LETTERATURA ITALIANA

LETTERATURA ITALIANA

_
iten
Ultimo aggiornamento 11/07/2020 15:22
Codice
67625
ANNO ACCADEMICO
2020/2021
CFU
4 cfu al 2° anno di 9322 SCIENZE DELLA FORMAZIONE PRIMARIA (LM-85 bis) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
L-FIL-LET/10
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (SCIENZE DELLA FORMAZIONE PRIMARIA )
periodo
1° Semestre
materiale didattico

PRESENTAZIONE

L’insegnamento rientra tra le attività formative del Corso di laurea magistrale quinquennale in Scienze della Formazione Primaria e consta di 24 ore di lezione frontale, equivalenti a 4 CFU. Attraverso la lettura di alcune opere paradigmatiche della letteratura italiana, si studieranno i temi, gli stili e le strategie comunicative dei testi letterari, concentrando particolarmente l’attenzione sulle potenzialità formative della letteratura.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Obiettivo del corso è l’analisi mirata di quegli aspetti e quelle tematiche della produzione letteraria italiana che meglio si adeguano alla specificità di Formazione Primaria. La letteratura verrà indagata e proposta come riflesso privilegiato della società, come proiezione di problemi umani, psicologici e esistenziali, con particolare attenzione al mondo dell’infanzia, della maternità del femminile, nell’intreccio complesso con la realtà storica, siglata dal valore aggiunto della trasfigurazione artistica. Il corso mira inoltre a educare gli studenti alle potenzialità formative dell'opera letteraria e a fornire gli strumenti necessari con cui progettare percorsi di apprendimento adatti alla Scuola Primaria.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

Il corso ha come obiettivi principali: educare gli studenti alle potenzialità formative dell'opera letteraria attraverso la lettura, l'analisi, l'interpretazione del testo e lo studio del panorama storico-culturale entro cui è stato prodotto; fornire un adeguato bagaglio di conoscenze a cui il futuro insegnante potrà attingere per progettare percorsi di apprendimento coerenti con il grado della scuola in cui si troverà a operare.

In particolare questi sono i risultati di apprendimento attesi:

Conoscenza e capacità di comprensione: tramite lezioni in aula, letture guidate e discussioni lo studente apprende i principali metodi di analisi critica di un testo letterario e acquisisce la capacità di comprendere la letteratura critica su questo genere letterario.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione: Tramite l’analisi autonoma di testi originali o in traduzione, lo studente è in grado di applicare le conoscenze analitiche acquisite, in modo da cogliere sia gli aspetti strutturali del testo analizzato, sia i rapporti del testo con il contesto storico culturale in cui è stato prodotto.

Autonomia di giudizio: Tramite l’esposizione orale di analisi di testi specifici lo studente è in grado di comprendere, discutere criticamente ed esporre le peculiarità del testo.

Abilità comunicative: l’esposizione orale permette di sviluppare la capacità di presentare i risultati dell’analisi in modo efficace e conciso; di esprimere i concetti appresi con linguaggio appropriato e di sostenere una discussione in merito agli argomenti trattati.

Capacità di apprendimento: le attività descritte consentono allo studente di acquisire gli strumenti metodologici per proseguire gli studi.

PREREQUISITI

Conoscenza di base, a livello di scuola superiore, della storia della letteratura italiana.

Modalità didattiche

Lezioni frontali, con ausilio di strumenti e materiali multimediali. Il corso mette a disposizione degli studenti, in un’apposita sezione del portale e-learning AulaWeb, vari strumenti didattici (slides utilizzate in aula, materiali integrativi o di supporto allo studio).

PROGRAMMA/CONTENUTO

Parodie letterarie tra Otto e Novecento

1) Parodie scapigliate nella Vita di Alberto Pisani di Dossi

2) Parodie manzoniane in Verga

3) Parodie dannunziane

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Testi per frequentanti

Francesca Tancini, La parodia del romanzo ottocentesco nella "Vita di Alberto Pisani" di Carlo Dossi, “Giornale storico della letteratura italiana” , 1980, CLVIII, pp. 431-442

Duccio Tongiorgi, Parodie dannunziane in Svevo, in Palazzeschi e i territori del comico, a cura di M. Dillon Wanke e G. Tellini, Firenze, SEF, 2006, pp. 285-307 (anche in https://unige-it1.academia.edu/DuccioTongiorgi)

G. Lavezzi, Piove ancora nel pineto dannunziano, in Studi offerti ad Anna Maria Quartiroli e Domenico Magnino, Pavia, 1987, pp. 245-256.

Gli studenti frequentanti sono tenuti a studiare i testi svolti a lezione e gli altri materiali che saranno resi disponibili su AulaWeb durante il corso.

Testi per gli studenti non frequentanti:

C. Goldoni, La locandiera, a cura di G. Davico Bonino, Milano, Garzanti (leggere anche l’Introduzione).

U. Foscolo, Ultime lettere di Jacopo Ortis (lettura integrale)

C. Collodi, Pinocchio (lettura integrale)

I. Crotti, La Locandiera: una figura della realtà sociale nella rappresentazione di Goldoni, in Spazi, poteri, diritti delle donne a Venezia in età moderna, a cura di A. Bellavitis, N.M. Filippini, T. Plebani, Verona, Quedit, 2012, consultabile anche all’indirizzo: http://www.storiadivenezia.net/sito/donne/Crotti_Locandiera.pdf

 M. Palumbo, Saggi sulla prosa di Ugo Foscolo, Napoli, Liguori

A. Asor Rosa, "Le avventure di Pinocchio" di Carlo Collodi, in Letteratura Italiana. Le opere, Torino, Einaudi, 1995, vol. 3, pp. 879-950.

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Orario di ricevimento Da concordare via mail: duccio.tongiorgi@unige.it (sulla piattaforma team, fino a nuove indicazioni che dipenderanno dallo sviluppo della crisi determinata dalla pandemia di Covid).

Commissione d'esame

DUCCIO TONGIORGI (Presidente)

LAURA CORNERO

LEZIONI

Modalità didattiche

Lezioni frontali, con ausilio di strumenti e materiali multimediali. Il corso mette a disposizione degli studenti, in un’apposita sezione del portale e-learning AulaWeb, vari strumenti didattici (slides utilizzate in aula, materiali integrativi o di supporto allo studio).

INIZIO LEZIONI

settembre 2020

ESAMI

Modalità d'esame

Prova orale. La prova orale verte sul programma svolto a lezione e sulla relativa bibliografia.

Modalità di accertamento

La prova orale consiste in un colloquio sugli argomenti affrontati a lezione e ha lo scopo di valutare la capacità di contestualizzare da un punto di vista storico-culturale un brano letterario, di illustrarne le caratteristiche stilistiche, offrirne parafrasi e commento, di esprimere i concetti appresi con linguaggio appropriato e di saper mediare le conoscenze acquisite progettando percorsi di apprendimento.

ALTRE INFORMAZIONI

Tutti gli studenti sono pregati di iscriversi all’insegnamento su AulaWeb.