BOTANICA APPLICATA ALL'ARCHITETTURA

BOTANICA APPLICATA ALL'ARCHITETTURA

_
iten
Codice
104751
ANNO ACCADEMICO
2020/2021
CFU
3 cfu al 1° anno di 8694 SCIENZE DELL'ARCHITETTURA (L-17) GENOVA
SETTORE SCIENTIFICO DISCIPLINARE
BIO/03
LINGUA
Italiano
SEDE
GENOVA (SCIENZE DELL'ARCHITETTURA )
periodo
2° Semestre
moduli
Questo insegnamento è un modulo di:

PRESENTAZIONE

L'insegnamento costituisce un'introduzione alle scienze botaniche e all'ecologia vegetale applicata all’architettura e all’impiego della componente vegetale nel progetto.

OBIETTIVI E CONTENUTI

OBIETTIVI FORMATIVI

Al termine del corso gli studenti: avranno appreso i concetti di base sulle principali caratteristiche morfologiche, strutturali, funzionali degli organismi vegetali in particolare delle Spermatofite; sapranno riconoscere le specie ornamentali più diffuse in parchi, giardini storici e nell’arredo verde urbano; avranno acquisito la cognizione di diversità vegetale; avranno le cognizioni di base per valutare quali piante utilizzare nella progettazione del verde, in ottemperanza alle normative, facendo riferimento alle caratteristiche ecologiche e alla distribuzione delle specie nei diversi ambienti terrestri.

OBIETTIVI FORMATIVI (DETTAGLIO) E RISULTATI DI APPRENDIMENTO

  • conoscenza delle basi biologiche del "funzionamento" delle piante superiori.
  • acquisizione delle metodologie per l'identificazione delle piante e per l'uso corretto della loro nomenclatura;
  • conoscenza dei servizi e dei disservizi ecosistemici forniti dal verde a scala urbana (mitigazione inquinamento atmosferico, rischi dell’uso di piante allergeniche, ecc.);
  • conoscenza del verde da impiegare nella progettazione a scala urbana sulla base delle linee guida del Ministero dell'Ambiente.

Modalità didattiche

Sono previste attività in aula e sul campo (visita di parchi e giardini, visita all'orto botanico).
In aula si affrontano gli aspetti teorici e pratici legati alla conoscenza della morfologia, anatomia e fisiologia dei vegetali e al riconoscimento delle principali specie, in relazione al loro impiego a fini progettuali. I sopralluoghi sul campo completano le attività svolte in aula con l’osservazione diretta delle specie.

PROGRAMMA/CONTENUTO

  • Le caratteristiche fondamentali dei vegetali e il loro ruolo in natura.
  • Strutture e funzioni della cellula vegetale e dei tessuti vegetali.
  • Nozioni di anatomia vegetale: fusto, foglia, radice.
  • Adattamenti all’ambiente.
  • I processi vitali delle piante: fotosintesi e respirazione; trasporto e bilancio idrico; riproduzione e sviluppo.
  • Principi generali di sistematica e tassonomia.
  • Forme, funzioni e ruolo dei principali gruppi vegetali.
  • La flora ornamentale autoctona e alloctona: le principali famiglie e le specie utilizzate nel verde ornamentale e nell'arredo urbano.
  • Verde urbano e mitigazione dell'inquinamento atmosferico.
  • Verde urbano: servizi e disservizi ecosistemici (con particolare riferimento alle piante allergeniche).
  • Verde per la progettazione urbana secondo le linee guida del Ministero dell'Ambiente.

TESTI/BIBLIOGRAFIA

Testo di riferimento

DUFFY TURNER K. Botany for Designers: A Practical Guide for Landscape Architects and Other Professionals, W. W. Norton & Company

Testo Botanica generale

VENTURELLI F., VIRLI L., 1995 – Invito alla Botanica, Zanichelli, Bologna

DOCENTI E COMMISSIONI

Ricevimento: Tutti i giorni, su appuntamento.

LEZIONI

Modalità didattiche

Sono previste attività in aula e sul campo (visita di parchi e giardini, visita all'orto botanico).
In aula si affrontano gli aspetti teorici e pratici legati alla conoscenza della morfologia, anatomia e fisiologia dei vegetali e al riconoscimento delle principali specie, in relazione al loro impiego a fini progettuali. I sopralluoghi sul campo completano le attività svolte in aula con l’osservazione diretta delle specie.

INIZIO LEZIONI

2° Semestre

ESAMI

Modalità d'esame

L’esame è costituito da una prova scritta e da un colloquio.

Modalità di accertamento

• Lo scritto è specificamente volto a verificare l'apprendimento della botanica applicata all'architettura, dagli aspetti più legati all botanica generale al riconoscimento delle principali specie descritte nel corso delle lezioni delle uscite sul campo, dei servizi e disservizi ecosistemici delle specie vegetali e il loro uso nella progettazione.

• Il colloquio individuale verte sull'intero programma e mira a verificare la capacità di integrare i diversi aspetti ‐ teorici e pratici ‐ discussi durante l’anno.