

PROGRAMMA/CONTENUTO

1) PARTE TEORICA

La pedagogia speciale: quadro generale della disciplina

Excursus storico-ermeneutico della pedagogia speciale

Legislazione nazionale e internazionale

I bisogni educativi speciali

L’index per l’inclusione: rilevazione, monitoraggio e valutazione

 

2) PARTE METODOLOGICA

Approcci e strumenti metodologici per la didattica inclusiva: metacognizione, adattamenti, peer tutoring, cooperative learning, 

TESTI/BIBLIOGRAFIA

  1. Bochicchio F. (a cura di). L’agire inclusivo nella scuola. Logiche, metodologie e tecnologie per insegnanti ed educatori, Libellula, Tricase (Le), 2017.
  2. Pavone M., L’inclusione educativa. Indicazioni pedagogiche per la disabilità, Mondadori, Milano, 2014.
  3. Pennazio V., Formarsi a una cultura inclusiva, Franco Angeli, Milano, 2017.

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Il docente riceve gli studenti al termine delle lezioni, e durante tutto l'anno, previo appuntamento da concordare via mail all'indirizzo: franco.bochicchio@edu.unige.it Studio docente: Disfor - Stanza 1A3 (primo piano)

LEZIONI

Modalità didattiche

Lezioni, discussioni, video, lavori di gruppo, case study.

INIZIO LEZIONI

22 settembre 2020

ORARI

L'orario di tutti gli insegnamenti è consultabile su EasyAcademy.

Vedi anche:

PEDAGOGIA SPECIALE (DISCIPLINA)

ESAMI

Modalità d'esame

FREQUENTANTI (Per chi frequenta almeno il 65% delle ore di lezione)

PRIMO APPELLO D'ESAME (gennaio 2021 in data da stabilire). Le modalità della prova (scritta/orale - in presenza/a distanza) dipenderanno dalla situazione sociale del momento. Indipendentemente da ciò, la prova verterà sui testi 1 e 2 e su quanto detto a lezione (le slide saranno pubblicate su aulaweb) 

APPELLI D’ESAME SUCCESSIVI: Le modalità della prova (scritta/orale - in presenza/a distanza) dipenderanno dalla situazione sociale del momento. Indipendentemente da ciò, la prova verterà sui testi 1 e 2 e su quanto detto a lezione (le slide saranno pubblicate su aulaweb) 

 

NON FREQUENTANTI

PRIMO APPELLO D'ESAME (gennaio 2021). Le modalità della prova (scritta/orale - in presenza/a distanza) dipenderanno dalla situazione sociale del momento. Indipendentemente da ciò, la prova verterà sui testi 1, 2 e 3 

APPELLI D’ESAME SUCCESSIVI: Le modalità della prova (scritta/orale - in presenza/a distanza) dipenderanno dalla situazione sociale del momento. Indipendentemente da ciò, la prova verterà sui testi 1, 2 e 3 

Modalità di accertamento

L'avvenuto apprendimento della disciplina è certificato dalla competenza dimostrata dallo studente di avere acquisito una conoscenza degli argomenti coerente con i risultati attesi e conforme agli obiettivi formativi declinati secondo i descrittori di Dublino. Tale conoscenza oscilla tra il livello sufficiente ed eccellente espresso in trentesimi,
ed è valutata con i seguenti criteri:
Conoscenza e comprensione: min 5 - max 7.
Capacità  di applicare conoscenza e comprensione: min 5 - 7 max
Autonomia di giudizio: min 3 - max 5.
Abilità  comunicative: min 3 max 7.
Capacità  di apprendere: min 2 - max 4.